ALIMENTAZIONE
FITNESS
SALUTE
WELLNESS
FOOD

Stomatite erpetica: cause, sintomi e cura


Stomatite erpetica: cause, sintomi e cura

La stomatite erpetica è, come vedremo nel corso di questo post, tra tutti i tipi di stomatite che possono capitare, tra le più fastidiose; vi sono ad esempio le così dette stomatiti da nicotina (che come puoi facilmente intuire colpiscono i fumatori più accaniti), quelle angolari (chiamate anche cheiliti angolari), quelle di Vincent (che sono in realtà un'infezione delle gengive) e le stomatiti aftose (di cui ci siamo occupati in un altro post). Nei prossimi paragrafi avremo modo di capire insieme cos’è la stomatite erpetica, da cosa è causata, quali sono i sintomi più frequenti, e tante altre informazioni utili per capire come comportarci in caso di stomatite erpetica

Che cos'è la stomatite erpetica

La stomatite erpetica è una particolare forma di stomatite di tipo virale (attenzione, virale, non batterica quindi la somministrazione di antibiotici è assolutamente da evitare); l’agente virale che causa la stomatite erpetica lo vedremo più nel dettaglio nel paragrafo dedicato alle cause di questo disturbo (per quanto il nome stesso dovrebbe lasciar intuire di cosa stiamo parlando). Per adesso ci limitiamo a dire che la stomatite erpetica tende a presentarsi come una normale stomatite (forma, colore e dimensione delle piaghe che colpiscono il cavo orale risulta quindi assolutamente tipica), con la differenza che nel ceppo erpetico la stomatite risulta, ovviamente perché di natura virale, contagiosa. Altre differenze sostanziali della stomatite erpetica rispetto agli altri tipi di stomatiti li vedremo meglio nel paragrafo dedicato ai sintomi, per adesso abbiamo capito che la stomatite erpetica è sostanzialmente un disturbo di natura virale (mentre le cause delle normali stomatiti aftose non sono perfettamente note), vediamo quindi nel prossimo paragrafo in cosa quella erpetica si distingue da una qualunque altra stomatite, quali sono le cause, i sintomi ed ovviamente la cura contro questo tipo di disturbo

Stomatite erpetica: informazioni generali

La stomatite erpetica colpisce prevalentemente i bambini, vedremo più avanti perché, e questo la rende una patologia particolarmente antipatica anche perché, a differenza delle normali stomatiti che si presentano in numeri ridotti (singole o al massimo in termini di poche unità), la stomatite erpetica, essendo contagiosa, tende ad aggredire tutto il cavo orale divenendo così decisamente fastidiosa e dolorosa per il bambino. Detto questo andiamo a vedere più nel dettaglio cause, sintomi, diagnosi e cura della stomatite erpetica.

  1. Cause della stomatite erpetica

    La stomatite erpetica è causata, come il nome stesso suggerisce, dal virus dell’ Herpes Simplex 1 (HSV 1), lo stesso ad esempio che poi negli adulti causa l’herpes labiale; questo rende subito l’idea di quanto questa patologia sia contagiosa (come vedremo in un apposito paragrafo) e del perché tenda facilmente ad aggredire tutto il cavo orale dato che (a differenza di quanto succede nel caso dell’herpes labiale) questo è interamente esposto al contagio del virus e, particolare non trascurabile, non può essere trattato a livello topico come nel caso delle labbra per cui si usano specifiche pomate, cerotti e prodotti contro l’herpes.
  2. Sintomi della stomatite erpetica

    La stomatite erpetica è facilmente distinguibile da una normale stomatite aftosa proprio in virtù dei suoi sintomi;
    come detto innanzitutto il cavo orale risulta, nella maggior parte dei casi, integralmente coinvolto dall’infezione mentre nel caso delle normali stomatiti queste si presentano in zone circoscritte e in numero nettamente ridotto.
    Altro particolare di assoluto rilievo è che a differenza di una normale stomatite quella erpetica può provocare, frequentemente, febbre fino anche a quaranta gradi
    Per quanto riguarda gli altri sintomi tipici delle stomatiti (bruciore e dolore) risultano ovviamente amplificati in maniera esponenziale proprio in considerazione del fatto che il numero di lesioni presenti nel cavo orale risulta solitamente estremamente superiore rispetto ad una normale stomatite
  3. Diagnosi della stomatite erpetica

    Il pediatra riconosce abbastanza facilmente una stomatite erpetica con una semplice visita, sia perché si tratta di un disturbo sufficientemente frequente fino a una certa età sia perché, come abbiamo visto descrivendo i sintomi, la stomatite erpetica risulta avere una sintomatologia sufficientemente definita.
    In casi piuttosto rari, onde evitare il rischio di altre patologie, si può ricorrere a una biopsia delle ulcere (le lesioni) che ne identifichi la natura in maniera certa.
  4. Cura della stomatite erpetica

    Il trattamento della stomatite erpetica ha una duplice finalità: quella di alleviarne i sintomi e quella di favorire il processo di guarigione;
    per quanto riguarda il trattamento dei sintomi il medico può decidere di prescrivere dei farmaci ad azione emolliente che riducano la sensazione di bruciore dovuta alle lesioni, mentre per favorire la guarigione è necessario prescrive uno specifico farmaco antivirale.
    Come tutte le forme di herpes anche nel caso della stomatite erpetica la prima manifestazione è quella più violenta, dopo di che la malattia, comunque soggetta a recidive, andrà via via attenuandosi negli episodi successivi al primo fino a diventare, in età adulta, estremamente rara; questo ovviamente succede perché l’organismo impara ogni volta a mettere in campo una migliore risposta immunitaria e questo permette di avere, nei casi di recidiva, una manifestazione ogni volta meno aggressiva di questa patologia
  5. Stomatite erpetica e contagio

    Essendo una malattia a carattere virale la stomatite erpetica risulta estremamente contagiosa per contatto diretto, attraverso la saliva quindi o comunque i fluidi corporei del paziente; per questo motivo è importante evitare di mandare un bambino affetto da stomatite erpetica a scuola, permettendogli di completare pienamente la convalescenza dalla malattia, seguendo le indicazioni che fornirà il pediatra. Allo stesso modo devono prestare attenzione i genitori per se stessi e ancora di più qualora in casa ci siano uno o più bambini che potrebbero essere contagiati.

Stomatite erpetica: come prevenirla

La stomatite erpetica non è una patologia che si possa prevenire in senso stretto, l’esposizione al contagio è normalmente abbastanza casuale e c’è poco che un genitore possa fare per prevenire il rischio di insorgenza da questa malattia per il proprio bambino; tutt’al più ciò che si può fare è ridurre al minimo il rischio di contagio evitando quindi che il bambino abbia rapporti con altri coetanei durante il periodo della malattia, questa rimane la forma di prevenzione, e di accortezza anche, che un genitore possa avere per tutelare dall’infezione gli altri bambini

Rimedi naturali contro la stomatite erpetica

La stomatite erpetica è una malattia di carattere virale non può essere quindi trattata con rimedi naturali di alcun tipo e bisogna inderogabilmente seguire in maniera accurata le indicazioni e le prescrizioni fornite dal pediatra;
non bisogna inoltre in alcun modo trattare con rimedi naturali nemmeno le ulcere in se, neanche per alleviare i sintomi, perché alcuni principi attivi presenti in determinate piante officinali potrebbero interferire col trattamento farmacologico predisposto dal pediatra.
Qualunque tipo di approccio, per tanto, anche solo allo scopo di alleviare i sintomi andrebbe preventivamente condiviso con il medico di fiducia onde evitare qualsiasi tipo di effetto indesiderato

Stomatite erpetica nei bambini

La stomatite erpetica colpisce prevalentemente i bambini perché sono i più predisposti a questo tipo di infezione mentre gli adulti, a livello di sistema immunitario, risultano maggiormente protetti se non altro perché la percentuale di persone che hanno già contratto lo stesso virus risulta certamente elevata.
Man mano che il bambino crescerà la stomatite erpetica si presenterà in forme sempre meno aggressive fino a regredire quasi completamente in età adulta come del resto accade con un gran numero di infezioni di questo stesso tipo

Stomatite erpetica negli adulti

Anche se come abbiamo detto la stomatite erpetica tende a scomparire con l’età adulta è comunque possibile che si manifesti una recidiva in età adulta in particolari momenti di stress elevato o comunque in condizioni per cui il sistema immunitario risulti già di per se debilitato e, quindi, aggredibile;
in ogni caso, come ampliamente ricordato, le possibilità che la stomatite erpetica possa manifestarsi con la stessa virulenza dell’infezione primaria sono praticamente nulle. Questo non vuol dire che ci si possa sentire esonerati dal consultare il proprio medico qualora la stomatite erpetica si manifesti da adulti, s’intende invece rassicurare i tanti genitori che, trovandosi ad avere a che fare per la prima volta con questa patologia, possono rimanere un po’ agitati per la violenza con cui può manifestarsi nei bambini durante la prima infezione;
come qualunque pediatra potrà confermare, in questi casi, non ci si deve angustiare più di tanto, la stomatite erpetica farà il suo decorso e passerà, in caso di recidive, poi, come detto, ogni volta che si dovessero manifestare risulteranno sempre meno aggressive.

Hai trovato utile questo post sulla stomatite erpetica?
Condividilo sui social network
Unadieta.It © 2016 Tutti i diritti riservati | PIva 02992130738 | REA TA184606