ALIMENTAZIONE
FITNESS
SALUTE
WELLNESS
FOOD

Che cos’è la Melatonina: benefici e controindicazioni


Benefici e controindicazioni al consumo di melatonina

La melatonina ha avuto un certo boom negli anni scorsi ed è diventata una di quelle sostanze che potremmo definire di “moda”; della melatonina si è detto di tutto e di più, facendo anche tanta confusione, le sono state attribuite innumerevoli proprietà e qualità non sempre in maniera corretta. In questo post faremo un po’ di chiarezza, tentando di capire insieme cos’è la melatonina, quali sono i suoi benefici, le eventuali controindicazioni al suo consumo, nonché dosaggi e modalità di assunzione ideali.
Nell’ultimo paragrafo, brevemente, vedremo invece quanto costa e dove possiamo acquistare della melatonina

Melatonina: che cos’è

La melatonina è una sostanza prodotta dal nostro organismo (prevalentemente dalla ghiandola pineale) che agisce sull’ipotalamo e regola il funzionamento del ciclo sonno/veglia;
negli ultimi anni sono sembrate emergere alcune correlazioni della presenza di melatonina con l’aumento della produzione di ormone della crescita (notizia che ne ha diffuso l’abuso fra alcuni culturisti) oltre che con l’insorgenza di depressione (in soggetti predisposti) o col calo della libido. La diffusione di studi scientifici non esattamente definitivi sulla melatonina ha favorito il diffondersi di falsi miti ed usi errati di questa sostanza, che, seppure considerata assolutamente innocua ha iniziato a presentare alcune controindicazioni che vedremo meglio in uno dei paragrafi successivi

I benefici della melatonina

La melatonia, fatta ovviamente eccezione per quel che riguarda le leggende metropolitane che la riguardano, presenta una serie di benefici per le persone, vediamo meglio quali sono

  1. melatonina contro l'insonnia: essendo un regolatore del ciclo sonno-veglia la melatonina viene usata, ad esempio, per alleviare i disturbi dovuti a jat lag, per aiutare le persone affette da disturbi del sonno dovuti a turni di lavoro particolari o per stimolare il ciclo stesso sonno-veglia per le persone affette da cecità
  2. melatonina per la dieta: come abbiamo detto in un altro post il peso è direttamente influenzato dal sonno, in pratica chi dorme poco avrebbe più possibilità di accumulare peso in eccesso e, in alcuni casi, di sviluppare particolari sindromi metaboliche che sono tra le cause principali di obesità; alcuni studi (tutt’altro che definitivi) sembrano dimostrare che attraverso la melatonina si possano ottimizzare i cicli cicardiani aiutando a risolvere i problemi di metabolismo correlati ad obesità
  3. melatonina e depressione: per quanto riguarda la correlazione tra livello di melatonina e depressione c’è un certo caos, una parte della comunità scientifica ritiene che un eccesso di melatonina possa essere una concausa di insorgenza della depressione, un’altra parte ritiene invece che sia la carenza di melatonina a causare questo tipo di problema; personalmente, come mi capita spesso, ritengo che probabilmente la verità stia nel mezzo, del resto esiste una correlazione dimostrabile fra depressione e disturbi del sonno ed è quindi logico pensare che la melatonina giochi anch’essa un ruolo (come ormone regolatore del ciclo sonno/veglia) in tutto questo. Tuttavia, per quanto sia molto probabile che la melatonina abbia una correlazione con l’insorgenza della depressione, ci sentiamo di sconsigliare (salvo prescrizione medica) a chi voglia provare a gestire i propri “disturbi dell’umore” di farlo usando la melatonina, in quanto un’errata valutazione potrebbe facilmente aggravare il problema. La depressione è del resto un disturbo che, pur riguardando una fetta enorme di popolazione, può avere esiti imprevedibilmente gravi, ti consigliamo, se pensi di soffrirne, di rivolgerti ad un medico specializzato ed evitare i metodi fai da te, come l’assunzione della melatonina, i cui effetti sul tuo stato complessivo di salute psico-fisica potrebbero essere imprevedibili

Le controindicazioni della Melatonina

Nel breve periodo il consumo di Melatonina non presenta, ad oggi, controindicazioni rilevanti mentre non esistono studi capaci di dimostrarne la sicurezza nel caso di assunzione continuativa o di sovradosaggio;
dal momento che la melatonina è essenzialmente un ormone, per quanto fino ad oggi non esistano studi che ne certifichino i rischi, ti sconsigliamo di prendere l’abitudine ad assumerla regolarmente (anche in piccole quantità). Diverso il discorso nel caso di assunzione per periodi limitati di tempo, magari in un periodo in cui si è particolarmente stressati e si ha difficoltà a prendere sonno, allora in tal caso si potrà certamente provare a gestire la situazione attraverso l’assunzione di melatonina, ma dev’essere una soluzione “tampone” e non un’abitudine; un po’ come nel caso (come abbiamo detto in tantissimi post) degli antidolorifici, un conto è usarli saltuariamente quando si presenta un sintomo particolarmente fastidioso (ed in tal caso allora va più che bene) mentre è completamente differente il ricorso continuo ad antidolorifici per gestire dolori e disturbi che sono cronicizzati e costanti nel tempo (in tal caso l’abuso di antidolorifici peggiorerà solo la situazione).
Come sempre quindi occorre buon senso e moderazione, nonché, nel dubbio, l’intelligenza di rivolgersi al proprio medico di fiducia senza stare a giocare d’azzardo con la nostra salute

Assunzione e dosaggio della melatonina

La melatonina viene normalmente assunta in compresse, il dosaggio varia in base alle necessità, per quanto la presenza dell’ormone nel sangue è rilevabile chiaramente anche in presenza di assunzioni di minima entità (già dai 2 mg); le compresse contengono mediamente da 1 a 5 mg di melatonina, se hai dubbi sul corretto dosaggio rivolgiti al tuo medico invece di rischiare di assumere un quantitativo eccessivo di melatonina per quelle che sono le tue esigenze.
Considera inoltre che, rispetto a qualche anno fa, oggi come oggi i dosaggi consigliati di melatonina sono in continua discesa, quindi, non per ripeterci, ma ancora di più se non hai un’esperienza pregressa nel consumo di questa sostanza in caso di dubbi su dosaggio e posologia non esitare a rivolgerti al tuo medico

Melatonina: dove acquistarla e quanto costa

La melatonina è venduta liberamente e non è considerata un farmaco, per tanto oltre che nelle farmacie e nelle parafarmacie puoi trovarla anche in libera vendita presso le erboristerie;
i costi variano ovviamente in base alla marca e al negozio in cui l’acquisti, orientativamente il costo della melatonina varia tra un minimo di 5/6€ nel caso degli integratori, che sono liberamente venduti in commercio, fino ad un massimo di 21/22€ per i farmaci da banco a base di melatonina comunemente reperibili in farmacia

Hai trovato utile questo post sui benefici e le controindicazioni della melatonina?
Condividilo sui social network
Unadieta.It © 2016 Tutti i diritti riservati | PIva 02992130738 | REA TA184606