ALIMENTAZIONE
FITNESS
SALUTE
WELLNESS
FOOD

Ricette tipiche calabresi, i piatti della tradizione


Tre ricette di piatti tipici calabresi

Chiunque dovesse pensare ad una caratteristica delle ricette e dei piatti tipici calabresi non potrebbe fare a meno di accostare questo pensiero ad un sapore predominante, il piccante;
la calabria è una terra forte e rigogliosa, bagnata dal mare e con un entroterra montuoso.
Queste sue caratteristiche paesagistiche investono anche la sua tradizione culinaria che è fatta di sapori forti e sinceri, in cui possiamo ritrovare in tutta la sua potenza quel retaggio di tradizioni agricole e rurali che hanno contraddistinto per secoli questa regione.

I piatti e le ricette tipiche calabresi che vedremo in questo post non si discostano di un solo passo dalla descrizione che abbiamo fin qui dato della cucina tipica calabrese.
In questo post presenteremo tre ricette tipiche calabresi che abbiamo scelto in rappresentanza della cucina tipica di questa regione; prima di presentare però i piatti tipici calabresi che abbiamo scelto vogliamo fermarci un attimo ad esplorare questa magnifica regione e per farlo, nel prossimo paragrafo, esploreremo il mondo delle tante eccellenze e specialità tipiche della cucina calabrese.

Ricette tipiche calabresi: i prodotti locali da abbinare

Come potevamo esimerci dal presentare alcuni prodotti locali d’eccellenza prima di entrare nel vivo di questo post e presentare le tre ricette tipiche calabresi che abbiamo scelto in rappresentanza della tradizione culinaria di questa regione;
anche perché, a ben pensarci, se dovessi decidere di preparare uno dei tre piatti tipici calabresi che presenteremo nel prossimo paragrafo, vorrai certamente anche un consiglio su quali vini, salumi, formaggi e altri prodotti tipici d’eccellenza calabresi accostare.
Prima di entrare nel vivo delle tre ricette di piatti tipici calabresi che abbiamo scelto, quindi, andiamo a vedere una rapida carrellata delle eccellenze in fatto di prodotti locali che ci offre l’enogastronomia calabrese

I vini da abbinare ai piatti tipici calabrese

Vediamo quindi quali sono i vini calabresi ideali da abbinare a dei piatti tipici di questa regione

  1. Bivongi: è un vino rosso tipico della provincia di Reggio Calabria e di Catanzaro, si presta ottimamente, per il suo gusto robusto, agli abbinamenti coi piatti tipici calabresi
  2. Cirò: è l’antesignano dei vini DOC calabresi, il primo fra tutti i vini di questa regione a potersi fregiare di questo titolo
  3. Donnici: è un vino DOC tipico della provincia di Cosenza, prodotto sia in variante rossa che bianca, è un vino eccezionale per gli abbinamenti ai piatti tipici calabresi tanto di mare quanto di terra

Salumi e formaggi tipici calabresi

Visti i vini, possiamo passare a presentare alcuni prodotti tipici della produzione casearia e di insaccati tipici calabresi

  1. Nduja: E’ un salume spalmabile famoso per il suo gusto estremamente piccante che può essere consumato da solo, appena scaldato e spalmato sul pane, oppure usato come base per salse, sughi e primi piatti
  2. Soppressata: un altro must dei salumi tipici calabresi insieme alla nduja è proprio la soppressata, anche se in realtà non tutti sanno che questo salume è originario della Basilicata
  3. Caciocavallo silano: E’ un formaggio a pasta filata DOP originario della Sila, come suggerisce il nome, e prodotto esclusivamente con latte di vacca

Prodotti d'eccellenza dell'enogastronomia calabresi

Ma le eccellenze della calabria non si limitano solo a salumi e formaggi, esistono tanti altri prodotti tipici, alcuni dei quali rinomati in tutto il mondo, vediamo velocemente quali sono

  1. Cipolla Rossa di Tropea: questo tipo di cipolla viene prodotta solo in Calabria ed è famosa in tutto il mondo per le sue tante proprietà benefiche, oltre che per un sapore caratteristico che rende quella di Tropea la regina di tutte le cipolle
  2. Bergamotto di Reggio: la produzione di agrumi in Sicilia e Calabria è famosa in tutto il mondo, il bergamotto di Reggio rientra in questa tradizione ed un prodotto davvero unico per le sue proprietà
  3. Torrone di Bagnara: a partire dal Dicembre 2014 (praticamente mentre scriviamo questo post) il torrone di Bagnara ha ricevuto la certificazione IGP (indicazione geografica protetta), un prodotto impedibile per tutti gli amanti del torrone

Adesso che conosciamo i vini tipici di questa terra meravigliosa e che abbiamo imparato quali sono i salumi ed i formaggi tipici oltre che alcune delle eccellenze enogastronomiche calbresi famose in tutto il mondo, possiamo finalmente svelare le tre ricette tipiche calbresi che abbiamo deciso di presentare in questo post

  1. Ricette tipiche calabresi: Pitta nchiusa

    Visto che mentre scriviamo il Natale si avvicina (è l'ultimo weekend prima del 25) abbiamo deciso di includere nelle tre ricette tipiche calabresi, come prima cosa, un dolce tipico delle festività natalizie;
    come tutti i dolci richiede particolari cure e attenzioni per essere preparato, quindi occorre armarsi di una certa pazienza.
    Questo dolce natalizio, tipico delle province di cosenza e catanzaro, viene preparato con miele, frutta secca e pastasfoglia;
    non dilunghiamoci oltre però è vediamo subito gli ingredienti

    Pitta nchiusa: ingredienti

    Farina (500gr) | Uova (due) | Olio extra vergine d'oliva (quanto basta) | Moscato (un bicchiere) | Frutta secca (300gr tra mandorle, noci, pinoli, etc) | Fichi secchi (200gr) | Uva passa (50gr) | Spezie (cannella, chiodi di garofalo, etc... - secondo gusto) | Zucchero (quanto basta) | Lievito (una bustina) | Miele (quanto basta)

    Pitta nchiusa: preparazione

    1. Preparare la sfoglia impastando la farina, le uova, il moscato e il lievito
    2. Dividere l'impasto in 2 parti
    3. Lasciare lievitare
    4. Nel frattempo mischiare tutti gli altri ingredienti (spezie, uva passa, fichi, noci, etc) in un tegame a fuoco basso aggiungendo miele e un pò di moscato
    5. Continuare a girare l'impasto a fuoco lento fino a che non sarà omogeneo
    6. Quindi stendere le tre parti di impasto (una di forma rotonda e una quadrata)
    7. preparare la base della pitta nchiusa ponendo la forma di sfoglia in una teglia leggermente unta
    8. tagliare a strisce le due parti rimanenti di sfoglia (quelle quadrate)
    9. farcire le strisce appena tagliate con l'impasto di frutta secca, miele, fichi, uva, etc
    10. una volta chiuse le strisce di sfoglia (ripiene dell'impasto come se fosse un calzone) vanno arrotolate su se stesse (come una rosa) ed adagiate sul fondo della teglia, sopra la base
    11. Continuare così farcendo le strisce di sfoglia, infarcendole e arrotolandole a forma di rosa fino a riempire tutto lo spazio nella teglia (circa 6/7 strisce farcite)
    12. informare a 180° C per almeno 40 minuti
  2. Ricette tipiche calabresi: baccalà alla cosentina

    Il baccalà alla cosentina è un piatto tipico della cucina calabrese, estremamente semplice da preparare rappresenta molto bene la tradizionale “cucina povera” che è tipica di questa regione;
    si tratta di una cucina fatta con ingredienti semplici, spesso di recupero, tipica degli stili di vita rurali che caratterizzavano tutto il sud Italia fino a qualche decennio fa.
    Vediamo quindi come preparare questa ricetta tipica calabrese

    baccalà alla cosentina: ingredienti

    Baccalà (già preparato 800gr) | Patate (500gr) | Peperoni (due, di dimensioni medie) | Olio (Extravergine d’oliva calabrese) | Olive (a gradimento) | Sale (quanto basta) | Pepe (quanto basta)

    baccalà alla cosentina: preparazione

    1. Pelare le patate
    2. Tagliare le patate a tocchetti
    3. Preriscaldare il forno a 200° C
    4. Pulire i peperoni (aprirli in due, togliere i semi, lavarli)
    5. Tagliare i peperoni (a quadratini)
    6. Tagliare il baccalà (se non è già a tocchi)
    7. Saltare in padella i peperoni (appena scottati)
    8. Mischiare baccalà, peperoni e patate (in un tegame)
    9. Insaporire (con le olive il sale, il pepe, eventuali altre spezie e un filo d’olio EVO)
    10. Infornare (cuocere per circa 40/50 minuti)
  3. Ricette tipiche calabresi: Millecosedde

    Tutte le cucine tradizionali regionali italiane ci regalano una grande varietà di zuppe, che sono appunto il retaggio della cultura rurale e contadina che popolava le campagne di tutto il paese; tra le ricette tipiche calabresi, quindi, abbiamo questo tipo di zuppa, la millecosedde, che rientra in questo solco di storia e tradizione italiana, vediamo subito come prepararla

    Millecosedde: ingredienti

    Pasta piccola (400gr) | Legumi (300gr, misti tra lenticchia, ceci, fagioli, etc) | Funghi (misti, 100gr) | Cavolo nero (uno) | Cipolla di Tropea (una) | Sedano (una costa) | Olio (EVO) | Pecorino (o altro formaggio, 40gr) | Sale (quanto basta) | Pepe (quanto basta)

    Millecosedde: preparazione

    1. La sera prima mettere a bagno i legumi (separatamente)
    2. Pulire il sedano e la cipolla
    3. Tritare il sedano e la cipolla
    4. Pulire i funghi
    5. Pulire il cavolo
    6. Tagliare il cavolo (alla julienne)
    7. In un tegame mischiare cipolla, funghi, sedano, cavolo
    8. Condire (con sale, pepe, olio)
    9. Aggiungere mezzo litro d’acqua e cuocere per almeno due ore
    10. In un tegame a parte mettere l’acqua a bollire per la pasta
    11. Scolate la pasta, una volta pronta
    12. In un terzo tegame fare saltare per qualche minuto la pasta col condimento (la minestra)
    13. Servire bollente
Hai trovato utile questo post sulle ricette, i piatti e i prodotti tipici calabresi?
Condividilo sui social network
Unadieta.It © 2016 Tutti i diritti riservati | PIva 02992130738 | REA TA184606