Dimagrire con la dieta: perdere peso velocemente non è l'ideale, meglio una dieta dimagrante personalizzata

la dieta dimagrante: caratteristiche, alimenti, presupposti

Una dieta dimagrante è la scelta cui moltissime persone ogni giorno ricorrono, per motivi diversissimi, nel momento in cui decidono, finalmente diciamo noi, di liberarsi dei chili di troppo accumulati nel tempo. In questo post tenteremo di darti qualche spunto fondamentale per iniziare la tua dieta dimagrante ed ottenere nel modo migliore possibile (che non necessariamente è il più veloce) i risultati che ti sei prefissato (o prefissata). Come vedremo nei prossimi paragrafi, infatti, dato che diverse sono le motivazioni, così come gli obiettivi e le esigenze, che spingono una persona ad iniziare una dieta è fondamentale definire da subito che non esistono soluzioni universali per dimagrire; la dieta perfetta, quindi, in altre parole, non esiste ne mai esisterà, per dimagrire veramente (e magari senza patire la fame o privazioni eccessive) la cosa migliore è ricorrere a una dieta dimagrante personalizzata.

Introduzione alle diete dimagranti: avvertenze

Come unadieta.it non incentiviamo il ricorso a diete dimagranti fai da te, prima di addentrarci nel vivo di questo post ti ricordiamo che il supporto di un professionista (nutrizionista o dietologo) è fondamentale per strutturare una dieta dimagrante equilibrata e sana; viceversa, senza il supporto di una persona preparata e competente, rischi di procurare danni anche rilevanti alla tua salute. Anche se il web è pieno di quelle che noi chiamiamo "diete usa e getta", pronte all'uso, con tanto di menù settimanali precompilati, seguire le indicazioni che trovi sulle riviste e i siti internet non è mai una buona idea; certamente noi siamo i primi a sostenere l'importanza di essere informati, di conoscere e studiare i principi di una sana alimentazione, ma questo non vuol dire certo legittimare il fai da te Nei prossimi paragrafi, quindi, troverai molte informazioni in merito alle caratteristiche che dovrebbe avere una dieta dimagrante e a quali alimenti siano particolarmente utili da integrare nella tua alimentazione per conseguire questo obiettivo; si tratta di informazioni di carattere meramente divulgativo, certamente utili per orientarti nella ricerca di un dietologo o un professionista adatto alle tue esigenze ma assolutamente insufficienti qualora il tuo obiettivo fosse, al termine della lettura di questo post, improvvisare in dieci minuti la tua nuova dieta fai da te.

Soggettività della dieta dimagrante

Una dieta dimagrante, per essere una buona dieta, deve considerare che ogni persona è diversa da un'altra, le caratteristiche che un piano alimentare deve avere per essere sano ed equilibrato variano in base al sesso, all’età, alla corporatura e allo stato di salute generale della persona. A questi, che sono fattori fisiologici, si aggiungono quei fattori che noi chiamiamo “psicologici”; le motivazioni di ogni persona sono diverse ed incidono sulla costanza della stessa di seguire la dieta scelta, coloro che sono più convinti e motivati, ad esempio, potranno sostenere una dieta più restrittiva, altri ancora, più insicuri, potrebbero non riuscire a mantenere i propri propositi e lasciare, più o meno velocemente, la dieta appena iniziata. Capito questo risulta quindi abbastanza intuitivo come i modelli di propinati in enormi quantità dai media (giornali, siti, tv) siano in realtà semplicemente fuffa in quanto nessun modello rigido può essere considerato una buona dieta dimagrante dal momento che non può tenere conto delle specificità tipiche di ogni singola persona. In linea di massima dovresti avere sempre la massima diffidenza verso chi tenta di propinarti diete standardizzate, uguali per tutte, o per chi stila piani alimentari "su misura" senza preventivamente prendere conoscenza di variabili fondamentali della persona come l'età, il sesso, l'altezza, il peso, etc.

Perchè è importante scegliere una dieta dimagrante personalizzata

Per quanto fin qui detto risulta quindi assolutamente intuitivo come una buona dieta dimagrante debba essere necessariamente personalizzata; ecco anche perché abbiamo sostenuto sin dall’inizio di questo post quanto sia fondamentale la consulenza di un dietologo o un nutrizionista per la realizzazione di una dieta capace di essere, al contempo, sana ed efficace. Da un punto di vista puramente nutrizionale, infatti, le esigenze alimentari di una donna di cinquant’anni sono diverse da quelle di un’adolescente tanto quanto ulteriormente differenti sono quelle di una donna di trent’anni; adottare una dieta dimagrante pensata per una ragazza di trent’anni di corporatura media potrebbe rivelarsi estremamente dannoso (giusto per fare un esempio) per una donna col doppio degli anni. Inoltre ogni dieta, per avere successo, deve essere "praticabile", non deve cioè comportare eccessive rinunce e sacrifici perché altrimenti la persona finirà, comprensibilmente, con l’abbandonarla. Coniugare i gusti personali coi valori nutrizionali al fine di produrre un piano alimentare che possa essere in grado al contempo sia di consentire il dimagrimento di una persona, sia di garantirle il giusto apporto di nutrienti fondamentali è un lavoro quasi "sartoriale", che richiede competenze e capacità estremamente particolari; ecco perché pensare di poter far da se o di seguire col copia/incolla la dieta dell’ultimo numero in edicola della tua rivista preferita rappresenta ad oggi un mal costume (oltre che una stortura ed entro certi termini addirittura una follia) che rischia continuamente di trasformarsi in emergenza sanitaria per il nostro paese.

Principali caratteristiche di una dieta dimagrante

Tralasciando per un attimo tutto il discorso fin qui fatto in merito alla personalizzazione, che resta valido in ogni caso, esistono però comunque delle caratteristiche fondamentali che vanno seguite e rispettate, andiamo quindi subito a vedere quali sono:

  1. Ridurre l’apporto calorico: ovviamente per poter essere dimagrante una dieta deve avere un apporto calorico ridotto rispetto al fabbisogno energetico di cui la persona ha bisogno
  2. Ridurre la fame: eh si, hai letto bene, la prima caratteristica che una buona dieta deve avere è quella di ridurre la sensazione di appetito congiuntamente all’apporto calorico, per pervenire a questa situazione di equilibrio, come vedremo meglio più avanti, esistono diverse accortezze (come ad esempio aumentare le fibre)
  3. Essere sostenibile: è impensabile che per seguire una dieta una persona debba tapparsi in casa, mollare la vita sociale e dedicarsi anima e corpo a pesare minuziosamente tutto ciò che mangia; una buona dieta prevede eccezioni, è elastica e non pregiudica la vita sociale della persona che quindi il sabato sera può tranquillamente andarsene al ristorante per una pizza col proprio partner senza doversi necessariamente sentire colpevole di un crimine contro se stesso

Criticità di una dieta dimagrante veloce

Qui dobbiamo fermarci un attimo e capire che cosa si intenda normalmente per "dieta dimagrante veloce" perché altrimenti non andiamo da nessuna parte; allora, se per dieta dimagrante veloce intendiamo perdere 10 kg in un mese probabilmente è il caso di ripetere un paio di concetti. Perdere molti chili in un periodo di tempo troppo breve è una pessima idea, prima di tutto sotto il profilo estetico (perchè provoca le famose smagliature) e in seconda istanza perchè è estremamente probabile che finiremo col recuperare il peso perso in tempi altrettanto veloci. Se invece si parla di dieta dimagrante veloce per intendere che si ha la necessità di perdere giusto un paio di chili di troppo (magari accumulati in concomitanza delle feste o delle ferie) allora il discorso è diverso. Perdere un paio di chili messi su in poco tempo non è una cosa estremamente complicata, ti basterà ridurre le porzioni leggermente per qualche tempo senza nemmeno cambiare la tua solita alimentazione per riuscirci e magari modificare leggermente le tue abitudini (come per esempio andare a fare una passeggiata di una ventina di minuti dopo pranzo, oppure lasciare la macchina a casa e andare a lavorare con i mezzi per un paio di settimane, che fa bene anche al portafoglio). Riassumendo, quindi, chi avesse bisogno di perdere tanti chili deve armarsi di pazienza e accettare di iniziare un percorso mediamente abbastanza lungo (ad esempio per perdere una decina di chili bisognerebbe preventivare almeno cinque mesi di tempo), tutti gli altri (che non hanno quindi problemi di sovrappeso ma vorrebbero giusto apparire un po' più in forma) più che alla dieta dovrebbero orientarsi a fare più moto nell'arco della giornata, magari praticando un po' di sport o anche solo semplicemente abituandosi a camminare un po' di più.

Quali sono le migliori diete dimagranti

Di tutte le diete dimagranti possibili tre sono quelle che riscuotono normalmente il successo maggiore, sia mediatico che da parte delle persone che le seguono; si tratta di tre piani alimentari che, in maniera ed in misura differente, consentono tutti un buon dimagrimento in tempi ragionevoli, e che per questo sono tra le soluzioni più seguite (non solo in Italia ma potremmo dire nel mondo). Ovviamente anche in questo caso non è possibile dire che questo sia valido in senso lato per tutti, rimane il punto che ogni persona è differente, generalizzando però, in presenza di condizioni di "normalità" quelle che presenteremo sono le diete dimagranti normalmente più efficaci

  1. Dieta iperproteica: è sicuramente la dieta dimagrante più in voga del momento, gettonatissima sulle riviste da quattro soldi, ne esistono di diversi tipi ma certamente la più famosa di tutte è la dieta dukan. Questa dieta si è imposta negli ultimi anni perché consente una perdita di peso veloce, misurabile e senza alcun sacrificio per le persone che la seguono che, infatti, non devono pesare gli alimenti (possono mangiare a volontà) e non comporta grosse rinunce, almeno rispetto al modello alimentare occidentale tipico (e statunitense in particolare). Allora, dirai tu, che bello, il paradiso delle diete dimagranti, era esattamente quello che cercavo io! Eh, no, perché questo genere di diete hanno il brutto difetto di essere estremamente dannose per la salute umana; una dieta dimagrante iperproteica, infatti, si basa sostanzialmente sul presupposto che, per dimagrire, si debbano consumare prevalentemente proteine. Questo si traduce (senza dilungarci troppo) con danni pesanti per il fegato e i reni (prevalentemente, ma anche per l’apparato cardiocircolatorio), tanto che l’inventore di questa dieta (Pierre Dukan) è stato recentemente radiato dall’ordine dei medici francesi che ha riconosciuto (così come nel resto del mondo) l’assoluta pericolosità di questo regime alimentare che prevede, sostanzialmente, il consumo quasi esclusivo di alimenti di origine animale (carne quindi, esclusivamente carne)
  2. Dieta vegetariana: al contrario delle diete iperproteiche (che prevedono il consumo esclusivo di alimenti di origine animale) quella vegetariana prevede il consumo (come noto) di soli alimenti di origine vegetale e (nella versione soft, quella lattovovegetariana) di alcuni alimenti di origine animale (ammessi quindi latte, uova e derivati, ma non la carne). Questa dieta è non solo dimagrante ma anche estremamente sana, tanto che è ad oggi uno dei modelli nutrizionali più caldeggiati da dietologi e nutrizionisti. Oltre questo, è fondamentale segnalarlo, la dieta vegetariana diventa ogni anno che passa la preferità fra i dietologi nel trattamento dei grandi obesi.
  3. Dieta mediterranea: tutti i nostri lettori sanno perfettamente che una delle mission di Unadieta.It è contribuire alla diffusione della dieta vegetariana nel nostro paese, ma sanno altrettanto bene che non siamo affatto intransigenti; ci rendiamo perfettamente conto che per tantissime persone in Italia rinunciare al consumo di carne è un'opzione improponibile, per cui a tutte queste persone vogliamo suggerire un'alternativa alla dieta vegetariana che non abbia nulla a che invidiare a quest'ultima sia in termini di salubrità che di capacità di favorire il dimagrimento; stiamo ovviamente parlando della dieta mediterranea la quale, per proprie caratteristiche, garantisce al contempo un ottimo apporto di fibre, include tantissimi alimenti di origine vegetale e prevede un consumo di carne moderato (e quindi accettabile). Anche se normalmente non siamo abituati a immaginare la dieta meditarranea come una dieta dimagrante, in realtà questo regime alimentare è molto versatile perchè innanzitutto è molto sano ed estremamente sostenibile per le persone e, in secondo luogo, se strutturato in maniera corretta, agendo sulla riduzione dell’apporto calorico, è perfettamente in grado di garantire ottimi risultati in termini di perdita di peso

10 alimenti ideali da integrare in una dieta dimagrante

Una dieta dimagrante, come abbiamo visto, deve essere personalizzata e rispondere alle esigenze di chi la segue, ma abbiamo anche detto che deve avere alcune caratteristiche fondanti che sono tipiche e comuni di ogni dieta. Allo stesso modo esistono degli alimenti che ben si prestano al consumo durante una dieta dimagrante, a causa di alcune loro caratteristiche particolari, e che sono quindi utili da integrare nella nostra dieta per migliorarla sotto diversi punti di vista. Qui di seguito, quindi, una breve lista di questi alimenti:

  1. Finocchio: le proprietà del finocchio sono tantissime, riduce il gonfiore della pancia, è ricco di fibre, fa bene alla salute e, a fine pasto, aumenta il senso di sazietà in maniera importante a fronte di un apporto calorico ridottissimo
  2. Tè verde: le proprietà dimagranti del tè verde sono ormai estremamente note, consumarne una tazza con regolarità ti aiuterà a perdere peso
  3. Yogurt: si tratta di un alimento estremamente sano, che andrebbe consumato da tutti, essendo un alimento probiotico e ricco di fermenti lattici aiuta a regolare le funzioni intestinali ed è uno snack gustoso e leggero da integrare in una dieta dimagrante
  4. Peperoncino: il consumo di peperoncino agisce sul metabolismo, velocizzandolo, e quindi un alimento utile da integrare in una dieta per perdere peso
  5. Carni bianche: se proprio non riesci a smettere di consumare carne riduci il più possibile il consumo di quella rossa e consuma prevalentemente carni bianche (pollo, tacchino, etc)
  6. Pesce azzurro: un alimento eccezionale, tanto per una dieta dimagrante quanto per l’alimentazione di chiunque
  7. Frutta e verdura: tutti dovremmo consumare almeno cinque porzioni di frutta e verdura al giorno indipendentemente dal fatto che si segua una dieta oppure no
  8. Legumi: buoni da mangiare, preziosi per la nostra salute e con un ridotto apporto calorico, insomma, ai legumi non puoi proprio rinunciare
  9. Pane integrale: non è vero che se segui una dieta dimagrante non puoi mangiare pane, semplicemente riduci un po’ il consumo e scegli un pane integrale al posto di quello bianco, mantenendo questa abitudine anche dopo la fine della dieta dimagrante diventerà più facile mantenere il nuovo peso forma
  10. Cioccolato: per finire una piccola chicca per i golosi, il cioccolato aiuta infatti a dimagrire ma solo a patto che se ne consumi poco (1 o 2 quadratini al giorno andranno bene) e che sia, rigorosamente, extrafondente (non meno del 75%), stop quindi al cioccolato al latte, alle nocciole, a qualunque varietà, ma puoi consumare tranquillamente quello nero extrafondente (con moderazione e sempre tenendo presente che più amaro è meglio è)

Rischi e controindicazioni delle diete dimagranti

Il principale rischio di una dieta dimagrante è relativo al fai da te; ovviamente quando questo genere di diete sono prescritte da medici preparati e competenti non pongono alcun rischio per la salute, quando però vengono copiate di sana pianta da un sito internet o da una rivista chi le segue mette seriamente a repentaglio la propria salute. Ci rendiamo conto che potremmo sembrare esagerati, ma basti pensare al rischio che una persona, magari durante il periodo estivo, possa incorrere in uno svenimento a causa di un'alimentazione inadeguata; come chiunque può capire le conseguenze di uno svenimento possono essere imprevedibili, cadendo infatti potremmo battere la testa e il rischio di gravissime conseguenze è assolutamente reale. Ripetiamo quindi ancora una volta che mettersi a improvvisare con le diete può avere conseguenze gravissime e del resto periodicamente è proprio la cronaca a ricordarcelo segnalandoci le varie tragedie che capitano continuamente in tutto il paese. Detto questo vi è poi un altro rischio sottovalutato delle diete dimagranti e riguarda il così detto effetto yo-yo, cioè quella circostanza in cui i chili persi molto rapidamente vengono recuperati in modo altrettanto veloce. Come abbiamo già ripetuto nel corso di questo post, quindi, affinchè una dieta sia veramente efficacie deve contemplare tempi ragionevoli per la perdita del peso, solo così si rivelerà essere una dieta sostenibile, che certamente verrà seguita scrupolosamente dalla persona, con risultati misurabili e senza il rischio di recuperare in pochissimo tempo i chili appena persi.

Dieta dimagrante: i nostri consigli

Chiudiamo quindi questo post con una piccola provocazione; smettila con questa storia della dieta! La cosa importante è che tu abbia un’alimentazione sana ed equilibrata, a fronte di questo il mantenimento del peso forma sarà una logica conseguenza. Questo non vuol dire che non ci siano effettivamente delle persone che abbiano bisogno di seguire una dieta dimagrante (esistono d’altronde gli obesi) ma probabilmente non è questo il tuo caso. La maggior parte delle persone che decidono di iniziare una dieta hanno qualche chilo di troppo da cui liberarsi ma non vivono una condizione di sovrappeso così importante da richiedere l’inizio di una dieta vera e propria; soprattutto a fronte del fatto che, nella maggior parte dei casi, il motivo per cui queste persone hanno dei chili di troppo è imputabile prevalentemente a cattive abitudini alimentari e a stili di vita non corretti. Invece di rovistare in giro per il web e di iniziare e terminare continuamente ogni nuova dieta che ti viene propinata dall’ennesima rivista, sito internet o programma tv, inizia a cambiare le tue abitudini alimentari e di vita, vedrai che quei 3, 4, 5 chili di troppo di cui da anni tenti di liberarti andranno via da soli in qualche tempo e senza nemmeno che tu te ne accorga. E dovrebbe essere del resto stucchevole e noioso per te stesso, o per te stessa, periodicamente ritrovarti d’avanti allo specchio con la bocca storta a pensare che devi rimetterti a dieta; per una volta ascolta il nostro consiglio, per una volta abbandona il concetto di dieta dimagrante ed inizia invece a concentrarti sul concetto di sana alimentazione e corretti stili di vita (cioè più sport e meno sedentarietà)... Scommettiamo che troverai maggiori soddisfazioni?

Dieta dimagrante: conclusioni

Una dieta dimagrante, per essere efficacie, deve essere anzi tutto personalizzata; le esigenze nutrizionali di ogni persona, infatti, sono estremamente soggettive e non è pensabile prescrive la stessa dieta a due persone diverse. Dal momento, poi, che per riuscire a seguire una dieta con successo subentrano tantissime variabili di carattere psicologico risulta scontato che per riuscire a conseguire gli obiettivi prefissati la dieta debba tener conto anche dei gusti personali dell'individuo e non possa essere eccessivamente restrittiva. Un altro errore molto comune tra le persone che iniziano una dieta dimagrante è quello di voler perdere molto peso in poco tempo, cosa che provoca il famoso effetto yo-yo ed è la prima causa per cui la maggior parte delle persone recupera molto velocemente i chili appena persi al termine di una dieta. Carrateristiche come la rigidità, la privazione e la velocità sono però paradossalmente proprio ciò che la maggior parte delle persone si aspetta da una dieta; niente di più sbagliato, come detto, una buona dieta dimagrante, oltre che personalizzata, deve essere elastica e sostenibile, solo così la persona riuscirà a seguirla e potrà conseguire i propri obiettivi di dimagrimento in tempi ragionevoli e senza rischiare di riprendere immediatamente i chili appena persi. Tra tutte le varie diete dimagranti possibili oggi come oggi quelle che godono di maggior fama sono le diete ipercaloriche (e tra queste la più famosa è certamente la dieta dukan); come abbiamo visto, però, le diete ipercaloriche se pure permettono un dimagrimento sono però estremamente deleterie per la salute umana. Le diete che invece ad oggi sono considerate le migliori per perdere peso sono la dieta vegetariana (ad oggi la preferita nel trattamento dei grandi obesi) e quella mediterranea (ovviamente strutturata in maniera tale da risultare ipocalorica) che sono al contempo le due diete che risultano meglio capaci di coniugare le esigenze di perdita di peso con la tutela della salute della persona

Hai trovato utile questo post sulla dieta dimagrante?
Condividilo sui social network
Creato da La Redazione il 27/01/2015 Ultima revisione: 19/06/2017 Ultimo aggiornamento: 19/06/2017
Torna in home Stampa Torna indietro Contatti Informazioni Torna su

EFFETTUA LA TUA RICERCA

Sei qui
CATEGORIA ALIMENTAZIONE
Condividi sui social Condividi su facebook Condividi su google plus
Feed Rss categoria alimentazione
FEED RSS ALIMENTAZIONE
Segnala un errore Diventa partner unadieta.it
indice di massa corporea Vai

IL TUO INDICE DI MASSA CORPOREA

IL TUO PESO ESPRESSO IN KG
LA TUA ALTEZZA ESPRESSA IN CM
IMC (Indice di Massa Corporea)
rischio

< 18.5 SOTTOPESO

OK

TRA 18.5 E 24.9 NORMOPESO

pericolo

> 30 OBESO

rischio

TRA 25 E 29.9 SOVRAPPESO

Visita la nostra community dedicata all'alimentazione Torna in home Stampa Torna indietro Contatti Informazioni Torna su