ALIMENTAZIONE
FITNESS
SALUTE
WELLNESS
FOOD

Ascesso peritonsillare: cause, sintomi e cura


Ascesso peritonsillare: cause, sintomi e cura

L’ascesso peritonsillare, come impareremo nel corso di questo post, può avere diverse cause, tuttavia ha sintomi abbastanza riconoscibili, per quanto si tratti di un’infezione non particolarmente frequente (colpisce una persona ogni diecimila pur rappresentando almeno il 30% del complessivo di infezioni che colpiscono i tessuti molli). La cura di un ascesso peritonsillare può essere sostanzialmente di due tipi, farmacologica o chirurgica;
in questo post avremo modo di capire meglio queste ed altre cose sull’ascesso peritonsillare, le sue cause, i sintomi e tutto quello che può essere utile sapere su questa patologia

Cos'è un ascesso peritonsillare

L’ascesso peritonsillare altro non è che un’infezione (che vede coinvolti i batteri dello stafilococco, più generalmente, o comunque altri batteri di origine influenzale); si tratta di una condizione patologica che tipicamente insorge in seguito a una tonsillite (batterica) ma che può anche, più raramente, manifestarsi in maniera “autonoma” (non come complicazione di una tonsillite, quindi, ma in ogni caso a causa di un’infezione batterica). Si tratta di un disturbo abbastanza frequente, che causa sintomi tanto facili da riconoscere quanto fastidiosi, ma questo lo vedremo meglio in uno dei prossimi paragrafi.

Ascesso peritonsillare: informazioni generali

L’ascesso peritonsillare si forma quando intorno a una delle due tonsille viene a crearsi un accumulo di pus, che è appunto la condizione ideale per favorire la proliferazione batterica.
Ma quali sono le cause, i sintomi e la cura contro un ascesso peritonsillare?
Scopriamolo insieme

  1. Cause dell' ascesso peritonsillare

    Come abbiamo già avuto modo di vedere l’ascesso peritonsillare è causato sostanzialmente da un’infezione batterica delle tonsille; che questa infezione sia causata da una tonsillite, a sua volta dovuta o meno da uno stato influenzale, o che insorga autonomamente (non a causa quindi di una tonsillite) ciò che causa l’ascesso peritonsillare è in ogni caso un’infezione di tipo batterico (non virale quindi) è questo è assolutamente rilevante, come vedremo più avanti, nel definire il trattamento più adeguato per curare questa malattia
  2. Sintomi dell' ascesso peritonsillare

    I sintomi di un ascesso peritonsillare sono diversi e possono variare per quantità e qualità in base all’importanza dell’infezione; vediamo in ogni caso quali sono i sintomi più comuni di un ascesso peritonsillare
    1. Mal di gola: è uno dei primi segnali dell’infezione in corso, l’ascesso peritonsillare vero è proprio compare normalmente entro una forbice di tempo tra i due e gli otto giorni
    2. Difficoltà a deglutire: si tratta anche in questo caso di uno dei primissimi sintomi che compaiono, man mano che l’ascesso peritonsillare va manifestandosi (come detto dai due agli otto giorni) e aggravandosi, la difficoltà a deglutire diventa via via un dolore sempre più forte
    3. Dolore alla mascella: molti pazienti riferiscono della difficoltà ad aprire la bocca (quindi anche a parlare, oltre che mangiare, masticare e deglutire)
    4. Problemi alla voce: tra i sintomi dovuti ascesso peritonsillare abbiamo anche abbassamenti di voce o comunque la sensazione di dolore mentre si parla
    5. Mal di testa: altro sintomo comune negli stati più avanzati di ascesso peritonsillare è il mal di testa (ma anche a una delle orecchie, da lato in cui si trova la tonsilla infiammata)
    6. Gonfiore: frequente il gonfiore al collo in corrispondenza dei linfonodi giugulo digastrici
    7. Febbre: fino a 39°
    8. Edema: cioè accumulo di liquidi (pus) negli spazi interstiziali intorno fra le tonsille
  3. Diagnosi dell' ascesso peritonsillare

    L’ascesso peritonsillare è estremamente semplice da diagnosticare per il tuo medico di famiglia, è sufficiente una visita in ambulatorio perché il tuo medico possa constatare la formazione dell’ascesso peritonsillare e stabilire il trattamento più adatto in base allo stato della malattia
  4. Prevenzione dell’ ascesso peritonsillare

    Prevenire la formazione di un ascesso peritonsillare non è una cosa semplicissima, in quanto è una patologia che può insorgere inseguito a una banale influenza, che scatena, ad esempio, una tonsillite, che a sua volta evolve in un ascesso peritonsillare;
    quello che si può fare è prestare attenzione ai sintomi, soprattutto per quelle persone che sono soggette a tonsilliti recidive, di modo da consultare il medico sin dai primi sintomi della malattia evitando così che la tonsillite evolva in un ascesso peritonsillare
  5. Cura dell' ascesso peritonsillare

    Esistono diversi approcci terapeutici differenti per la cura dell’ascesso peritonsillare, il medico normalmente definisce il più indicato al singolo caso fra quelli più comunemente impiegati;
    vediamo quindi nello specifico quali sono le cure e i trattamenti che possono essere usati contro un ascesso peritonsillare
    1. Aspirazione: una delle cure dell’ascesso peritonsillare consiste nell’aspirare con un ago il liquido (il pus) che si è raccolto intorno alle tonsille, favorendo quindi la risposta immunitaria dell’organismo
    2. Drenaggio: questa tecnica è simile a quella dell’aspirazione, consiste nell’incidere l’ascesso peritonsillare (dopo aver anestetizzato la zona con un’iniezione) al fine di drenare il pus (si basa quindi come nel caso dell’aspirazione di una tecnica meccanica per eliminare il liquido dell’ascesso peritonsillare)
    3. Tonsillectomia: per molti anni si è ritenuto che, per quei pazienti con tonsilliti ricorrenti, potesse essere una buona soluzione, in termini di prevenzione, asportare chirurgicamente le tonsille per evitare ogni tipo di complicazione; oggi questo non è più un punto di vista molto comune e solo raramente e per specifici motivi si ricorre all’asportazione delle tonsille come trattamento preventivo contro l’ascesso peritonsillare
    4. Antibiotici: trattandosi di un’infezione batterica il trattamento migliore in assoluto risulta essere quello farmacologico a base di antibiotici e, al limite, abbinato a intaffiammatorio (qualora il medico lo reputi opportuno)

Ascesso peritonsillare senza febbre

La febbre è uno degli ultimi sintomi dell’ascesso peritonsillare che compare, se compare, solo quando la patologia si trova già in stato avanzato; contattando tempestivamente il proprio medico sin dai primi sintomi quello della febbre, sostanzialmente, non dovrebbe mai arrivare a comparire

Ascesso peritonsillare: complicazioni

Una delle prime complicazioni dell’ascesso peritonsillare che possano capitare è che questo si allarghi anche al tratto retrofaringeo; nei casi più gravi (quando la malattia viene trascurata e non opportunamente trattata) possiamo avere setticemia e persino necrosi dei tessuti.

Rimedi naturali contro l' ascesso peritonsillare

L’ascesso peritonsillare è un disturbo che può avere complicazioni anche importanti (persino letali se trascurato, come nel caso della setticemia o della necrosi dei tessuti); occorre quindi rivolgersi quanto prima al proprio medico perché possa stabilire il trattamento più indicato contro la malattia.
In molti, fra coloro che sono assolutamente contrari all’uso dei farmaci per vari motivi che non stiamo qui a definire, utilizzano specifiche erbe officinali con proprietà antisettiche e antinfiammatorie per trattare questo tipo di disturbo, si tratta però di un comportamento che non andrebbe assolutamente incoraggiato perché potrebbe portare a conseguenze anche molto gravi

Ascesso peritonsillare: quando rivolgersi al medico

Occorrerebbe rivolgersi al medico sin dalla comparsa dei primi sintomi, quindi già a partire dalla comparsa del mal di gola e della difficoltà a deglutire; in caso contrario diventerebbe via via sempre più urgente contattare il medico di famiglia alla comparsa dei vari sintomi, fino alla comparsa della febbre che è uno dei sintomi che assolutamente non vanno trascurati dell’ascesso peritonsillare.

Hai trovato utile questo post sull'ascesso peritonsillare?
Condividilo sui social network
Unadieta.It © 2016 Tutti i diritti riservati | PIva 02992130738 | REA TA184606