ALIMENTAZIONE
FITNESS
SALUTE
WELLNESS
FOOD

Strabismo: come riconoscere e curare lo strabismo di venere


Strabismo: come riconoscere e curare lo strabismo di venereLo strabismo di venere è, tra tutte le patologie degli occhi, l’unica che presenti un così rilevante alone mitologico; nei prossimi paragrafi avremo modo, tra le altre cose, di capire perché questa particolare forma di strabismo ha assunto questo nome (che lo ricollega alla famosa dea greca della bellezza, dell’amore e della fertilità), per adesso limitiamoci a dire che lo strabismo di venere, come ogni altra forma di strabismo, altro non è che una deviazione degli assi visivi; nei prossimi paragrafi, invece, daremo una definizione più specifica dello strabismo di venere, delle cause e dei sintomi con cui si manifesta, proveremo a capire che differenza ci sia tra strabismo di venere divergente e convergente oltre che, come facciamo in tutti i nostri post, provare a definire quali siano i migliori approcci per curare o comunque ridurre questo tipo di strabismo.

Che cosa è la strabismo di venere

Lo strabismo di venere, come accennato nel paragrafo precedente, è una deviazione degli assi visivi; in realtà si tratta della forma più lieve di strabismo, tanto che il più delle volte le persone che ne sono affette decidono semplicemente di conviverci anche perché, come noto, questo tipo di strabismo è considerato alla stregua di quei piccoli difetti che contribuiscono a conferire fascino e carisma ai lineamenti del volto. Contrariamente a quanto si possa credere lo strabismo di venere non si chiama così perché è una disturbo che colpisce tipicamente le donne, al contrario, tende a colpire indistintamente entrambi i sessi; il vero motivo per cui questo strabismo viene definito “di venere” lo vedremo insieme nel prossimo paragrafo, per adesso limitiamoci a questa semplice definizione del disturbo, cioè di una deviazione degli assi visivi.

Strabismo di venere: informazioni generali

Iniziamo subito col dire che la definizione di strabismo di venere non è di tipo medico ma popolare; comunemente, quindi, nel linguaggio comune si definiscono così i casi di strabismo più lievi che corrispondono a precise caratteristiche (principalmente il fatto di essere divergenti, ma lo vedremo meglio in uno dei paragrafi conclusivi). Il riferimento a Venere deriva dal fatto che, nella mitologia, questa bellissima dea (la più bella di tutte) aveva un solo difetto, appunto un leggerissimo strabismo; da questo piccolo, insignificante particolare nasce quindi quello che ancora oggi continuiamo a definire come “strabismo di venere

  1. Le cause della strabismo di venere

    Iniziamo subito col dire che la principale causa dello strabismo di venere riguarda una disfunzione dei muscoli oculari; per questo motivo il disturbo risulta maggiormente riscontrabile nei bambini, tuttavia quando lo strabismo di venere si presenta a livello infantile il più delle volte il difetto regredisce da solo man mano che il bambino migliora la propria capacità di coordinare i movimenti. In realtà le cause dello strabismo di venere possono essere tantissime, un esempio su tutti possono essere alcuni casi di miopia, ma il disturbo potrebbe essere anche correlato a situazioni ben meno banali come nei casi in cui si presentasse come conseguenza di un’emorragia dovuta a un forte trauma cranico.
  2. Strabismo di venere: come riconoscerlo

    Riconoscere un problema di strabismo di venere è relativamente semplice, lo sguardo delle persone che ne sono affette, infatti, tende ad essere asimmetrico; normalmente lo questa forma di strabismo tende a colpire solo uno dei due occhi, potremo quindi constatare come una pupilla “punti” marcatamente all’esterno dell’asse visivo causando quindi quel disallineamento che prende appunto il nome di strabismo di venere
  3. Lo strabismo di venere infantile

    Come accennato lo strabismo di venere è sicuramente più comune tra i bambini che tra gli adulti; questo succede perché i bambini, soprattutto quelli molto piccoli, non hanno ancora pienamente acquisito la capacità di coordinare correttamente i muscoli del corpo. Da questo deficit nella coordinazione deriva quindi lo strabismo di venere come conseguenza della mancata coordinazione dei muscoli oculari; in ogni caso, come abbiamo già avuto modo di accennare in uno dei paragrafi precedenti, normalmente lo strabismo di venere infantile tende a regredire da solo man mano che il bambino acquisisce la piena capacità di coordinare i propri movimenti. Ovviamente questo non deve costituire un agio per bypassare il pediatra qualora si riscontri un leggero strabismo nel proprio bambino, meglio comunque prendere un appuntamento col medico e lasciare che sia lui a suggerire il modo migliore di procedere.
  4. Strabismo di venere: pregio o difetto?

    Alla domanda relativa al fatto se lo strabismo di venere sia da considerare un difetto o un pregio (da un punto di vista meramente estetico) la risposta non può che essere: dipende. Dipende perché ovviamente la cosa è soggettiva, per alcuni si tratterà di un piccolo difetto con cui impareranno a convivere senza alcuna difficoltà, per altri ancora si tratta di una peculiarità che ci rende, in qualche modo, unici, per altri in fine potrebbe essere una vera e propria spina nel fianco; un po’ come quando si dice che la lingua batte dove il dente duole, per le persone che non riescono ad accettare il proprio strabismo di venere anche solo guardarsi allo specchio o ascoltare una battuta tra le più banali può essere fonte di grande ansia e malessere
  5. Cura e correzione della strabismo di venere

    I principali metodi per la correzione e la cura dello strabismo di venere sono essenzialmente due; l’uso di apposite lenti correttive, utili per correggere i casi più lievi di strabismo di venere non sempre si rivela perfettamente risolutivo del problema mentre l’intervento chirurgico, al contrario, è quasi sempre risolutivo. Segnaliamo, poi, come molti siti affermino che sia possibile risolvere uno strabismo di venere di live entità attraverso la ginnastica oculare, tuttavia le fonti che abbiamo potuto reperire in merito sembrano avere posizioni discordanti. Ovviamente la cosa migliore che puoi fare se vuoi curare il tuo strabismo di venere è rivolgerti a un medico specializzato e seguire le sue indicazioni, lascia quindi perdere il fai da te e prendi appuntamento col tuo medico di fiducia, sarà lui a indicarti quale sia il miglior modo di procedere nel tuo caso specifico.

Strabismo di venere: uomini e donne

Contrariamente a quanto si possa credere lo strabismo di venere non è un disturbo che riguardi tipicamente le donne, questo tipo di difetto, infatti, colpisce indistintamente ambedue i sessi; possiamo immaginare che possa suscitare ilarità parlare di strabismo di venere riguardo ad un individuo di sesso maschile, ma è un’ilarità un po’ infantile. Ricordiamo inoltre che stiamo parlando di un difetto lieve, che nella maggior parte dei casi non procura alcun problema alle persone che ci convivono non fosse per quel canovaccio di battute vecchie come il cucco che alcuni intelligentoni trovano doveroso iniziare a snocciolare quando si trovano di fronte ad una persona che abbia un problema di anche minimo di strabismo; per quanto lo strabismo di venere sia una condizione assolutamente innocua sarebbe comunque opportuno (e doveroso anche) nel rispetto della sensibilità altrui evitare facili battute. Per il resto, a coloro che dovessero avere un problema di strabismo di venere a cui non riescono ad abituarsi, consigliamo di imparare a non curarsi di questo piccolo difetto e soprattutto di imparare ad ignorare chi non perdesse occasione per farglielo pesare.

Differenza tra strabismo di venere convergente e divergente

Diciamo subito che quando si parla di strabismo i termini convergente e divergente indicano semplicemente se la pupilla si sposta (rispetto all’asse visivo) all’esterno (strabismo divergente) o all’interno (strabismo convergente); nello specifico dello strabismo di venere è inutile parlare di strabismo divergente o convergente dal momento che questo tipo di disturbo è sempre di tipo divergente. Nello strabismo di venere (propriamente detto) assistiamo quindi sempre a uno spostamento della pupilla verso l’esterno rispetto all’asse visivo, per questo non è di alcuna utilità definire ulteriormente la natura divergente di questo tipo di strabismo.

Rischi e complicazioni della strabismo di venere

Lo strabismo di venere, come ampliamente ribadito in diversi passaggi di questo post, non è una condizione che debba destare alcun tipo di preoccupazione; si tratta infatti di un lieve difetto che, per di più, nella maggior parte dei casi non viene nemmeno percepito come tale. Anche se il tuo problema di strabismo di venere ti dovesse causare qualche forma di disagio prima di decidere di intervenire per correggerlo ricordati che un sacco di vip e personaggi famosi convivono tranquillamente con lo stesso tuo problema; da Lucy Liu a Emily Blunt, da Cheryl Cole a Scarlett Johansson passando per l’italianissima Sabrina Salerno sono tantissime le donne (apprezzate ovunque nel mondo per la loro sensualità) a convivere con lo stesso tuo difetto senza che questo intacchi minimamente la loro bellezza.

Strabismo di venere: conclusioni

Lo strabismo di venere è un piccolo difetto estetico che non preclude in alcun modo la normale funzionalità degli occhi e che è causato da una deviazione degli assi visivi; lo strabismo di venere è sempre di tipo divergente e può colpire, a dispetto del nome, tanto gli uomini quanto le donne. Anche se la maggior parte delle persone convive tranquillamente con questa condizione, percependola in alcuni casi non come un difetto ma come un vero e proprio punto di forza anche sotto l’aspetto meramente estetico, altre possono vivere con malessere il loro strabismo di venere, in questi casi si può intervenire o tramite l’uso di lenti correttive o, in ultima istanza, per via chirurgica; ricordiamo infatti che la chirurgia è metodo che consente di risolvere lo strabismo di venere con certezza e senza rischi particolari correlati all’intervento in se. Terminiamo ricordando che lo strabismo di venere può presentarsi in età infantile in maniera del tutto fisiologica a causa del deficit nella capacità di coordinarsi che tutti i bambini hanno alla nascita; con la crescita del bambino e il miglioramento della capacità di coordinarsi lo strabismo di venere regredisce completamente senza bisogno di intervenire in alcun modo.

Hai trovato utile questo post sullo strabismo di venere?
Condividilo sui social network
Unadieta.It © 2016 Tutti i diritti riservati | PIva 02992130738 | REA TA184606