ALIMENTAZIONE
FITNESS
SALUTE
WELLNESS
FOOD

Le calorie negli alimenti


Calorie alimenti

Le calorie degli alimenti rappresentano per tante persone una sorta di fissazione, questo perchè si è andato nel tempo consolidando il concetto che occorra, per dimagrire o per mantenere il peso forma, pesare tutti gli alimenti e conteggiare le calorie contenute in ogni pasto; non che questo concetto sia sbagliato, ma una corretta alimentazione è un'idea molto più larga che non si può ridurre al semplice computo delle calorie degli alimenti.
Tuttavia può essere importante conoscere l'apporto calorico degli alimenti che consumiamo per evitare errori grossolani e per migliorare l'equilibrio complessivo della nostra alimentazione.

Le calorie alimentari

Iniziamo col fare un pò di chiarezza e diamo una definizione il più precisa possibile del concetto di "caloria alimentare";
troppo spesso infatti le calorie negli alimenti si riducono ad essere un mero numero su un'etichetta, tentiamo quindi di capire per bene che cosa si intende quando parliamo di "calorie alimentari".
In nutrizione di parla di caloria (indicata sulle etichette col simbolo Cal o Kcal) indica la quantità di energia necessaria ad aumentare di un grado la temperatura di un chilo di acqua distillata (indica in altre parole l'apporto energetico di un alimento in rapporto a l'unità di massa).
Già questo concetto dovrebbe farvi capire come, parlando di calorie, si cada spesso in un errore grossolano;
se invece di parlare di apporto calorico parlassimo di apporto energetico capireste molto facilmente come la riduzione drastica di calorie (tipica ad esempio delle diete ipocaloriche) si traduce in sostanza con un'altrettanto netta riduzione delle "energie" che quotidianamente assumiamo attraverso gli alimenti;
Di conseguenza non può essere corretto definire la quantità di un alimento in base al puro apporto calorico perchè non possiamo dimenticare l'importanza della qualità del nutriente che andiamo ad assumere.
Prendiamo ad esempio la pasta, ha un discreto apporto calorico, dovuto essenzialmente ai carboidrati, ma contiene anche una buona quantità di fibre (specie se integrale) ed è quindi fra gli alimenti importanti da integrare in una dieta sana al di là delle calorie.
Il computo delle calorie degli alimenti è quindi da intendersi più come una linea guida quando abbiamo bisogno di strutturare una dieta piuttosto che come un principio o un valore assoluto;
in altre parole è importante conoscere la quantità e la qualità dei nutrienti contenuti negli alimenti, le calorie che contengono, ma è altrettanto importante che questo non diventi una fissazione anche perchè i valori delle calorie presentati nelle tabelle alimentari sono statisticamente approssimatvi rispetto al contenuto energetico, o apporto calorico che dir si voglia, e come tali vanno sempre considerate.

Calorie alimenti: il fabbisogno calorico

Per fabbisogno calorico si intende la quantità di energia di cui abbiamo bisogno nella nostra quotidianità, esiste quindi una quantità di calorie che dobbiamo assumere ogni giorno attraverso gli alimenti;
il calcolo del fabbisogno calorico dipende da diversi fattori quali ad esempio età, sesso, attività fisica ed in definitiva il quadro clinico generale di un individuo.
Tre sono i fattori che influenzano direttamente la quantità che ogni giorno dobbiamo assumere attraverso gli alimenti di calorie:

  1. metabolismo basale: incide al 60/70 per cento nel computo del fabbisogno calorico, semplificando un pò possiamo dire che è la quantità di calorie minima necessaria all'organismo per un corretto funzionamento in condizioni di sedentarietà assoluta
  2. attività fisica: rappresenta il 20/30 per cento del fabbisogno calorico complessivo, la quantità di calorie da assumere con gli alimenti quotidianamente varia quindi al variare dell'intensità e della frequenza con cui svolgiamo attività fisica
  3. termogenesi indotta dagli alimenti: anche mangiare comporta un certo dispendio energetico, per termogenesi indotta (TID) intendiamo quindi la quantità di calorie (energia) necessaria al corpo per digerire, assorbire ed utilizzare gli alimenti che assumiamo quotidianamente e rappresenta circa il 10% del fabbisogno calorico

Distribuire le calorie degli alimenti nei pasti

La quantità di calorie che bruciamo nell'arco della giornata non è sempre la stessa, si può quindi andare ad agire sull'effettivo assorbimento calorico dell'organismo distribuendo la quantità di calorie assunte con gli alimenti sui vari pasti che consumiamo nell'arco della giornata;
vediamo quindi quale dovrebbe essere la distribuzione ideale delle calorie nei vari pasti:

  1. Colazione: tra il 15% e il 20% del fabbisogno giornaliero
  2. Spuntini (metà mattinata e metà pomeriggio): tra il 5% e il 10% dell'apporto calorico quotidiano
  3. Pranzo: circa il 35% delle calorie complessivamente assorbite nella giornata
  4. Cena: tra il 20% e il 35% delle calorie totali (può variare in funzione del pranzo)

Calorie alimenti: scopri l'apporto calorico di tutti gli alimenti

Unadieta.It © 2016 Tutti i diritti riservati | PIva 02992130738 | REA TA184606