ALIMENTAZIONE
FITNESS
SALUTE
WELLNESS
FOOD

Dimagrire con la dieta: una storia personale


una dieta per dimagrire

Ok, devi perdere un tot di chili, probabilmente devi perderli da una vita e ti inizi a chiedere quale sia la migliore dieta per dimagrire;
E allora?
Che si fa, come si fa?
Ti metti a fare sport oppure ti metti a dieta?
Magari tutte e due le cose insieme, si, ma quale sport e quale dieta?
E come fai, ti organizzi con internet o ti rivolgi a un dietologo?
Aldilà delle motivazioni personali, che sono fondamentali per ottenere buoni risultati, fare la scelta migliore per se stessi non è affatto facile;
prendete il mio caso, ad esempio, chi vi scrive è un ex bambino obeso, a 15 anni ero arrivato a pesare oltre 100 chili con un altezza di 175 cm, oggi ne peso 78 e sono alto 184cm...
volete sapere come ho fatto?

Beh, prima ho iniziato a correre, poi sono diventato vegetariano...
Il risultato?
che ho avuto fortuna, tanta;
ma andiamo con ordine.
Partiamo dall'attività sportiva, per fortuna ho avuto l'intuizione di iniziare gradualmente, ho iniziato con 10 minuti al giorno, poi ogni settimana aggiungevo 5 minuti al programma, questo mi ha permesso di entrare in condizione poco alla volta ed arrivare a un certo punto a correre circa 13 km al giorno in 75 minuti;
però, c' è sempre un però...
dopo un anno avevo il ginocchio sinistro senza menischi, cosa che mi obbliga ad oggi a dover mantenere un più che buono tono muscolare, perchè il mio ginocchio sinistro è tenuto su dalla muscolatura e invecchiando la cosa mi darà certamente dei problemi;
il ginocchio destro in compenso è messo molto peggio, lesione al tendine rotuleo, il che vuol dire che basta un pò più di umidità e potrete vedermi simpaticamente zoppicare.
Volete sapere come mi sono ridotto così?
E' semplice!
Troppi allenamenti (13km al giorno sono troppi se non hai alle spalle un'ottima preparazione), allenamento sul'asfalto (che non essendo elastico ripercuote ogni colpo dovuto al passo direttamente sul ginocchio, di solito ci si dovrebbe allenare su terreni più appropriati) e soprattutto scarpe inadeguate (a quei ritmi avrei dovuto camibarle una volta al mese);
ovvio che tutti sono portati a pensare, però hai perso più di 20 chili, si, ma a quale prezzo?
Spero con questo piccolo racconto di essere riuscito a farvi capire l'importanza di affidarsi a dei seri professionisti, il che non vuol dire affidarsi ciecamente a qualcuno, tutt'altro, questo noi non ve lo consiglieremo mai, ma piuttosto informatevi e studiate anche per mettervi in condizione di poter capire se il professionista tanto capace che avete di fronte non sia in realtà, molto più semplicemente, un inutile millantatore;
per quanto riguarda la dieta il discorso è, se possibile, ancora più complicato.
Perchè se fate sport in maniera sbagliata, esagerate, o non tenete la giusta postura, il vostro corpo vi comunicherà subito ed efficientemente (attraverso dolori ed infortuni di vario genere) che state sbagliando, permettendovi di correre ai ripari ed aggiustare il tiro;
con l'alimentazione invece il discorso non è proprio così immediato e se vi improvvisate dietologi dalla sera alla mattina, o peggio ancora vi affidate alle diete strampalate propinate da riviste e tv, rischiate di recarvi un danno anche importante di cui difficilmente riuscirete a rendervi conto in tempi veloci.
Se avrete un giramento di testa in agosto difficilmente lo imputerete alla dieta, ad esempio, ma darete la colpa al caldo;
nel mio caso, io sono vegetariano, non è stato tanto il tipo di alimentazione a crearmi problemi, ma la mia incapacità di gestire la mia alimentazione (cucinare ogni giorno, dando varietà ai cibi di cui mi nutrivo) in quanto una volta uscito da casa e non essendoci più mia madre a prepararmi le sue squisite cene (santa donna), ho letteralmente perso la bussola.
Il risultato?
Gastriti, debolezza cronica, insonnia, effetto debilitante sul sistema immunitario;
è quello che essenzialmente vi può capitare se iniziate a nutrirvi di soli cibi precotti o surgelati (in realtà andate incontro a scompensi molto più rognosi e potenzialmente davvero pericolosi).
Tirando le somme di tutto questo discorso, lo sport migliore è quello più giusto per voi e lo stesso possiamo dire per quel che riguarda una dieta;
solo voi potete capire qual'è la dieta giusta per voi, ecco perchè è importante approfondire e studiare prima di iniziare una dieta, tuttavia solo un professionista (il vostro personal trainer se parliamo di sport o il vostro dietologo o nutrizionista nel caso della dieta) sanno come equilibrare il tutto.
A voi quindi, ad esempio, stabilire a cosa sentite di poter rinunciare e a cosa no, al vostro dietologo stabilire porzioni e menù (la varietà quindi) da alternare giorno per giorno, a voi scegliere lo sport più adatto a voi, quello che vi appassiona di più, al vostro personal trainer stabilire come e quanto è opportuno che vi alleniate;
solo così, attraverso un vero e proprio lavoro di squadra, fianco a fianco, voi col vostro dietologo, voi col vostro personal trainer, potrete raggiungere i risultati che vi siete prefissati, nella maniera migliore e senza correre alcun rischio.
Noi, dal canto nostro, vorremmo solo darvi i giusti spunti per iniziare questo percorso, ben consapevoli che il lavoro più grosso spetta a voi, ci siamo passati anche noi prima di voi, e proprio per questo che facciamo il tifo per voi;
come abbiamo già avuto modo di scrivere altrove, se questa fosse una guerra sarebbe difficile da vincere, forse, ma certo vale la pena di combatterla.

Unadieta.It © 2016 Tutti i diritti riservati | PIva 02992130738 | REA TA184606