ALIMENTAZIONE
FITNESS
SALUTE
WELLNESS
FOOD

Vegano o vegetariano: qual è la differenza


La differenza fra un vegano e un vegetariano

Molte persone non colgono la differenza fra un vegano e un vegetariano;
in questo post, oltre a capire qual è la differenza fra un vegano e un vegetariano, tenteremo anche di capire meglio quali sono i principi che possono agire dietro queste due differenti scelte, qual è la diffusione dei vegani in italia e quale invece quella dei vegetariani (esiste una profonda differenza anche in questo).
Molto spesso nel nostro paese si confondono queste due parole e si tende a considerare ogni vegetariano un vegano, forse anche perché quella vegana è una realtà ancora molto di nicchia nel nostro paese che conta, invece a differenza dei vegani, un buon numero di vegetariani

Differenza fra vegano e vegetariano

Esiste una differenza sostanziale fra la parola vegano e la parola vegetariano;
nel primo caso, infatti, si definisce vegano chi abbia deciso di rinunciare al consumo di qualunque alimento di origine animale.
A differenza di un vegano, invece, un vegetariano, pur abbandonando il consumo di carne, continua a consumare alcuni alimenti di origine animale (i così detti derivati) come latte e uova.
E’ esattamente questa, in definitiva, la differenza sostanziale fra un vegano e un vegetariano;
si tratta di due scelte profondamente differenti, che comportano effetti differenti sull’equilibrio psico-fisico generale della persona.
In Italia ci sono più di 4 milioni di persone vegetariane (circa il 7% della popolazione) mentre solo lo 0.6% adotta un’alimentazione di tipo vegana.

L’alimentazione vegana

Come abbiamo scritto il vegano è chi, a differenza del vegetariano, decida di escludere del tutto dalla sua alimentazione qualsiasi alimento di origine animale inclusi prodotti derivati come il latte e le uova; si tratta di una scelta piuttosto estrema ed probabilmente per questo che nel nostro paese, come abbiamo visto in chiusura del paragrafo precedente, riguarda ancora una parte di popolazione molto limitata.
Sul modo di alimentarsi vegano si è fatta una gran confusione e molti sostengono che questo stile di vita sia incompatibile con una scelta sana, tuttavia i fatti non stanno proprio così; il passaggio ad un’alimentazione vegana non comporta alcun tipo di problema per la salute, al contrario, è uno stile di vita assolutamente sano e sostenibile purchè si abbiano alcune accortezze.
In primo luogo, proprio perché si riduce la quantità di alimenti che si possono consumare, diventa più difficile dare la giusta varietà alla propria alimentazione, ma questo non vuol dire che una dieta vegana non sia sana, semplicemente, ed è un dato di fatto, i vegani dedicano mediamente più tempo alla preparazione dei loro piatti proprio perché sono consapevoli dell’importanza di una alimentazione variegata.
Resta da dire che c’è un unico nutriente, per quello che sappiamo oggi, che diventa quasi impossibile assimilare in una dieta vegana, parliamo della vitamina B12, ma anche questo non vuol dire che la scelta vegana sia incompatibile con l’alimentazione umana, la maggior parte dei vegani assume infatti integratori di vitamina B12 e grazie a questa piccola accortezza riesce a portare avanti le proprie convinzioni e la propria scelta di vita senza la minima ripercussione sulla propria salute

L’alimentazione vegetariana

A differenza di quella vegana la scelta vegetariana presenta una minore intransigenza, è quindi più semplice da gestire perché presenta un maggior numero di alimenti che si possono consumare;
inoltre permette di assumere tutta la gamma di nutrienti necessari al nostro organismo proprio attraverso il consumo di prodotti di origine animale (uova e latte).
Non per niente, come abbiamo visto, molto presto un italiano su dieci sarà vegetariano, proprio perché questa alimentazione permette, senza grosse privazioni, di mantenersi più in forma ed in salute.

Meglio vegano o vegetariano?

L’alimentazione di un vegetariano, pur avendo molte cose in comune con quella di un vegano, sembra essere la scelta migliore per l’alimentazione umana;
noi di unadieta.it siamo dei fans sfegatati dell’alimentazione vegetariana (io personalmente lo sono ormai da più di 15 anni) tuttavia pensiamo di esserci fatti conoscere per le nostre posizioni moderate in fatto di alimentazione e possiamo quindi dire, come facciamo sempre, che non esiste una scelta migliore in assoluto.
Come abbiamo detto si può essere vegani senza avere alcuna ripercussione negativa per l’organismo, allo stesso modo si può continuare a consumare carne senza per questo doversi necessariamente ammalare di una delle patologie correlate al consumo di questo alimento;
la dieta mediterranea, ad esempio, prevede il consumo di carne eppure è una dieta tanto sana quanto quella vegana o vegetariana.
Il punto come al solito non è mai cosa si mangia, ma le quantità e la frequenza con cui un alimento si consuma;
gli affettati, per finire con un altro esempio, non sono certamente un alimento sano ma se consumati con moderazione e buon senso non sono poi così deleteri per la salute umana e possono essere mangiati tranquillamente.

Hai trovato utile questo post sulla differenza fra vegano e vegetariano?
Condividilo sui social network!

Unadieta.It © 2016 Tutti i diritti riservati | PIva 02992130738 | REA TA184606