ALIMENTAZIONE
FITNESS
SALUTE
WELLNESS
FOOD

Salone del gusto


salone del gusto

Chiusa l'edizione 2012 del salone del gusto è il momento di tirare i conti;
è boom di visitatori quest'anno per la manifestazione dedicata al cibo che aprì i battenti per la prima volta nel 1996, l'incremento dei visitatori negli ultimi anni è stato esponenziale confermando il sempre maggiore interesse che il cibo riscuote sull'opinione pubblica sotto ogni punto di vista.
Conferma il suo successo anche il made in Italy, tra i mille espositori provenienti da oltre 100 paese, trovano conferma della propria qualità i cibi, i vini e gli alimenti della tradizione agroalimentare italiana che si ritaglia un ruolo sempre più da protagonista nell'economia del bel paese affermandosi come una delle principali eccellenze che possiamo vantare in Italia.

In particolare il presidente di Slow Food, Roberto Burdese, oltre a sottolineare i numeri di questa edizione (più 10% di visitatori rispetto l'edizione 2010, più 30% di visitatori stranieri), premia l'apertura della kermesse a tutta l'attività di terra madre e soprattutto pone l'accento sul successo non solo commerciale della manifestazione ma anche, e soprattutto, culturale e didattico della stessa.
Particolarmente importante la partecipazione del Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali il quale condivide lo spazio di Slow Food proponendo laboratori didattici con un occhio di riguardo particolare a studenti delle scuole primarie e alle famiglie sfruttando l'evento del salone per dare continuità ai temi affrontati nelle campagne istituzionali a riguardo dell'importanza della frutta nelle mense scolastiche, il florovivaismo e la lotta agli sprechi.
In mostra documentari sulle stesse tematiche: Food for you, Mangia bene e cresci meglio, Marinando, Frutta nelle scuole.
Interessantissima anche l'attività delle conferenze che quest'anno si arricchiscono dei contributi delle comunità del cibo di Terra Madre nel tentativo di accendere i riflettori su come le scelte dei consumatori, compresi gli addetti del settore come per esempio ristoratori e produttori, possano contribuire in maniera forte a cambiare il mondo, apportando un contributo fondamentale in termini di esperienza ed offrendo importanti spunti di riflessione su come uscire dalla crisi, non solo economica, che il nostro mondo attraverso migliorando la nostra salute e quella del pianeta.

Unadieta.It © 2016 Tutti i diritti riservati | PIva 02992130738 | REA TA184606