ALIMENTAZIONE
FITNESS
SALUTE
WELLNESS
FOOD

La dieta del gruppo sanguigno: ecco di cosa si tratta


Dieta del gruppo sanguignoLa dieta del gruppo sanguigno è una dieta sviluppata da un medico naturopata americano di nome Peter D'Adamo;
come suggerisce il suo stesso nome questo regime alimentare prevede il consumo o meno di certi alimenti in base all'appartenenza a un certo gruppo sanguigno.
D'Adamo riteneva che i gruppi sanguigni si fossero sviluppati, insieme con l'evoluzione umana, via via che andavano cambiando le abitudini alimentari;
di conseguenza decise di sviluppare una dieta, che appunto chiamò dieta del gruppo sanguigno, che fosse interamente strutturata intorno a questa convinzione.

Evoluzione dei gruppi sanguigni

  1. Gruppo sanguigno 0: E' il primo gruppo sanguigno apparso sulla terra, circa 40.000 anni fa, quando l'umo per nutrirsi seguiva gli spostamenti delle grandi mandrie di animali, avendo quindi un'alimentazione basata sul consumo di grandi quantità carne e quindi ricca di proteine.
  2. Gruppo sanguigno A: Nasce in seguito all'introduzione dell'agricoltura e all'allevamento degli animali circa 25.000 - 15.000 anni fa.
  3. Gruppo sanguigno B: Nasce attorno all'Himalaya, 10.000 - 15.000 anni fa. Costituito da popolazioni nomadi la cui alimentazione era basata soprattutto sulla pastorizia, quindi carne e latticini.
  4. Gruppo sanguigno AB: E' il gruppo sanguigno più recente, nato appena 1000 - 1200 anni fa dall'incrocio del gruppo A con quello del gruppo B, causato dalle vittorie dei barbari (gruppo B) sui romani (gruppo A).

Secondo D'Adamo ogni gruppo sanguigno ha la propria dieta ideale, fatta di alimenti fondamentali, cibi da evitare ed altri ancora di tipo "indifferente" secondo lo schema che segue:

GRUPPO SANGUIGNO 0

  1. Cibi Benefici manzo, agnello, montone, vitello, selvaggina, pesce, verdura, frutta
  2. Cibi da Evitare cereali, legumi, cavoli, maiale, caviale, formaggi, uova, legumi cereali, crocifere
  3. Cibi indifferenti carni rosse, spinaci, broccoli, fegato

GRUPPO SANGUIGNO A

  1. Cibi Benefici formaggio di soia, latte di soia, olio di lino, olio d'oliva, arachidi, burro di arachidi, semi di zucca, soia rossa, fagioli azuki, lenticchie, amaranto, grano saraceno, pane di germe di grano, farina d'avena, farina di riso, farina di segale
  2. Cibi da Evitare carne, sogliole, fagioli rossi, germe di grano, solanacee, arance, mandarini
  3. Cibi indifferenti soia, verdure, ananas, oli vegetali

GRUPPO SANGUIGNO B

  1. Cibi Benefici agnello, montone, coniglio, latticini, pesce, riso, orzo, frutta, verdure
  2. Cibi da Evitare pollo, maiale, crostacei, semi, noci, fagioli neri, ceci, mais, frumento, pomodori, melograno
  3. Cibi indifferenti verdure, carne, uova, fegato, liquirizia

GRUPPO SANGUIGNO AB

  1. Cibi Benefici agnello, tacchino, formaggi molli, pesce, lumache, tofu, verdure, frutta
  2. Cibi da Evitare maiale, manzo, crostacei, funghi, arance, frutta tropicale, pollo
  3. Cibi indifferenti ananas, ciliegie, prugne

Detto questo è importante sottolineare come non esista alcuna evidenza scientifica relativa alla qualità di questo metodo;
questo non vuol dire che la dieta del gruppo sanguigno possa essere dannosa o pericolosa, non esistono infatti prove nemmeno in questo senso.
Per quanto ci riguarda non ci riesce poi così difficile pensare che l'appartenenza a un determinato gruppo sanguigno possa offrire indicazioni relative, per esempio, alla maggiore possibilità di sviluppare alcune intolleranze alimentari, o qualcos'altro del genere, tuttavia, lo ribadiamo, occorre prendere atto che, esistano o meno questi rimandi fra gruppo sanguigno e alimentazione, non ci sono ad oggi prove scientifiche inconfutabili capaci di dimostrare questo o comunque di rendere possibile ideare un modello dietetico ad hoc per un determinato gruppo sanguigno

Unadieta.It © 2016 Tutti i diritti riservati | PIva 02992130738 | REA TA184606