Metabolismo lento? Scopri cos'è e come funziona la dieta metabolica

Scopri cos'è e come funziona la dieta metabolica

La dieta metabolica, come il nome stesso ci suggerisce, è una dieta che si pone l'obiettivo di modificare il metabolismo della persona attraverso l'alimentazione; si tratta di una dieta che sta avendo un discreto successo negli ultimi tempi pur non essendo tra le diete maggiormente pubblicizzate dai media. Come avremo modo di capire nel corso di questo post, inoltre, la dieta metabolica è stata oggetto di numerose critiche (insieme ad altre diete che presentano criticità simili) per cui attualmente la comunità scientifica ci pare spaccata relativamente al ricorso a questo particolare regime alimentare. In ogni caso in questo post proveremo comunque a capire in cosa consista la dieta metabolica, quali siano i vantaggi e gli svantaggi di questo particolare regime alimentare e proveremo a fornire un quadro il più chiaro possibile per consentire a ognuno dei nostri lettori di farsi una propria opinione relativamente a questo tipo di dieta

Che cos'è la dieta metabolica

La dieta metabolica è una dieta che punta a consentire il dimagrimento riducendo il consumo di carboidrati e aumentando quello di proteine e grassi; quello che accade è che in assenza di carboidrati il nostro corpo brucia le energie di cui ha bisogno dai grassi, ma da questo processo si vengono a formare i corpi chetonici (dei derivati del metabolismo dei lipidi) la cui presenza nel sangue, nel lungo periodo, può portare all'acidificazione del sangue (chetoacidosi) in seguito alla riduzione del PH ematico. Questa caratteristica della dieta metabolica, come chiunque può facilmente immaginare, ha suscitato non poche polemiche nella comunità scientifica, ma di questo avremo modo di occuparci meglio nei prossimi paragrafi.

Esempio pratico di dieta metabolica

Come i nostri lettori sanno bene non è nostra abitudine fornire schemi di diete già pronte per essere replicate (anche perchè è una cosa abbastanza pericolosa), in questo paragrafo quindi ci occuperemo di definire molto schematicamente in cosa consiste una dieta metabolica più che altro per permettere a tutti di iniziare a capire cosa devono aspettarsi. Come abbiamo già avuto modo di spiegare la dieta metabolica punta a favorire il dimagrimento riducendo l'apporto di carboidrati; è lo stesso meccanismo che usano le diete ipoproteiche che però, come ormai sappiamo bene, presentano numerose criticità per la salute. La dieta metabolica, però, non elimina del tutto i carboidrati ma punta certamente a ridurre il più possibile il loro consumo; per questo motivo alla dieta vera e propria viene fatta precedere una fase di valutazione (tipicamente della durata di un paio di settimane) tesa appunto a identificare la quantità minima di carboidrati che sono necessari al soggetto per non incorrere in problemi di salute. In questa fase, quindi, sono particolarmente importanti i riscontri che la persona fornisce al medico relativamente agli effetti che la dieta sta procurando sul suo organismo. A questa prima fase di valutazione, quindi, segue la fase della dieta vera e propria, tesa non solo a favorire la perdita di peso ma anche a modificare il metabolismo; anche questa seconda fase può essere divisa a sua volta in due momenti principali che vengono definiti tipicamente "fase di scarico" e "fase di ricarico". Abbiamo detto che la dieta metabolica prevede un ridotto apporto di carboidrati nell'alimentazione, ma questo solo per un periodo di cinque giorni; al termine di questi cinque giorni (quelli della fase di scarico) seguono due giorni in cui l'apporto di carboidrati nella dieta tornerà prominente (rispetto a lipidi e proteine) ed è questa quindi la fase di ricarica. Nella dieta metabolica, quindi, le fasi di scarico e ricarico si susseguono l'un l'altra per tutta la durata della dieta con le diverse percentuali di carboidrati, proteine e grassi da consumare nelle due fasi (di scarico e ricarico) che saranno rigidamente stabilite dal medico dietologo

Quali alimenti mangiare e quali evitare

In linea di massima possiamo dire che nella dieta metabolica è contemplato il consumo di qualsiasi alimento; anche se abbiamo detto che il consumo di carboidrati risulta fortemente ridotto questo non vuol dire, ad esempio, che non potrai più mangiare una pizza, dovrai solo avere l'accortezza di consumarla durante il periodo dei due giorni di ricarico. Pesce, carne, latte e derivati sono gli alimenti che la fanno da padroni nella dieta metabolica anche perchè, durante la fase di scarico, quando non puoi mangiare carboidrati, non ti rimane che rifugiarti in questo genere di alimenti. La dieta metabolica, poi, non prevede il computo delle calorie ne la pesata degli alimenti (quindi almeno in questo si rivela più semplice da seguire rispetto ad altre diete) e consiglia di dividere i pasti in almeno cinque momenti diversi della giornata.

Efficacia della dieta metabolica

La dieta metabolica se strutturata correttamente è certamente efficace, il punto non è tanto questo quanto quello relativo alla sua sicurezza (di cui ci occuperemo più avanti). In linea di massima però, come tutte le altre diete con caratteristiche simili, anche quella metabolica risulta efficace nel consentire il dimagrimento della persona

Vantaggi e svantaggi della dieta metabolica

Il principale vantaggio della dieta metabolica è che le persone che seguono questo regime alimentare non patiscono la fame come avviene per altre diete; come detto, infatti, nella dieta metabolica non è previsto ne il computo delle calorie ne la pesata degli alimenti, questo vuol dire che puoi mangiare quanto ti pare a patto che tu ti attenga al tipo di alimenti il cui consumo ti è consentito in quella determinata fase. Per quanto riguarda invece gli svantaggi della dieta metabolica riguardano soprattutto i danni alla salute che questo regime alimentare può causare (di questo ci occuperemo meglio più avanti); un altro svantaggio riguarda espressamente la fase di valutazione, durante la quale si ricerca il livello di carboidrato minimo (per così dire) che dovrà essere consumato durante la fase di scarico della dieta, in quanto è il momento più delicato della dieta. La dieta metabolica, in un certo senso, mette al centro la persona e le sensazioni che il paziente riferisce durante la fase di valutazione sono fondamentali per strutturare correttamente la dieta; qualora il paziente interpretasse male determinati segnali (cosa tutt'altro che improbabile) il rischio è che la quota di carboidrati prevista successivamente nella dieta possa risultare o troppo alta (impedendo così il dimagrimento) o peggio troppo bassa (con i rischi che potenzialmente ne derivano per la salute).

Rischi e controindicazioni della dieta metabolica

Abbiamo già detto di come sia incontestabile che la dieta metabolica presenti rischi e criticità per la salute e abbiamo anche spiegato il perchè questo avvenga. La chetoacidosi (cioè la riduzione del ph ematico a seguito del rilascio dei corpi chetonici) è una condizione che non può essere sostenuta a lungo dal nostro organismo e che può portare a conseguenze persino letali. Occorre quindi ponderare accuratamente se sia opportuno o no iniziare una dieta metabolica o se non sia invece preferibile orientarsi verso un altro tipo di soluzione.

Dieta metabolica e dieta vegetariana

Anche se probabilmente definire la scelta vegetariana come incompatibile con una dieta metabolica è forse eccessivo rimane il fatto che, per le proprie caratteristiche, questo tipo di dieta mal si concilia con la scelta di non alimentarsi di prodotti animali. Come detto in precedenza gli alimenti che la fanno da padroni in questa dieta sono la carne, il pesce, il latte e i derivati, anche perchè bisogna raggiungere la soglia di grassi prevista dalla dieta e questo con gli alimenti vegetali può rivelarsi complicato. In linea di massima non escludo che alcuni dietologi riescano ad adeguare le caratteristiche di una dieta metabolica a quelle di una scelta vegetariana (non vegana); bisogna poi considerare che i problemi di grave sovrappeso tra i vegetariani sono assolutamente rari, per cui per perdere qualche pochi chili di troppo esistono senza dubbio soluzioni meno drastiche e altrettanto efficaci della dieta metabolica.

Dieta metabolica: la nostra opionione

La nostra opinione è che la dieta metabolica, nonostante le tante criticità, sia comunque un piano alimentare che ha la sua utilità e le sue indicazioni. Ciò che ci ha convinto a non mettere questa dieta sullo stesso livello della dukan (che è invece assolutamente da evitare) è che questo regime alimentare non elimina del tutto i carboidrati dall'alimentazione (pur riducendoli fortemente). Altro particolare che secondo noi fa la differenza è la preparazione del medico; è bene quindi chiarire che una persona senza un'adeguata preparazione potrebbe causare danni anche rilevanti prescrivendo questo genere di dieta. Ma questo vale per tantissime altre cose, il fatto che qualcuno non sia idoneo a usare un determinato strumento non è colpa dello strumento ma di quella determinata persona

Dieta metabolica: i nostri consigli

Il nostro consiglio per chi fosse convinto che la ragione dei propri problemi di peso fossero disordini di carattere metabolico è di rivolgersi a un medico dietologo (non un dietista e nemmeno un nutrizionista); per quanto riguarda tutti coloro che non avessero grossi problemi di peso ma avessero solo bisogno di perdere pochi chili per tornare in peso forma sconsigliamo il ricorso alla dieta metabolica che ci sembra invece indicata solo per quei soggetti con problemi importanti di peso e sempre dietro stretta sorveglianza del medico di fiducia

Dieta metabolica: conclusioni

La dieta metabolica è un regime alimentare caratterizzato da un ridotto consumo di carboidrati e da un elevato consumo di proteine e grassi; la dieta (terminata la fase di valutazione tesa a definire il corretto quantitativo di carboidrati da assumere) è caratterizzata da due fasi, la prima (detta di scarico) e la fase caratterizzata dal basso apporto di carboidrati (e dura cinque giorni), mentre la seconda (detta di ricarico) è caratterizzata da un maggior apporto di glucidi per i successivi due giorni. La dieta metabolica presenta diverse criticità per la salute umana, tuttavia se strutturata in maniera corretta sotto la supervisione di un medico preparato e competente può essere considerato un valido strumento soprattutto per le persone con problemi importanti di peso in eccesso

Hai trovato utile questo post sulle pillole dimagranti?
Condividilo sui social network
Creato da La Redazione il 17/03/2012 Ultima revisione: 09/05/2017 Ultimo aggiornamento: 09/05/2017
Torna in home Stampa Torna indietro Contatti Informazioni Torna su

EFFETTUA LA TUA RICERCA

Sei qui
CATEGORIA ALIMENTAZIONE
Condividi sui social Condividi su facebook Condividi su google plus
Feed Rss categoria alimentazione
FEED RSS ALIMENTAZIONE
Segnala un errore Diventa partner unadieta.it
indice di massa corporea Vai

IL TUO INDICE DI MASSA CORPOREA

IL TUO PESO ESPRESSO IN KG
LA TUA ALTEZZA ESPRESSA IN CM
IMC (Indice di Massa Corporea)
rischio

< 18.5 SOTTOPESO

OK

TRA 18.5 E 24.9 NORMOPESO

pericolo

> 30 OBESO

rischio

TRA 25 E 29.9 SOVRAPPESO

Visita la nostra community dedicata all'alimentazione Torna in home Stampa Torna indietro Contatti Informazioni Torna su