ALIMENTAZIONE
FITNESS
SALUTE
WELLNESS
FOOD

Dimagrire con la dieta: solo una persona su cinque ce la fa


dimagrire con la dieta

Rendiamo nota dell'ennesimo studio made in USA relativo alla dieta, pubblicato recentemente su ScienceDaily si tratta di una ricerca condotta da Jessica Bartfield, eminente studiosa del Loyola Center for Metabolic Surgery & Bariatric Care la quale sostiene di aver scoperto i quattro principali motivi per cui le persone che iniziano una dieta alla resa dei conti poi non riescono affatto a dimagrire;
secondo questa ricerca, infatti, sembrerebbe che solo il 20% di chi inizia una dieta riesce poi effettivamente a raggiungere i risultati prefissati.

Uno dei principali motivi, almeno secondo questo studio, è che tendiamo a sovrastimare le calorie bruciate con l'attività fisica mentre al contempo sottostimiamo quelle assunte quando mangiamo, in più, sempre secondo la ricercatrice USA, i nostri sforzi sono spesso vanificati da cattive abitudini e stili di vita poco regolari, non dormiamo a sufficienza, ad esempio, e mangiamo negli orari più disparati.
Tuttavia quando leggiamo di queste ricerche ci sorge spontanea una domanda, che da anni facciamo un pò a tutti e alla quale non riusciamo a trovare una risposta;
questa domanda è nata quando, essendo noi di unadieta.it dei golosacci, un giorno, durante un breafing di lavoro in un bar, ci siamo chiesti:
ma se dimagrire e ingrassare sono solo una questione di calorie, allora se per esempio mangiassimo per un mese di fila 5 merendine al giorno di quelle ultra caloriche da 500/600 KCAL l'una cosa succederebbe?
Fermorestando che non riusciremo mai a trovare qualcuno abbastanza pazzo da fare un esperimento del genere, anche perchè probabilmente ci lascierebbe le penne, secondo noi, ma restiamo in attesa di smentita, se provate a vivere un mese mangiando 5 merendine ultracaloriche al giorno anche se l'apporto calorico complessivo si rivelerà superiore al vostro fabbisogno giornaliero, finirete gioco forza col dimagrire;
pensiamo anche piuttosto velocemente...
Il problema è che quando si parla di dieta ed alimentazione entrano in campo una quantità di fattori enormi, come ad esempio il metabolismo, la sensazione di sazietà, la quantità di nutrienti contenuta negli alimenti, si tratta di una mole di variabili così vasta e soggettiva che non è possibile ridurre il tutto solo ed esclusivamente al computo delle calorie.
Chi vi scrive, ad esempio, ho già avuto occasione di raccontarlo in altri articoli, è un ex obeso;
ebbene io personalmente non sono riuscito a dimagrire grazie ad una dieta, ma semplicemente facendo molta più attività sportiva, questo giusto per sfatare questo mito delle calorie.
Per carità, non stiamo dicendo che l'apporto calorico non conti nulla, intendiamo solo sottolineare come non sia l'unico coefficiente rilevante quando si prende in considerazione il tentativo di una persona di dimagrire;
io per esempio assumo ormai da anni una quantità di calorie giornalmente che potrebbe essere considerata tipica di una dieta ipocalorica (dalle 1200 alle 1600 KCAL al giorno), eppure ormai sono anni che non dimagrisco e nemmeno ingrasso.
Il mio organismo si è tarato su questo apporto calorico;
c'è da dire che essendo io vegetariano la mia alimentazione ha alcune carattarestiche che mi permettono di evitare di mettere su troppi chili in eccesso e ormai viaggio abbastanza stabilmente fra i 2kg sopra e i 2kg sotto il mio peso forma in base ai periodi in cui magari mangio di più (ad esempio d'inverno) e quelli in cui mangio di meno (come d'estate).
Ma chiudiamo qui questa divagazione e torniamo a parlare della nostra cara ricercatrice statunitense;
Secondo la Bartfield, la quale con la sua ricerca in qualche modo da ragione al nostro ragionamento di poco fa, basterebbe tenere traccia, usando un diario alimentare, di tutto quello che mangiamo e beviamo (ricordate che spesso le bibite che consumiamo sono stracariche di zuccheri e quindi per nulla irrilevanti in termini di apporto calorico) per ottenere risultati migliori quando iniziamo una dieta.
La ricerca rileva inoltre che servono almeno 30 minuti al giorno di attività fisica, unitamente al fatto di avere stili di vita regolari non solo in termini di pasti ma anche di riposo, per evitare che solo una persona su cinque riesca effettivamente a dimagrire quando inizia una dieta.

Unadieta.It © 2016 Tutti i diritti riservati | PIva 02992130738 | REA TA184606