ALIMENTAZIONE
FITNESS
SALUTE
WELLNESS
FOOD

Gli italiani secondo il ministero della salute: un branco di idioti


Le raccomandazioni sulle etichette del ministero della salute

Che il ministero della salute ci abbia abituato ormai da anni a raccomandazioni che sfiorano e certe volte superano il ridicolo è cosa alla quale ormai siamo più che abituati;
una delle ultime boutade è di qualche giorno fa e riguarda le raccomandazioni contro il caldo, evidentemente stufi della solita solfa che da anni ci spiega che per combattere il caldo dobbiamo bere tanta acqua, consumare frutta e bagnarci la testa (come se fossimo degli emeriti cretini) quest'anno il ministero della salute ha tenuto a precisare che per combattere l'afa è meglio il condizionatore del ventilatore.
Ma dai...

Non reputando, evidentemente, sufficiente la soglia del ridicolo raggiunta con questa raccomandazione il ministero della salute ha deciso di alietarci con altre ridicole raccomandazioni su come fare della spesa alimentare sana;
per di più ha anche deciso di diffondere un opuscolo per aiutare noi poveri consumatori celebrolesi nel fare la spesa.
Vogliamo dire immediatamente che ci piacerebbe sapere quanto è costata la realizzazione di questo opuscolo, chi sia l'azienda che ha gestito quest'appalto e secondo quali criteri è stata scelta anche perchè, come diceva qualcuno, a pensar male si fa peccato ma quasi sempre ci si prende e, in tutta sincerità, il suddetto opuscolo anche in virtù dei suoi contenuti ci ricorda da vicino la vicenda delle "pillole del sapere" di cui si occupò a suo tempo report.
Ma andiamo a vedere più nel dettaglio quali sono le raccomandazioni contenute in questo indispensabile opuscolo:

  1. ETICHETTA: il ministero ci invita a imparare a leggere le etichette, noi invitiamo il ministero a prendere atto che la normativa europea relativa alle etichette non è stata ancora recepita dall'Italia, abbiamo infatti verificato su un campione di 20 alimenti e nessuno rispetta le direttive europee in fatto di etichettatura; che cosa stanno aspettando?
  2. ILLUSTRAZIONI: il ministero della salute ci tiene ad informarci che le illustrazioni sulle confezioni dei generi alimentari non sono rappresentative del prodotto reale; e dire che noi non l'avremmo mai pensato...
  3. INGREDIENTI: Il ministero della salute ci informa che l’ordine con cui vengono riportati gli ingredienti indica la quantità contenuta in modo decrescente e questa è davvero un informazione di vitale importanza per la tutela della nostra salute
  4. SCADENZA: il ministero della salute ci invita a non consumare alimenti scaduti, meno male che ci hanno avvertito perchè altrimenti da soli non ci saremmo mai arrivati
  5. TERMINE MINIMO CONVERSAZIONE: mai confondere la dicitura "scadenza" con quella "da consumarsi preferibilmente entro" perchè indicano due cose diverse; ma che davvero?
  6. PESO: Il ministero ci invita a controllare il peso netto degli alimenti per non essere ingannati dalle dimensioni delle confezioni; cosa centra con la salute alimentare questa raccomandazione?
  7. ALLERGIE: Adesso si che questo opuscolo può salvarci la vita e ci ricorda che se siamo allergici a qualche alimento dobbiamo controllare gli ingredienti dei cibi che acquistiamo per essere sicuri di poterli consumare (e qui il confine delo ridicolo viene superato e sconfina ben oltre il comico ed il grottesco)
  8. SURGELATI: mi raccomando, i surgelati vanno nel freazer, non fate come al vostro solito che li conservate nel forno (sinceramente leggendo questa raccomandazione ci è venuta voglia di emigrare, il nostro governo evidentemente ci considera dei completi idioti)
  9. PESCE: qui il ministero ci ricorda che le etichette delle pescherie riportano se il prodotto è fresco o decongelato (e noi ricordiamo al ministero che essendo i controlli scarsi e inefficienti le truffe in merito sono come le stelle in cielo, difficili da enumerare)
  10. MATERIALE RICICLATO: infine il ministero ci chiede di preferire alimenti il cui pakaging è ottenuto da materiali da riciclo per la tutela dell'ambiente (che ricordiamo è di pertinenza di un altro ministero, ma tant'è quest'ultimo è forse l'unico consiglio sensato di questo opuscolo)


Insomma, prendiamo atto dalla lettura di questo opuscolo che il governo italiano considera i suoi cittadini dei completi e irrecuperabili imbecilli;
come si dice, il bue che chiama cornuto l'asino.

Unadieta.It © 2016 Tutti i diritti riservati | PIva 02992130738 | REA TA184606