ALIMENTAZIONE
FITNESS
SALUTE
WELLNESS
FOOD

Ginnastica del pavimento pelvico

Ginnastica del pavimento pelvico

La ginnastica del pavimento pelvico, come impareremo nel corso di questo post, è un complesso di esercizi ideati dal ginecologo americano Kegel al fine di migliorare la tonicità muscolare dei muscoli che fanno parte del pavimento pelvico; più precisamente si definisce pavimento pelvico quel complesso di muscoli e legamenti che tiene insieme la vescica, l’intestino, l’uretra (negli uomini) e l’utero (nelle donne). Gli esercizi ideati da kegel che costituiscono la ginnastica del pavimento pelvico sono particolarmente importanti proprio per le donne e ancora di più per le donne in gravidanza ma questo lo vedremo più nel dettaglio nei prossimi paragrafi

Che cos'è la ginnastica del pavimento pelvico

Ginnastica del pavimento pelvicoLa ginnastica del pavimento pelvico altro non è che una serie di movimenti basati sulla contrazione volontaria dei muscoli che compongono il pavimento pelvico tesa, come accennato in apertura di questo post, a migliorare la tonicità di questo “complesso muscolare”; i benefici di questa ginnastica, come vedremo in un paragrafo ad hoc che puoi trovare più avanti, sono di fondamentale importanza per le donne, e non per niente il dottor Kegel, cioè colui che ha inventato questa forma di ginnastica, era come detto, appunto un ginecologo.

Tutto quello che devi sapere sulla ginnastica del pavimento pelvico

Esistono alcune condizioni, più o meno fisiologiche, che possono generare una riduzione anche importante della tonicità, e conseguentemente della tenuta, dei muscoli che compongono il pavimento pelvico; tra questi segnaliamo la gravidanza (fra i fattori a carattere fisiologico o, per così dire, naturali) e la menopausa, mentre tra le condizioni non fisiologiche possiamo ascrivere senza alcun dubbio l’obesità (sempre lei, che fa enormi danni quindi sotto innumerevoli punti di vista e non solo, quindi, da quello alimentare)

Benefici della ginnastica del pavimento pelvico

In realtà abbiamo già avuto modo di trattare questo argomento nel nostro post sulla ginnastica perineale, dove ci siamo concentrati a valutare questo genere di esercizi secondo una prospettiva più amplia (non solo quindi relativamente all’universo femminile, ma anche per quanto riguarda il mondo maschile) in questo post invece, che pure tratta il medesimo argomento, vogliamo concentrarci sui benefici che riguardano esclusivamente le donne. Possiamo quindi subito dire che la ginnastica del pavimento pelvico aiuta a contrastare problemi come il prolasso uterino (condizione tipicamente correlata alla gravidanza, specie nei parti naturali di bambini con un peso superiore ai 4Kg) e l’incontinenza; inoltre i muscoli del pavimento pelvico, essendo collegati agli organi genitali, influiscono direttamente sul piacere sessuale, di conseguenza mantenere una buona tonicità di questi fasci muscolari migliora la qualità dei rapporti sessuali e conseguentemente questo si rivela estremamente importante per migliorare a livello più amplio il benessere psico-fisico della donna.

Controindicazioni della ginnastica del pavimento pelvico

La ginnastica del pavimento pelvico non presenta alcun tipo di controindicazione, tutt’altro, andrebbe invece praticata sin da giovane età (ma questo vale per lo sport in generale); in particolare per le donne i benefici di questa ginnastica sono estremamente rilevanti e, se praticata sin da ragazze, aiutano a contrastare alcune condizioni che sono tipiche dell’universo femminile e che si presenteranno diversi anni più avanti (come per esempio nel caso della menopausa). Questo ci serve quindi a definire ciò che in realtà sappiamo, o che comunque dovremmo sapere, già molto bene e cioè che la qualità della vita nella terza età si costruisce passo dopo passo sin da giovani, mentre se si decide di trascurare questo aspetto della cura di se si pongono, al contrario, sin da giovani, le basi per un peggioramento del proprio benessere psico-fisico durante il periodo della così detta terza età.

Efficacia della ginnastica del pavimento pelvico

La ginnastica del pavimento pelvico risulta assolutamente efficace per le finalità per le quali è stata pensata che non sono, come ormai dovrebbe essere chiaro, attinenti alla forma fisica (come solitamente siamo portati a pensare quando parliamo di ginnastica) quanto invece a prevenire alcune condizioni che, come abbiamo visto, sono fisiologiche per l’universo femminile. La ginnastica del pavimento pelvico è quindi da intendersi in tutto e per tutto come una forma di prevenzione e non come una semplice attività fisica.

Ginnastica del pavimento pelvico: esercizi e informazioni

Prima di entrare nel vivo degli ultimi paragrafi in cui vedremo quali attrezzi sono necessari, se sono necessari, i muscoli coinvolti e i principali esercizi relativi alla ginnastica del pavimento pelvico fermiamoci un attimo a fare un paio di riflessioni; secondo stime circa il 40% delle donne con più di 40 anni soffre di problemi di incontinenza, di varia entità.
Questo semplice dato dovrebbe dirla lunga su quanto scarsa sia la diffusione della ginnastica del pavimento pelvico, la maggior parte delle donne, infatti, pur conoscendo l’importanza che i muscoli del pavimento pelvico hanno per quanto riguarda la loro salute non sono sufficientemente informate ne su come si pratichi questo tipo di tecnica ne dei benefici che potrebbero trarne; questo evidenzia ancora di più, qualora ce ne fosse bisogno, come il nostro sistema scolastico sia, sotto questo punto di vista, assolutamente carente. In un periodo in cui si fa un gran parlare dei costi della sanità e della sostenibilità del nostro SSN l’insegnamento di questi concetti (così come da anni ripetiamo per quanto riguarda l’educazione alimentare) contribuirebbe in maniera estremamente rilevante ad abbattere i costi del nostro sistema sanitario in un’ottica di lungo periodo.

Attrezzi usati nella ginnastica del pavimento pelvico

La ginnastica del pavimento pelvico non richiede l’utilizzo di attrezzi specifici, può essere fatta tranquillamente in casa, dato che si basa sulla semplice contrazione (volontaria) dei muscoli del pavimento pelvico; non è quindi un’attività in alcun modo dispendiosa, ne sotto il profilo dell’impegno (bastano pochi minuti al giorno per assicurarsi di mantenere una buona tonicità) sia ovviamente da un punto di vista meramente economico (costa zero euro farla, non devi mica iscriverti in palestra).

Muscoli coinvolti nella ginnastica del pavimento pelvico

L’anatomia del pavimento pelvico è particolarmente complessa da descrivere, per questo motivo in questa sede ci limiteremo ad elencare i muscoli coinvolti dalla ginnastica del pavimento pelvico mentre rimandiamo alla lettura di questo documento tutti coloro che volessero acquisire una conoscenza più profonda dell’argomento.
Detto questo vediamo quindi quali sono i muscoli che compongono il pavimento pelvico e che sono quindi i più coinvolti da questo tipo di ginnastica:

  1. diaframma pelvico: si compone di due differenti fasce muscolari, i muscoli elevatori dell’ano e il muscolo coccigeo
  2. membrana perineale: è uno strato di tessuto fibroso che ricopre il triangolo urogenitale
  3. corpo perineale: che fornisce supporto alla porzione distale della vagina e alle normali funzioni anorettali

Esercizi tipo della ginnastica del pavimento pelvico

Siamo giunti alla fine del nostro excursus sul mondo della ginnastica del pavimento pelvico, in quest’ultimo post ti presentiamo alcuni semplici esercizi che puoi fare per rinforzare il pavimento pelvico; dato che descrivere un esercizio, di qualunque tipo, per iscritto può dar luogo a fraintendimenti e, conseguentemente, ad errori da parte dei nostri lettori che volessero iniziare a praticare la ginnastica del pavimento pelvico ti rimandiamo alla visione di questa playlist su youtube in cui puoi trovare descritti nel modo migliore 9 semplici esercizi da replicare in casa.

Unadieta.It © 2016 Tutti i diritti riservati | PIva 02992130738 | REA TA184606