Abbacchio Romano IGP

Abbacchio romano IGP L’Abbacchio Romano IGP è un prodotto ricavato dalla lavorazione della carne di agnelli da latte (il disciplinare prevede che vengano macellati non prima dei 28 giorni d’età ed entro massimo di 40 giorni d’età) appartenenti ad alcune delle razze più prestigiose del nostro paese (Sarda, Comisana, Sopravvissana, Massese, Merinizzata); il disciplinare di produzione prevede che tutti gli animali debbano essere nati, allevati nella regione Lazio. Gli agnelli devono essere allevati allo stato brado ed alimentati in maniera naturale; secondo quanto previsto dal disciplinare per la produzione dell’abbacchio romano IGP tutti i capi (sia gli agnelli che le madri quindi) devono essere allevati in maniera naturale, secondo metodi d’allevamento che sono strettamente definiti all’interno del disciplinare stesso.

Abbacchio Romano IGP: informazioni e curiosità

Disciplinare Abbacchio Romano IGP

TIPOLOGIA PRODOTTO
Carni fresche (e frattaglie)
DATA PUBBLICAZIONE GUCE/GUUE
GUCE L 151 del 16.06.09
GUUE L 337 del 11.12.12
NUMERO REGOLAMENTO CEE/CE/UE
Reg. CE n. 507 del 15.06.09
Reg. UE n. 1174 del 05.12.12
ORGANISMO DEI PRODUTTORI
Consorzio di Tutela Abbacchio Romano
Sito - Telefono: 0686273358
CONTROLLO E CERTIFICAZIONE
Camera di commercio Roma
Sito - Telefono: -

Storicamente la produzione dell’abbacchio e la lavorazione della carne di pecora in genere sono antichissimi in tutto il Lazio; a dimostrare l’antico legame che lega la regione con questo prodotto ci sono le numerosissime ricette tipiche che riguardano questa pietanza, tra le quali la più famosa è certamente “l’abbacchio alla romana”.

Produzione dell'Abbacchio Romano IGP

La produzione dell'abbacchio romano IGP avviene, come previsto dal disciplinare, nella regione Lazio per le province di Roma, Frosinone, Viterbo, Latina, Rieti, attualmente coinvolge 704 produttori i quali generano un fatturato di 14.55 Milioni di Euro l'anno con una produzione attestata nel 2015 di 1,627 Milioni di chilogrammi di abbacchio romano IGP.