ALIMENTAZIONE
FITNESS
SALUTE
WELLNESS
FOOD

Ginnastica zen per il tuo benessere psicofisico

Ginnastica zenLa ginnastica zen è qualcosa di più di una semplice forma di allenamento, attraverso particolari tecniche di respirazione, infatti, questa forma di ginnastica fonde in se i principi di una ginnastica dolce con quelli della meditazione. Dato che si tratta di una forma di allenamento sostanzialmente a corpo libero e che si basa principalmente su esercizi di stretching pensati per ridare elasticità e tonicità alla massa muscolare può essere praticata senza grandi controindicazioni. Nei prossimi paragrafi tenteremo di capire meglio che cosa sia la ginnastica zen, quali sono i suoi benefici, quali le eventuali controindicazioni, i muscoli coinvolti, gli esercizi e ancora molte altre informazioni per chi stesse valutando di iniziare ad allenarsi seguendo un corso di ginnastica zen

Che cos'è la ginnastica zen

Ginnastica zen: info ed esercizi

Come accennato la ginnastica zen è qualcosa di più di un semplice allenamento dal momento che punta molto anche all’interazione tra corpo e spirito; in questa sede vogliamo però concentrarci più che altro sulla ginnastica zen da un punto di vista meramente corporeo. Questa forma di ginnastica, quindi, si basa essenzialmente su esercizi di stretching che mirano ad aumentare l’elasticità e la tonicità della massa muscolare; altro particolare non da poco della ginnastica zen è la sua funzionalità nella prevenzione e nella correzione degli errori di postura. Per queste sue caratteristiche la ginnastica zen viene considerata come una tra le migliori forme di allenamento per tutti coloro che, più dell’aspetto fisico, intendano curare la salute del corpo (oltre che della mente) praticando un po’ di sport

Tutto quello che devi sapere sulla ginnastica zen

La ginnastica zen è sostanzialmente una ginnastica dolce, per questo motivo i benefici e le controindicazioni di questa forma di allenamento sono molto simili a quelli di altri tipi di ginnastica che ci siamo trovati a illustrare su unadieta.it. Anche se stiamo trattando l’argomento in maniera quasi esclusiva per ciò che riguarda la dimensione corporea di questo tipo di ginnastica è importante precisare che lo zen è una vera e propria disciplina filosofica (si tratta di una “branchia” del buddismo nata in Giappone) e che per tanto sarebbe riduttivo per chiunque iniziare a praticare ginnastica zen senza approfondire contemporaneamente tutto l’aspetto che riguarda la filosofia di vita e l’importanza della meditazione per il benessere psicofisico. Ovviamente noi non ci addentreremo molto in questi aspetti che sono, per così dire, più di carattere mistico, e tenteremo invece di continuare il nostro excursus sulla ginnastica zen tentando di dare maggior risalto alla parte più strettamente relativa alle tecniche di allenamento

Benefici della ginnastica zen

I principali benefici della ginnastica zen riguardano la possibilità di migliorare tono ed elasticità muscolare lavorando anche concretamente su una corretta postura; abbiamo già avuto modo di ribadire in diversi altri post come gli errori di postura, alla lunga, arrivino ad incidere in maniera anche rilevante sulla qualità della vita man mano che invecchiamo e si traducono, nel tempo, in dolori articolari e grandi o piccoli acciacchi di cui, ovviamente, chiunque farebbe volentieri a meno. Un buon modo per prevenire questo genere di fastidi può quindi essere quello di praticare ginnastica zen; per altro si tratta di una forma di allenamento che può risultare più “attraente” per tutti coloro che guardano alla palestra e allo sport come qualcosa di frivolo e che per questo non hanno mai acquisito l’abitudine di allenarsi con frequenza. La ginnastica zen non è una semplice forma di allenamento ma può essere considerata a tutti gli effetti come una tecnica di meditazione in cui viene utilizzato, contrariamente a quanto accada nella meditazione che tutti conosciamo, anche il movimento del corpo.

Controindicazioni della ginnastica zen

La ginnastica zen non ha grosse controindicazioni tuttavia dato che si basa su esercizi di allungamento e stretching potrebbe comunque dare dei problemi soprattutto a chi non la dovesse praticare nella maniera corretta. Soprattutto gli anziani, quindi, farebbero comunque bene a chiedere un parere del loro medico di fiducia prima di iniziare a praticare la ginnastica zen. In ogni caso, fatta eccezione per quelle categorie di persone per cui è sconsigliata l’attività motoria a causa di patologie pregresse, la ginnastica zen non presenta rilevanti rischi o controindicazioni di sorta

Efficacia della ginnastica zen

L’efficacia della ginnastica zen dipende molto dagli obiettivi che ci prefissiamo prima di iniziare a praticarla; se intendiamo dimagrire o aumentare la nostra massa muscolare allora la ginnastica zen non è certamente tra le forme di allenamento più indicate. Se invece vogliamo recuperare tonicità ed elasticità, migliorare il nostro equilibrio e la nostra postura allora sicuramente la ginnastica zen si rivelerà efficace a patto però che venga praticata correttamente e con costanza

Ginnastica zen: esercizi e informazioni

Fin qui abbiamo provato a comprendere meglio cosa sia la ginnastica zen, quali siano i suoi benefici e le controindicazioni a questa particolare forma di allenamento; nei prossimi paragrafi tenteremo di entrare più nel vivo del nostro post e di capire quali attrezzi possano essere utili nella ginnastica zen, quali sono i muscoli maggiormente coinvolti da questa forma di allenamento, e chiuderemo il nostro post tentando di dare un’idea più precisa di come vadano eseguiti gli esercizi di ginnastica zen

Attrezzi usati nella ginnastica zen

Abbiamo già ripetuto che la ginnastica zen è sostanzialmente una ginnastica dolce e, come tale, non richiede l’uso di particolari attrezzi; ovviamente un tappetino potrà essere comunque utile per eseguire gli esercizi a terra, ma al netto di questo la ginnastica zen si pratica a corpo libero.

Muscoli coinvolti nella ginnastica zen

La ginnastica zen tende a coinvolgere tutti i muscoli del corpo, come d’altronde per qualunque altra forma di ginnastica a corpo libero; in particolare questo tipo di ginnastica lavora molto sui muscoli posturali per questo può rivelarsi estremamente utile per coloro che conducano stili di vita particolarmente sedentari come, ad esempio, tutti quelli che lavorano in ufficio e che passando quindi otto ore al giorno dietro una scrivania e d’avanti ad un computer sono più soggetti ad incorrere in errori di postura con tutti i problemi che ne possono conseguire

Esercizi tipo della ginnastica zen

Se intendi iniziare a praticare la ginnastica zen ti sconsigliamo il fai da te per almeno due motivi: il primo è che potresti eseguire gli esercizi in maniera errata (e magari incorrere in piccoli infortuni muscolari) il secondo è che trattandosi di una vera e propria disciplina il supporto dell’istruttore è realmente fondamentale. Potersi avvalere della guida di un istruttore esperto di ginnastica zen, infatti, non solo eviterà ogni tipo di errore nell’esecuzione degli esercizi ma ti darà la possibilità di raccogliere il massimo risultato da questa esperienza non solo in termini di benessere fisico ma anche da un punto di vista più prettamente psicologico. Se desideri avere comunque maggiori informazione sui tipici esercizi di ginnastica zen puoi provare a dare un’occhiata su youtube

Unadieta.It © 2016 Tutti i diritti riservati | PIva 02992130738 | REA TA184606