ALIMENTAZIONE
FITNESS
SALUTE
WELLNESS
FOOD

Magnetoterapia: controindicazioni e benefici della magnetoterapia


Magnetoterapia: controindicazioni e benefici della magnetoterapiaLa magnetoterapia è una forma di trattamento che sta facendo sempre più parlare di se negli ultimi anni, in qualche modo ci siamo già occupati di un trattamento del genere nel nostro post sulla tecar terapia, in questa sede vogliamo però approfondire il discorso in maniera più generica; tenteremo quindi di capire meglio che cos’ è la magnetoterapia, quali sono i benefici e le controindicazioni, per quali patologie questo trattamento risulta maggiormente indicato e per quale motivo la comunità scientifica risulta così divisa nel giudizio relativo alla magnetoterapia.

Che cos’è la magnetoterapia

La magnetoterapia si basa sul presupposto che sottoporre il nostro corpo a particolari campi magnetici possa avere effetti benefici sulla salute; il dibattito sull’efficacia di questi trattamenti è abbastanza vivace e se da un lato larga parte della comunità scientifica afferma che non esiste alcuna evidenza certa dell’efficacia di questo genere di trattamenti dall’altro, i sostenitori della magnetoterapia, continuano a decantarne le qualità. Come al solito tenteremo di affrontare anche questo discorso (relativo all’efficacia della magnetoterapia) in maniera il più possibile imparziale in un paragrafo ad hoc tra quelli che seguiranno

Magnetoterapia: informazioni generali

Adesso che abbiamo chiarito meglio che cosa sia la magnetoterapia e segnalato che esiste un dibattito particolarmente acceso sulla sua efficacia possiamo entrare nel vivo del nostro post e provare a capire meglio come funziona la magnetoterapia, quali sono le differenti applicazioni di questo trattamento e le patologie per cui risulterebbe (il condizionale è d’obbligo) più indicato.

  1. Magnetoterapia statica

    La prima forma di magnetoterapia che vogliamo trattare è quella che sfrutta campi magnetici statici (magnetoterapia statica) a campo stabile; non ci dilungheremo molto su questo particolare tipo di trattamento dal momento che si basa sul fatto di poter influenzare  il flusso del sangue sfruttando una particolare qualità dell’emoglobina (quella cioè di essere leggermente diamagnetica). I magneti usati nella magnetoterapia statica sono però (secondo i detrattori di questo trattamento) inadeguati allo scopo dal momento che sarebbero troppo deboli per determinare una effettiva influenza sull’emoglobina. La magnetoterapia statica appare quindi come un trattamento alquanto aleatorio tanto che viene comunemente definito come una “pseudoscienza”.
  2. Magnetoterapia a bassa frequenza

    A differenza della magnetoterapia statica nella magnetoterapia a bassa frequenza il campo magnetico viene generato facendo passare corrente elettrica dello stesso segno attraverso un solenoide; anche in questo caso i sostenitori di questo trattamento affermano che i campi magnetici così prodotti vanno ad agire come in una sorta di massaggio a livello cellulare sul nostro organismo, con una serie di effetti benefici che però, sostengono invece i detrattori, non sono mai stati dimostrati scientificamente.
  3. Magnetoterapia ad alta frequenza

    Per finire la magnetoterapia ad alta frequenza si basa sull’emissione di onde radio appunto aventi una frequenza comprese tra i 18 e i 900 MHz; in questo caso la magnetoterapia migliorerebbe la risposta immunitaria dell’organismo agendo sulla circolazione sanguigna e riducendo i processi infiammatori in corso. Come al solito detrattoti e sostenitori di questo trattamento si dividono tra chi ne difenda a spada tratta l’efficacia e chi invece non può fare a meno di rimarcare come tale efficacia non sia mai stata dimostrata in maniera univoca.
  4. Magnetoterapia: per quali patologie è indicata

    La magnetoterapia sarebbe particolarmente indicata nel trattamento di patologie a carico delle articolazioni (come nel caso dell’artrite), offrirebbe benefici nel trattamento delle fratture e delle distorsioni; sarebbe inoltre capace di ridurre i processi infiammatori e migliorare la risposta immunitaria dell’organismo costituendosi quindi come un trattamento “totale” per la salute della persona.
  5. Efficacia della magnetoterapia, funziona davvero?

    Fin qui abbiamo tentato di capire cosa sia la magnetoterapia senza entrare nel merito (spinoso) dell’efficacia di questo tipo di trattamento; iniziamo col dire che se parliamo dell’influenza dei campi magnetici sull’organismo umano la questione è ampliamente dibattuta da molti anni. Nello specifico della magnetoterapia esiste uno studio del 2002 che dimostra come questo tipo di trattamenti non abbiano alcun effetto sulla salute umana (fonte). La nostra opinione è (come sempre) che dovrebbe spettare alle persone decidere posto che, come stiamo per vedere nel paragrafo successivo, la magnetoterapia non presenta grosse controindicazioni tanto che infatti gli apparecchi di questo tipo sono comunemente disponibili in commercio; in pratica pur assumendo come vero che la magnetoterapia non abbia alcun effetto benefico per la salute umana resta (secondo noi di Unadieta.It) il diritto di “scelta terapeutica” da parte delle persone, diritto che può essere esercitato solo a fronte di una corretta informazione la quale sola può consentire di compiere scelte consapevoli. Se quindi qualcuno volesse (a fronte del fatto di esserne stato correttamente informato) comunque provare a trattare (per fare un esempio) la sua artrite attraverso la magnetoterapia deve essere libero di farlo; e se poi ne troverà un qualche miglioramento (magari solo immaginario) tanto meglio per lui. Detto in altre parole a una persona che soffre di dolore cronico dubito che interessi se il dolore diminuisce perché il trattamento funziona davvero o se per causa di un effetto placebo, la cosa che gli interessa è che il dolore diminuisca.

Controindicazioni della magnetoterapia

La maggiore controindicazione alla magnetoterapia riguarda le persone con problemi cardiaci e i portatori pacemaker ai quali questo trattamento è assolutamente precluso; spesso se ne sconsiglia il ricorso anche per i pazienti afflitti da neoplasie, in linea di massima ti consigliamo di tenere buona la linea guida che prevede il ricorso al medico di fiducia prima di iniziare qualsiasi trattamento (persino il più banale) e a maggior ragione se in presenza di patologie pregresse. In ogni caso altre patologie che escludono il ricorso alla magnetoterapia sono l’epilessia, malattie a carico dell’apparato endocrino ed ovviamente, ma non ci dovrebbe essere bisogno di dirlo, in caso di gravidanza (vale per la magnetoterapia come per qualunque altro tipo di trattamento alternativo, per le donne in gravidanza è bene sempre contattare il proprio medico di fiducia prima di tentare qualunque cosa)

Effetti collaterali della magnetoterapia

Fatti salvi i casi che abbiamo appena visto nel paragrafo precedente la magnetoterapia non presenta ad oggi controindicazioni rilevanti, è quindi potenzialmente un trattamento alla portata di chiunque; il fatto che sia priva di effetti collaterali non rende tuttavia la magnetoterapia un trattamento migliore degli altri, questo va sempre rimarcato, dal momento che, come abbiamo visto, l’efficacia della magnetoterapia è tutt’altro che scontata.

Benefici della magnetoterapia

Principalmente la magnetoterapia sembrerebbe offrire qualche reale beneficio come terapia contro il dolore (soprattutto quello cronico) per quanto anche in questo caso non esista alcuna prova scientifica a sostegno; tuttavia le persone affette da dolore cronico spesso sono in questa situazione da anni e potrebbero verosimilmente voler tentare anche la strada della magnetoterapia pur di provare a risolvere il loro problema. In questo caso consigliamo comunque il consulto col medico di fiducia, una chiacchierata con una persona esperta e competente non ha mai fatto male a nessuno.

Costo della magnetoterapia

Come accennato nei paragrafi precedenti sono disponibili in commercio numerosi apparecchi per la magnetoterapia a prezzi che sono decisamente abbordabili; mediamente il prezzo per un dispositivo di questo tipo può partire dai 200€ ed arrivare anche a 1000€ per gli apparecchi di tipo professionale. Mediamente una buona macchina per la magnetoterapia può essere acquistata con una spesa di circa 300/350€. Si tratta quindi di una spesa abbastanza abbordabile per chi volesse provare a capire in prima persona quali sono i reali benefici della magnetoterapia

Hai trovato utile questo post sulla magnetoterapia?
Condividilo sui social network
Unadieta.It © 2016 Tutti i diritti riservati | PIva 02992130738 | REA TA184606