ALIMENTAZIONE
FITNESS
SALUTE
WELLNESS
FOOD

Dispnea ansiosa: cause, sintomi e cura


Dispnea ansiosa: cause, sintomi e cura

La dispnea ansiosa è un disturbo che, negli ultimi anni, sembra colpire un numero sempre maggiore di persone, crescita che va di pari passo con l’aumentare delle persone affette da stati d’ansia (più o meno gravi), crisi di panico e altri disturbi di questo genere ma comunque afferenti la dimensione psicologica.
In questo post tenteremo di capire cos’è la dispnea ansiosa, quali sono le cause, i sintomi, come riconoscerla, quali sono le malattie eventualmente ad essa correlabili e i trattamenti più efficaci per contrastarla.

Cos'è la dispnea ansiosa

Col termine dispnea ansiosa si identifica un disturbo correlato, ovviamente, a problemi di ansia e caratterizzato dalla difficoltà di respirare normalmente; la dispnea, infatti, è un disturbo anche noto come “fame d’aria” e rappresenta appunto una condizione in cui la persona avverte come una sensazione di “vuoto pneumatico” che gli impedisce di respirare. Nella dispnea ansiosa la fame d’aria è provocata appunto da uno stato ansioso una volta risolto il quale la persona torna a respirare normalmente

Dispnea ansiosa: informazioni generali

Compreso meglio cosa sia la dispnea ansiosa andiamo a capire più da vicino quali sono le cause, i sintomi, la diagnosi di questo disturbo oltre che, ovviamente, le possibili cure e complicazioni dovute a questo tipo di disturbo

  1. Cause della dispnea ansiosa

    La prima cosa da fare in caso di dispnea è assicurarsi che il disturbo non sia in realtà il sintomo di un’altra patologia a carico del cuore o dei polmoni (che sono gli organi che, in caso di alcune patologie, possono provocare dispnea); una volta escluse motivazioni più gravi è piuttosto comune constatare che la dispnea sia di tipo ansioso, dipenda quindi da uno stato d’ansia, da un problema psicologico che, una volta risolto, permetterà di superare anche la dispnea.
  2. Sintomi della dispnea ansiosa

    La dispnea ansiosa ha una sintomatologia abbastanza facile da identificare, oltre al sintomo tipico (la fame d’aria) della dispnea, quella di tipo ansioso risulta appunto accompagnata da frequenti stati d’ansia o comunque da un diffuso malessere di tipo psicologico (caratterizzato da stress eccessivo, attacchi di panico, etc) tale che è lo stesso paziente, in condizioni normali, a ricondurre le ragioni della dispnea a motivazioni di carattere psicologico. La dispnea ansiosa, oltre ai casi fin qui descritti, può essere accompagnata da sintomi come:
    1. Dolore: frequentemente i pazienti con dispnea ansiosa riferiscono di una sensazione di dolore o comunque “oppressione” a livello toracico
    2. Aritmia: questo tipo di sintomo è quello che causa più preoccupazioni ai pazienti, l’aritmia, frequentemente accompagnata da palpitazioni, associata alla fame d’aria tipica della dispnea può indurre i pazienti ad ipotizzare problemi di tipo cardiaco quando in realtà si tratta di sintomi abbastanza tipici di un forte stato d’ansia
    3. Iperidrosi: la sudorazione eccessiva è un altro sintomo che accompagna un forte stato d’ansia, compare quindi frequentemente nei pazienti con problemi di dispnea ansiosa
  3. Diagnosi della dispnea ansiosa

    La diagnosi della dispnea ansiosa avviene normalmente per esclusione, il medico quindi, dopo aver fatto tutti gli esami necessari a scongiurare la presenza di altra patologia, dopo un colloquio col paziente teso a evidenziare episodi di attacchi d’ansia o di panico, riconduce naturalmente le difficoltà respiratorie denunciate dal paziente ad un ambito prettamente psicologico
  4. Cura della dispnea ansiosa

    La dispnea ansiosa può essere trattata in maniera efficace prima di tutto grazie ad un sostegno psicologico teso a identificare le ragioni scatenanti dell’ansia; esistono tuttavia una serie di esercizi basati sulla respirazione con diaframma che servono a mettere il paziente in condizione di controllare la dispnea quando si manifesta
  5. Dispnea ansiosa e malattie correlate

    Come detto la dispnea potrebbe essere anche la spia di ben altri disturbi, occorre quindi scongiurare, in fase di diagnosi, la presenza di altre patologie che potrebbero essere la causa della dispnea;
    nello specifico le patologie che possono essere alla base di una dispnea e che potrebbero causare una diagnosi sbagliata riconducendo le difficoltà respiratorie ad una dispnea ansiosa sono:
    1. Disturbi polmonari: si va dalla pleurite alla polmonite, passando per l’edema polmonare (ristagno dei liquidi), la tubercolosi fino anche a patologie più gravi, come nel caso delle neoplasie a carico del polmone, tutte patologie che possono causare dispnea
    2. Anemia: anche l’anemia può causare dispnea, anche se in questo caso è molto improbabile che una dispnea dovuta ad anemia possa essere confusa con una dispnea ansiosa
    3. Problemi cardiaci: anche in questo caso la gamma di patologie che può causare dispnea è piuttosto larga, dalle aritmie alle insufficienze, ma può essere anche un primo sintomo dell’infarto

Dispnea ansiosa: come prevenirla

Come tutti i disturbi di tipo psicologico, anche l’ansia (con tutti i disturbi ad essa correlati) può avere ragioni esterne o interne; in entrambi i casi l’abitudine a praticare un minimo di autoanalisi può essere un buon metodo per prevenire questo tipo di disturbo. Nei casi in cui l’ansia non trovi alcuna causa scatenante esterna la situazione diventa più complicata. Si tratta in ogni caso di una tipologia di disturbi che normalmente si tenta di prevenire adottando corretti stili di vita, anche da un punto di vista alimentare, avendo una vita piena, praticando sport abitualmente e imparando a concedersi i giusti spazi per il relax e il riposo

Rimedi naturali contro la dispnea ansiosa

L’omeopatia è piena di rimedi naturali contro gli stati ansiosi, tuttavia essendo la dispnea ansiosa un disturbo particolarmente sgradevole per chi ne soffre, ed anche per evitare il rischio di fare pasticci, sconsigliamo le soluzioni fai da te o comunque omeopatiche; ad esempio potresti trovarti a provare un rimedio naturale consigliato contro l’ansia per le sue presunte qualità calmanti senza sapere che, magari, un determinato principio attivo contenuto in quella data pianta officinale potrebbe entrare in contrasto con dei farmaci, oppure ancora potrebbe semplicemente avere un effetto eccitante, che, per un motivo o per l’altro, potrebbe finire con l’accentuare il tuo problema di dispnea ansiosa. Il miglior consiglio quindi è quello di rivolgerti ad uno psicologo esperto che ti aiuti a identificare le cause dei tuoi stati d’ansia e a superare il tuo problema di dispnea

Dispnea ansiosa: quando rivolgersi al medico

E’ sempre bene rivolgersi al proprio medico qualora compaia il sintomo della dispnea questo perché, come detto, se non si trattasse di dispnea ansiosa potrebbe essere la spia di patologie ben più gravi;
solo un medico esperto è in grado di eseguire una diagnosi accurata del sintomo e capire così se si tratta davvero di una dispnea ansiosa o se non sia invece la spia di un’altra patologia

Differenza tra dispnea ansiosa e sospirosa

Mentre la dispnea ansiosa può essere anche il sintomo di un altro tipo di patologia quella sospirosa è tipica degli stati ansiosi; nel caso della dispnea ansiosa la difficoltà respiratoria si manifesta pienamente attraverso il sintomo della fame d’aria, nel caso invece della dispnea sospirosa la sensazione di affanno viene superata facendo un sospiro profondo, quasi lamentoso, che rappresenta appunto il disagio a livello psicologico che sta attraversando la persona.

Hai trovato utile questo post sulla dispnea ansiosa?
Condividilo sui social network
Unadieta.It © 2016 Tutti i diritti riservati | PIva 02992130738 | REA TA184606