ALIMENTAZIONE
FITNESS
SALUTE
WELLNESS
FOOD

Meglio la confettura o la marmellata? Scopriamo la differenza


La differenza fra marmellata e confettura: ecco cosa è meglio per te

Confettura o marmellata, quale che sia il prodotto, comunemente si tende ad usare questi due termini come se non vi fosse differenza alcuna fra di loro; in realtà la differenza fra confettura e marmellata non solo esiste, di fatto, ma è addirittura sancita per legge (a livello comunitario), inoltre, come vedremo nel prosequio di questo post, risponderemo ad un'altra domanda che in tanti si pongono e cioè se sia meglio consumare confettura o marmellata. Per quanto possa sembrare cervellotico, per fare un esempio, basti pensare a come nel documento disponibile sul portale dell’UE su marmellata e confettura vengono distinti ben 6 tipi differenti di prodotti (esclusa la crema di castagne) e più precisamente alla pagina in questione si parla di confettura, alla confettura extra, gelatina, gelatina extra, marmellata e marmellata-gelatina; in questo post quindi, oltre a capire qual è la differenza fra marmellata e confettura tenteremo di capire grosso modo cosa prevede la normativa UE vigente e come viene normalmente prodotta la confettura e la marmellata che arriva ogni giorno sulle nostre tavole

La differenza fra confettura e marmellata secondo l'UE

La differenza fra marmellata e confettura oltre che essere prettamente linguistica (lo vedremo meglio più avanti) è anche strettamente definita dalla normativa europea che regolamenta la produzione di questi alimenti;
la normativa vigente attribuisce le varie denominazioni in base alla percentuale di frutta per 100gr di prodotto, purtroppo è seriamente proibitivo riepilogare, sia pure semplificando, il modo in cui la legge attribuisce la denominazione ai prodotti in quanto, per fare un esempio, la percentuale di limoni che un prodotto deve contenere per vedersi attribuita la denominazione di confettura è diversa rispetto a quella di un altro prodotto realizzato con albicocche invece che limoni.
Invece che addentrarci nei meandri della normativa europea preferiamo quindi cogliere l’occasione per vedere un aspetto della normativa stessa che ci riguarda molto più direttamente come consumatori che non le denominazioni;
parliamo perciò brevemente di etichettatura, ecco cosa prevede la normativa comunitaria:

  1. Indicazione del prodotto: deve essere espressamente indicata la denominazione del frutto usato per produrre la marmellata o la confettura
  2. La percentuale di frutta: deve essere espressamente indicata in etichetta la percentuale di frutta per 100gr di prodotto
  3. Lo zucchero: in etichetta si deve indicare la quantità di zucchero totale qualora questa non sia conforme con la normativa UE sugli zuccheri
  4. Tenore residuo di anidride solforosa: solo se superiore a 10 mg/kg
  5. Additivi: la direttiva limita l’uso di additivi a quelli espressamente previsti nei relativi allegati

Differenza fra marmellata e confettura

Adesso che ci siamo sbarazzati degli obblighi di legge, si fa per dire, possiamo finalmente entrare nel vivo di questo post e scoprire qual è la vera differenza fra marmellata e confettura;
come abbiamo già accennato oltre alle differenze sancite per legge esiste una differenza reale e semantica fra queste due parole, le quali hanno per l’appunto due significati differenti.
Si definisce marmellata, quindi, un prodotto a base di agrumi, mentre gli stessi prodotti realizzati con qualsiasi altro tipo di frutto vengono definiti confetture;
è proprio questa quindi la differenza fra confettura e marmellata che secondo noi è la più sostanziale, quella che appunto trova radici nella nostra lingua stessa prima ancora che quella che viene dettata dalle normative vigenti.
Per quanto riguarda la quantità di frutta, punto che abbiamo lasciato in sospeso nel paragrafo precedente, possiamo dire, semplificando un po’, che mentre nella marmellate deve essere almeno del 20% nella confettura deve essere almeno del 35%. Quindi lo stesso prodotto a base di arance che contenga meno del 35% di polpa (e comunque più del 20%) si chiamerà marmellata, viceversa potremo chiamarlo confettura.
Capita adesso la differenza fra marmellata e confettura?

Meglio confettura o marmellata: un problema di zuccheri

Fin qui abbiamo capito la differenza fra confettura e marmellata sia da un punto di vista prettamente giuridico sia da un punto di vista più linguistico;
attenzione però, che non si pensi che qui si stia ricamando o facendo filosofia da quattro soldi intorno una questione che non ha alcuna concreta ripercussione della vita reale di tutti i giorni.
La differenza di frutta presente nella marmellata e nella confettura, che può essere anche del 15%, si traduce in una differenza grosso modo equivalente nella quantità di zucchero; il prodotto che contiene meno frutta (la marmellata) finirà quindi con l’avere altrettanto più zucchero sulla stessa quantità di prodotto.

Marmellata o confettura? Meglio la confettura

Nel paragrafo precedente abbiamo detto che la differenza di frutta fra marmellata e confettura si traduce in un’eguale differenza di zucchero, di conseguenza a parità di frutta la confettura sarà certamente un prodotto con meno zucchero rispetto la marmellata;
questo è importante perché la quantità di zucchero che assumiamo ogni giorno ha ripercussioni dirette sulla nostra salute e dovremmo avere come obiettivo esattamente quello di ridurre il consumo di zucchero visto che questo è presente praticamente in quasi tutti gli alimenti che consumiamo

Meglio la marmellata o la confettura?

In linea di massima potremmo dire che è preferibile sempre scegliere la confettura (come abbiamo visto), perché contiene più frutta e meno zucchero rispetto la marmellata, tuttavia c’è da dire che proprio per questo la confettura ha un costo che è superiore alla marmellata;
inoltre spesso molte persone preferiscono proprio la marmellata alla confettura, anche perché non siamo più abituati ai sapori genuini di certi prodotti e quindi tendiamo a prediligere naturalmente quello che ci risulta più dolce.
Se proprio continui a preferire il sapore dello zucchero a quello della frutta allora è abbastanza ovvio come la scelta migliore, almeno per te, è la marmellata e non la confettura.

Hai trovato utile questo post sulla differenza fra marmellata e confettura?
Condividilo sui social network!

Unadieta.It © 2016 Tutti i diritti riservati | PIva 02992130738 | REA TA184606