ALIMENTAZIONE
FITNESS
SALUTE
WELLNESS
FOOD

Il cibo spazzatura assomiglia alla droga


cibo spazzatura drogaIn fatto di cibo spazzatura nuove ricerche sembrano dimostrare una forte correlazione fra questo tipo di alimenti e le sostanze stupefacenti;
in pratica le persone che abusano di cibo spazzatura sembrerebbero farlo non solo perchè più deboli ai peccati e alle tentazioni della gola ma in quanto questi cibi avrebbero un effetto sul cervello sostanzialmente equiparabile a quello di alcune droghe.

Questi meccanismi tendono a stimolare i recettori del piacere alimentando, più che il corpo, una sensazione di "benessere" assolutamente illusoria che spingerebbe le persone ad assumere "dosi" sempre più massicce di quel determinato cibo a discapito, come ampiamente dimostrato, della propria salute fino a raggiungere quadri patologici come ad esempio l'obesità.
Ciò che renderebbe determinati cibi, non per nulla etichettati come spazzatura, così simili alle droghe sarebbe, secondo i ricercatori, la grande quantità di zuccheri e grassi in essi contenuti;
la ricerca sembrerebbe quindi propensa, come troppo spesso accade, invece che a risolvere il problema alla radice attraverso un'attenta ed efficace campagna di informazione alimentare a sviluppare trattamenti, presumibilmente farmacologica, in grado di attivare gli stessi recettori del piacere che si attivano quando mangiamo cibo spazzatura anche quando mangiamo cibo più salutare.
Invece quindi di affrontare il problema da un punto di vista prevalentemente culturale andando così ad intaccare le cattive abitudini alimentari, la lotta contro il cibo spazzatura, così come tante altre lotte, si piega alle logiche del "business ad ogni costo" inseguendo la chimera della solita "pillola miracolosa" che dovrebbe risolvere tutti i mali dell'uomo, anche quelli che sono molto più facilmente risolvibili attraverso un'adeguata cultura alimentare;
e magari, perchè no, rimpolpando le casse già piuttosto piene delle solite case farmaceutiche.
In un mondo malato di cibo, dove la gente muore per la sua scarsità o per gli eccessi ad esso collegati, dove la cattiva alimentazione, per tramite proprio del cibo spazzatura, produce ogni anno centinaia di migliaia di nuovi malati in quel mondo "occidentale" che tanto ci piace immaginare evoluto e colto ma che troppo spesso si rivela essere tutt'altro che così ancora si preferisce investire milioni in inutili ricerche sperimentali alla ricerca della miracolosa panacea di tutti i mali, la solita pillolina magica di turno, invece che investire in informazione, cultura e agricoltura.
In tutta questa dinamica gli stili di vita giocano un ruolo fondamentale, giornate lavorative sempre più lunghe e spostamenti sempre più lenti in città sempre più intasate dal traffico tolgono alle persone la possibilità di vivere pienamente il proprio rapporto con il cibo ripiegando su soluzioni che abbattono il tempo dedicato a nutrirsi provocando però danni non trascurabili sulla salute;
un marketing aggressivo fino all'inverosimile, che si manifesta attraverso il quotidiano bombardamento pubblicitario cui tutti noi siamo sottoposti praticamente in ogni momento della giornata, unitamente ai paradossi dell'economia che fanno si che un panino stracarico di grassi in un qualsiasi fast food costi meno di un sacchetto di arance, completano l'opera di distruzione di massa che porta ogni giorno sempre maggiori quantità di cibo spazzatura sulle nostre tavole a discapito della nostra salute e delle nostre economie locali..

Unadieta.It © 2016 Tutti i diritti riservati | PIva 02992130738 | REA TA184606