ALIMENTAZIONE
FITNESS
SALUTE
WELLNESS
FOOD

Onicocriptosi: cause, sintomi e rimedi contro le unghie incarnite


Onicocriptosi: cause, sintomi e rimedi contro le unghie incarniteLe unghie incarnite sono un disturbo abbastanza frequente, chiamate in gergo medico col nome di onicocriptosi, questo problema, di per se tutto sommato banale, può generare complicazioni anche importanti se trascurato e non opportunamente trattato; anche se le unghie incarnite sono comunemente percepite come un disturbo di lieve entità in realtà stiamo parlando di una condizione che può diventare estremamente fastidiosa e dolorosa tanto da richiedere, nei casi più rilevanti, di intervenire chirurgicamente. Nei prossimi paragrafi avremo modo di entrare nel vivo di questo post e di descrivere le cause e i sintomi delle unghie incarnite e di illustrare i migliori rimedi per curare e prevenire l’ onicocriptosi

Che cosa sono le unghie incarnite

Le unghie incarnite, come il nome stesso ci suggerisce, sono una condizione in cui la lamina dell’unghia si “incarna”, penetra cioè nella carne delle dita incidendola pian piano crescendo; quello che succede, in pratica, è che l’unghia, specie quando viene tagliata molto corta, nel momento in cui inizia a crescere penetra nella carne del dito (quindi si incarna). Questo processo ovviamente non avviene dalla sera alla mattina, richiede tempo, ma a lungo andare la situazione non fa altro che peggiorare, l’unghia si incarna sempre più originando processi infettivi che possono avere conseguenze anche gravi. Come stiamo iniziando a capire, quindi, anche se quello delle unghie incarnite è un disturbo tutt’altro che raro questo non vuol dire che sia banale o innocuo; in uno dei prossimi paragrafi, infatti, avremo modo di constatare che un’unghia incarnita, se trascurata, può provocare guai anche seri.

Unghie incarnite: informazioni generali

Fino adesso ci siamo limitati a spiegare in modo semplice che cosa si intenda per onicocriptosi e abbiamo detto che si tratta di un problema che riguarda le unghie e che tutti noi comunemente riconosciamo col nome di “unghia incarnita”; fin qui ci siamo più che altro concentrati a ricordare che anche se parliamo di un disturbo molto comune non deve mai essere trascurato perché può provocare danni anche importanti, nei prossimi paragrafi entreremo finalmente nel vivo di questo post e capiremo insieme quali sono le cause, i sintomi e i migliori rimedi contro le unghie incarnite.

  1. Quali sono le cause delle unghie incarnite

    La principale causa di unghie incarnite sono le calze e scarpe inadeguate; esistono certamente tanti casi in cui la conformazione delle dita del piede favorisce inevitabilmente questo problema, ma nella maggior parte dei casi a provocare l’incarnamento dell’unghia sono scarpe e calze eccessivamente strette. Esistono inoltre numerose patologie che possono favorire l’insorgenza delle unghie incarnite, citiamo ad esempio il diabete, l’obesità e l’artrite; a questi disturbi si aggiungono altri fattori che possono favorire l’ onicocriptosi come l’eccessiva sudorazione, la micosi delle unghie e la scarsa igiene personale. In fine, oltre a tutte le cause fin qui elencate delle unghie incarnite, segnaliamo che anche il modo in cui si tagliano le unghie è un fattore di rischio rilevante per l’insorgenza di questo disturbo, chi infatti è abituato a tagliarle molto corte si espone maggiormente al rischio di onicocriptosi dal momento che è più facile che la lamina finisca col crescere, invece che al di sopra, incarnandosi, nel letto ungueale
  2. Unghie incarnite: i sintomi principali

    Il principale sintomo attraverso cui l’ onicocriptosi si manifesta è il dolore; le unghie incarnite, infatti, oltre che a provocare un forte stato infiammatorio sono anche di norma fastidiose e possono diventare anche molto dolorose. Già alla comparsa del dolore, che è molto caratteristico, sarebbe opportuno prendere immediati provvedimenti; alcune persone sono già abituate a gestire questo tipo di problema e tendono a risolverlo da sole, noi però consigliamo di rivolgersi in ogni caso al medico di fiducia perché col fai da te il rischio di provocare infezioni è tutt’altro che trascurabile.
  3. Come si riconosce un’unghia incarnita

    Riconoscere un’unghia incarnita è semplicissimo, si nota infatti perfettamente che l’unghia sta incidendo la carne e sta quindi iniziando ad incarnirsi; come vedremo meglio nel paragrafo dedicato alla prevenzione dell’ onicocriptosi in realtà stiamo parlando di un problema che, con qualche piccola accortezza, possiamo evitare tranquillamente per cui più che di imparare a riconoscere un unghia incarnita bisognerebbe preoccuparsi di porre in essere tutte quelle piccole accortezze che ci consentono di prevenire questo disturbo
  4. Unghia incarnita: quando rivolgersi al medico

    Come abbiamo già avuto modo di accennare molte persone tendono a gestire col fai da te un’unghia incarnita il che, quanto meno nelle primissime fasi, può anche non essere un’idea terribile; se ci si rende conto, magari al termine di una doccia, che un unghia rischia di incarnirsi allora si può tentare di evitare che succeda senza rivolgersi al medico. Se però l’unghia è già incarnita, il discorso è completamente diverso, bisogna quindi evitare qualche soluzione casalinga e contattare quanto prima il medico.
  5. Cura e trattamento delle unghie incarnite

    Nella maggior parte dei casi le unghie incarnite guariscono da sole, questo però non ci mette al riparo dal rischio di infezioni ed è per questo che occorre sempre rivolgersi al medico; quando l’ onicocriptosi non regredisce spontaneamente e quindi l’unghia continua a incarnirsi si può ricorrere all’aiuto di uno specialista (podologo) che tenterà di risolvere il problema senza ricorrere alle vie chirurgiche. Non sempre le soluzioni meno invasive si rivelano efficaci nel trattamento delle unghie incarnite, nei casi in cui quindi nonostante l’intervento del podologo il disturbo non potesse essere risolto si dovrà ricorrere necessariamente alla chirurgia per estrarre dalla carne l’unghia.

Rimedi naturali contro le unghie incarnite

Esistono numerosi rimedi naturali per trattare un unghia incarnita, molti di questi rimedi sono anche comunemente impiegati dai podologi come ad esempio nel caso dei pediluvi; bisogna però sempre ricordare che il rischio maggiore correlato a questa condizione è che si sviluppino infezioni che, soprattutto in presenza di altre patologie come (per esempio) il diabete, possono diventare anche molto complicate da curare.

Come prevenire le unghie incarnite

Per prevenire l’ onicocriptosi è fondamentale innanzitutto tagliarsi correttamente le unghie; si deve quindi evitare di tagliarle troppo corte visto che questo è, come abbiamo visto, uno dei potenziali fattori di rischio legati alle unghie incarnite; per evitare il rischio di infezioni, inoltre, può essere utile fare dei pediluvi abitualmente usando magari delle sostanze con proprietà antibatteriche (ve ne sono diverse in commercio, basta chiedere consiglio in farmacia) ed ovviamente non bisogna mai dimenticare di avere un’accurata igiene personale e di asciugare sempre bene i piedi dopo averli lavati. In fine per prevenire le unghie incarnite è importante scegliere calze e scarpe adeguate, per le calze quindi prediligere sempre i tessuti naturali (come il cotone) a quelli sintetici che inibiscono la naturale traspirazione, mentre per le scarpe è importante scegliere modelli che non stringano troppo sulla punta e che quindi risultino pienamente confortevoli per il piede.

Complicazioni possibili delle unghie incarnite

Come abbiamo ormai ampliamente ripetuto il maggior rischio di complicazioni legate all’ onicocriptosi riguarda i processi infettivi che, in certi casi, possono avere effetti anche estremamente dannosi; in particolare nei soggetti diabetici l’ onicocriptosi rappresenta un rischio da non sottovalutare dal momento che non è raro che le infezioni che derivano da questo disturbo possano degenerare a tal punto da provocare una cancrena. Bisogna infatti sempre ricordare che le unghie incarnite sono la principale causa di infezioni nei soggetti affetti da piede dabietico la cui principale complicazione è, appunto, la cancrena

Unghie incarnite: conclusioni

Le unghie incarnite sono un disturbo che si verifica quando la lamina dell’unghia, crescendo, penetra nel letto ungueale finendo appunto con l’incarnarsi; si tratta di un disturbo abbastanza comune ma tutt’altro che banale, questo genere di problemi, infatti, può facilmente provocare infezioni che, in certi casi, possono avere effetti anche molto gravi. Anche se molti trattano l’ onicocriptosi con rimedi casalinghi e soluzioni fai da te bisogna sempre ricordare che questo disturbo andrebbe sempre riferito al medico di fiducia, proprio per l’elevato rischio di infezioni, mentre i rimedi casalinghi possono essere reputati validi solo per quel che riguarda la prevenzione delle unghie incarnite e non per la loro cura

Hai trovato utile questo post sulle unghie incarnite?
Condividilo sui social network
Unadieta.It © 2016 Tutti i diritti riservati | PIva 02992130738 | REA TA184606