Lardo di Colonnata IGP

Lardo di Colonnata IGP Il Lardo di Colonnata IGP di tutta la produzione italiana di salumi rientra sicuramente tra quelli più prestigiosi; conosciuto e apprezzato in tutto il mondo il Lardo di Colonnata viene ancora oggi prodotto secondo la tradizione con un metodo rigorosamente definito dal disciplinare di produzione. Lavorato tra i mesi di settembre e maggio il Lardo di Colonnata IGP viene sottoposto a stagionatura per un periodo di almeno sei mesi e insaporito con spezie come pepe, aglio fresco, sale e rosmarino.

Lardo di Colonnata IGP: informazioni e curiosità

Disciplinare Lardo di Colonnata IGP

TIPOLOGIA PRODOTTO
Prodotti a base di carne
DATA PUBBLICAZIONE GUCE/GUUE
GUCE L 324 del 27.10.04
NUMERO REGOLAMENTO CEE/CE/UE
Reg. CE n. 1856 del 26.10.04
ORGANISMO DEI PRODUTTORI
Ass. Tutela Lardo Di Colonnata
Sito - Telefono: 0585768069
CONTROLLO E CERTIFICAZIONE
Agroqualità SPA
Sito - Telefono: 0654228675

A differenza di altri prodotti dell’enogastronomia italiana sulle origini del Lardo di Colonnata non esistono documenti storici che attestino in maniera certa le origini di questo salume; quel che è certo è che la passione per il lardo in quel di Colonnata è piuttosto antica e probabilmente di epoca medioevale. Da un punto di vista prettamente enogastronomico si consiglia di gustare il Lardo di Colonnata così com’è (come qualunque altro salume quindi) per non snaturarne il gusto delicato che fa del Lardo di Colonnata uno dei principi dei salumi italiani.

Produzione del Lardo di Colonnata IGP

La produzione del Lardo di Colonnata IGP avviene, come previsto dal disciplinare, nella regione Toscana nel comune di Massa Carrara di cui appunto Colonnata è una frazione; i suini, invece, destinati alla produzione del lardo di Colonnata vengono allevati nelle regioni Toscana, Emilia-Romagna, Veneto, Friuli-Venezia Giulia, Lombardia, Piemonte, Umbria, Marche, Lazio e Molise. Attualmente la produzione del Lardo di Colonnata IGP coinvolge 18 produttori con una produzione attestata nel 2015 a 127 mila chilogrammi di Lardo di Colonnata IGP e un fatturato che supera i 2 milioni di euro