ALIMENTAZIONE
FITNESS
SALUTE
WELLNESS
FOOD

Gli snack: buoni da morire


snackParlando di cibo spazzatura non possiamo esimerci da una rapida escursione nel mondo degli snack;
per carità, fermorestando che è sempre l'eccesso a causare danni, sicuramente non correte rischi particolarmente gravi se bevete una lattina di coca ogni tanto, o se mangiate un sacchetto di patatine fritte, tuttavia, oltre a non eccedere, ci sono alcune accortezze che si possono adottare per abbattere ulteriormente ogni tipo di rischio.

Considerate che viviamo in un mondo dove fra bibite gassate, macchinette che spacciano snack (micidiali) negli uffici e nelle scuole, cibi precotti e chi più ne ha più ne metta, l'attentato alla nostra salute è sempre dietro l'angolo; certo, anche a noi piacerebbe che i governi dedicassero più attenzione a questo tipo di attentati e a questo tipo di spaccio prima che agli attentati di radice islamica e allo spaccio di droga, se non altro perchè i primi due fanno molti più morti all'anno di quanto non facciano gli altri due, ma qualcosa ci suggerisce che un'attenzione del genere da parte dei nostri governanti non la vedremo mai.
Ed allora mentre l'inteligence mondiale si rimbocca le maniche a dar la caccia al baobab, emh, cioè, volevamo dire ad al-qaeda, e le forze di polizia sono impelagatissime ogni giorno a dare la caccia agli spacciatori di hashish e di marjuana (non di cocaina, per quella sarebbe molto più facile, basterebbe fare un salto in parlamento, vedesi ad esempio lo strano caso del direttore delle poste), noi ci dobbiamo difendere per conto nostro da chi in tv spaccia l'idea della felicità collegandola a una bibita gassata, da chi spaccia snack letali nelle scuole dei nostri figli, da chi quotidianamente attenta alla salute nostra e dei nostri cari per mezzo del cibo spazzatura.
Sappiamo bene che, soprattutto se avete figli, non sempre è facile spiegare loro perchè non è opportuno mangiare certe cose ed ancora più difficile convincerli di quanto facciano male, del resto son così buoni quegli snack, di conseguenza, se proprio dovete comprargli delle merendine, sceglietene fra quelle prodotte da aziende bio, o che comunque contengano delle fibre, prediligete le marmellate alla cioccolata;
non tutti gli snack sono da demonizzare, quelli che presentano ad esempio la scritta "senza grassi idrogenati" il che vuol dire, semplicemente, che contengono burro o grassi vegetali che non hanno subito alcuna modificazione chimica durante il processo di produzione, sono, ad esempio, molto meno dannosi.
Limitate inoltre tutti i prodotti contenenti glutammato di sodio (spesso etichettato con E621);
si tratta di un esaltatore di sapidità, che ha la simpatica propensione di causare innalzamento della pressione arteriosa, favorisce l'obesità, problemi cardiovascolari, scompensi metabolici di vario di tipo (fra cui quelli alla base dell'insorgenza del diabete).
Troviamo questo ingrediente in numerosi insaccati, nelle salse, nelle conserve vegetali, negli snack, ma soprattutto nei dadi da cucina e nei preparati da brodo;
quindi occhio alle etichette.
Evitate inoltre i cibi che contengono additivi, emulsionanti e addensanti sono considerati comunemente innocui per la salute da tutti gli organismi internazionali addetti al controllo, tra cui l'OMS (organizzazione mondiale della sanità), tuttavia vi sconsigliamo di abusarne;
e del resto c'è da dire che l'OMS ha dichiarato innocui alimenti come l'aspartame e i dolcificanti, il sodio benzoato e l'acido fosforico, quindi, come si suol dire, sapete com'è, fidarsi è bene, non fidarsi...
Chiudiamo ricordandovi che i metodi più sicuri per la conservazione dei cibi sono il freddo (surgelati) e il sottovuoto, quindi tentate di scegliere alimenti con queste caratteristiche prima di quelli imbottiti di conservanti.

Unadieta.It © 2016 Tutti i diritti riservati | PIva 02992130738 | REA TA184606