ALIMENTAZIONE
FITNESS
SALUTE
WELLNESS
FOOD

Sicurezza alimentare: Italia bocciata


La sicurezza alimentare in italia

L'ultimo rapporto fornito dal nucleo antisofisticazioni dei carabinieri relativo alla sicurezza alimentare in Italia da una fotografia del paese alquanto inquietante;
nel dossier emerge come un alimento su tre in Italia non rispetta, in varia misura, le leggi in vigore.
Si va dai cibi contraffatti a quelli scaduti fin'anche a quelli adulterati;
per quanto negli ultimi tre anni la cifra dei sequestri su prodotti di generi alimentari abbia superato il miliardo di euro la situazione non sembra affatto migliorata, anzi.

Le forze dell'ordine evidenziano come la criminalità organizzata abbia fortissimi interessi proprio nella distribuzione del cibo ed invita a tenere alta la guardia;
ed è del resto risaputo come le attività criminali riciclino il denaro proprio attraverso l'attività di markets e centri commerciali.
Non va meglio il settore produttivo dove, per quel che riguarda gli allevamenti, su oltre 90 mila contro uno su tre è risultato sanzionabile, mentre nemmeno il settore farine pastifici sembra passarsela meglio, sono sempre infatti una su tre le attività irregolari nel nostro paese.
Peggio, e non di poco, il settore ristorazione dove il 50% delle aziende non supera i controlli;
insomma, ammesso che ce ne fosse bisogno, ciò che emerge dall'indagine del nucleo antisofisticazione dei carabinieri è che le mani lunghe delle mafie sono arrivate anche sul cibo ed hanno inquinato in varia misura l'intero settore dell'agroalimentare italiano esattamente come successo per tutte le altre attività economiche del paese.
E' quindi fondamentale una risposta forte proprio di tutte quelle aziende, e sono tantissime, la maggioranza, che invece operano sul mercato nel rispetto delle leggi e garantendo la sicurezza alimentare del paese;
altrettanto importante però deve essere l'impegno e la risposta dei consumatori che devono infatti imparare a premiare le aziende corrette preferendo l'acquisto di un prodotto anche quando il prezzo dovesse essere leggermente superiore a quello di un diretto concorrente.
A tutto questo, infine, non può mancare l'impegno delle istituzioni che devono garantire davvero la tracciabilità degli alimenti e non, come avviene oggi, farlo solo sulla carta.

Unadieta.It © 2016 Tutti i diritti riservati | PIva 02992130738 | REA TA184606