ALIMENTAZIONE
FITNESS
SALUTE
WELLNESS
FOOD

Emoftoe: cause, diagnosi e terapia contro l'emoftoe


Emoftoe: cause, diagnosi e curaL’emoftoe è l’espulsione di catarro dal colore rosso chiaro, schiumoso, che si manifesta quando, insieme col catarro, si espelle anche del sangue; questo lascia intendere che sia in corso un’emorragia delle vie respiratorie e per tanto l’emoftoe costituisce un sintomo piuttosto inquietante che non deve essere assolutamente trascurato.
Quando invece la presenza di sangue nell’espettorato risulta più evidente, con vasta perdita ematica, non si parlerà più di emoftoe ma di emottisi; detto ciò andiamo a vedere più nello specifico quali sono le cause, le malattie correlate e il trattamento previsto in caso di emoftoe

Cause dell' emoftoe

L’emoftoe si manifesta quando in qualsiasi punto dell’apparato respiratorio si manifesta la rottura di un vaso sanguigno, il liquido ematico, quindi, che finisce nei polmoni viene espulso dall’organismo e rende questo tipo di disturbo manifesto; tra le cause principali di emoftoe abbiamo diverse patologie, tutte abbastanza gravi, tra cui alcune curabili ed altre purtroppo no. La presenza di emoftoe può essere il sintomo di malattie anche gravi, come stiamo per vedere, e per tanto non deve essere mai presa sottogamba; tra le principali malattie che possono causare emoftoe abbiamo

  1. Infezioni: quasi tutte le infezioni (virali o batteriche che siano) possono avere tra i loro sintomi l’emoftoe, citiamo ad esempio il caso della tubercolosi che si accompagna praticamente sempre a questo tipo di perdite
  2. Infiammazioni: anche patologie a carattere infiammatorio, come ad esempio le bronchiti croniche (cui sono particolarmente soggetti i fumatori) possono frequentemente originare episodi di emoftoe
  3. Cancro: quando un tumore colpisce le vie respiratori l’emoftoe è uno dei primi sintomi di quello che sta succedendo all’organismo, anche per questo è fondamentale non trascurare mai questo tipo di disturbo

Emoftoe: Sintomi, cura e diagnostica

Adesso che conosciamo meglio sia cosa è l’emoftoe sia quali sono le patologie che possono causare questo tipo di disturbo risulta certamente intuitivo come, in caso di perdita di sangue dalle vie respiratorie, occorra rivolgersi al proprio medico con la massima urgenza. Detto questo tentiamo di capire di più di questo disturbo vedendo più nel dettaglio qual è la diagnosi, i sintomi e tutto ciò che di utile c’è da sapere sull’emoftoe

  1. Diagnostica dell' emoftoe

    L’emoftoe di solito si diagnostica in maniera empirica, quando cioè si constata la presenza di tracce ematiche nell’espettorato questa è condizione di per se sufficiente a definire una diagnosi di emaftoe;
    ovviamente ci sono anche dei casi in cui le tracce ematiche riscontrate nel catarro non sono imputabili a problemi di carattere respiratorio bensì a cause più banali, come ad esempio una ferita del cavo orale oppure ancora un sanguinamento delle vie respiratorie superiori (dovute ad esempio alla rottura di un capillare nel naso).
    In ogni caso è importante rivolgersi al proprio medico il prima possibile, questi, una volta constatato che si tratta effettivamente di emoftoe, potrà prescrivere poi tutti gli esami diagnostici necessari per definire a quale malattia sia imputabile questo sintomo
  2. Sintomi dell' emoftoe

    L’emoftoe, come abbiamo visto, è di per se un sintomo correlato ad altre malattie, sintomo che si presenta, come detto, con l’espulsione di tracce ematiche attraverso il catarro. E’ quindi formalmente scorretto parlare di sintomi dell’emoftoe perché l’emoftoe è il sintomo e non la malattia.
  3. Emoftoe senza tosse

    Può capitare che l’emoftoe si presenti senza degli accessi di tosse significativi o comunque protratti nel tempo;
    ciò non è condizione sufficiente a scongiurare il rischio di patologie gravi come il tumore ma è sicuramente un segnale che potrebbe lasciar ben sperare; ciò nonostante non si deve trascurare un’emoftoe nemmeno in assenza di tosse o dolori rilevanti e bisogna rivolgersi immediatamente al proprio medico per gli esami diagnostici necessari ad identificare la causa dell’emoftoe
  4. Emoftoe e patologie correlate

    Come abbiamo accennato l’emoftoe può essere il sintomo di malattie particolarmente gravi (come nel caso dei tumori) o comunque particolarmente debilitanti (come nel caso della bronchite cronica); allo stesso tempo abbiamo visto che anche alcune infezioni possono causare questo tipo di sintomo e che, in alcuni casi, si potrebbe prendere per emoftoe un problema che non ha nulla a che vedere con i polmoni (come nel caso delle varici nasali o in caso di ferite al cavo orale). Non è quindi possibile ricondurre in maniera univoca questo sintomo ad una precisa patologia e non ci si deve nemmeno angustiare senza motivo quando si vedono tracce di sangue nell’espettorato; la sola cosa intelligente da fare, in questi casi, è rivolgersi al proprio medico per una diagnosi più accurata, solo in presenza di esami che possano fornire una ragione certa della causa dell’emoftoe si potrà poi valutare nella maniera più opportuna come procedere.
  5. Cura e trattamento dell'emoftoe

    Essendo l’emoftoe un sintomo, e non una malattia, non esiste una cura per questo tipo di disturbo ma il trattamento più adeguato da seguire dipende direttamente dalla causa che ha provocato le perdite di sangue;
    per questo motivo è importante rivolgersi quanto prima al medico, prima si perverrà ad una diagnosi precisa prima e meglio si potrà affrontare il problema stabilendo le cure e i trattamenti più adeguati per contrastare la patologia che ha causato l’emoftoe

Emoftoe e tumore

Normalmente in presenza di emoftoe si tende a pensare sempre al peggio e, quindi, sostanzialmente ad un tumore; lungi da noi sottostimare questo tipo di sintomo, tuttavia è doveroso precisare, come abbiamo ampliamente ripetuto fin qui, che non solo il tumore può causare la perdita di tracce ematiche in concomitanza all’espulsione del catarro. Considerato poi che molte persone vivono una diagnosi di tumore come una condanna a morte spesso chi riscontra un problema di emoftoe finisce col darsi per spacciato e tende a nascondere il problema non solo al proprio medico ma a tutti, persino a se stesso.
Si tratta di un grosso errore che non deve essere mai commesso, in primo luogo perché, come abbiamo visto, potrebbe trattarsi di una banale bronchite cronica che, se ulteriormente trascurata, potrebbe si a quel punto degenerare in cancro; inoltre, anche ammesso che si tratti di tumore, non è da escludere che si tratti di una forma benigna e come tale quindi trattabilissima. Diciamo questo perché è importante che le persone con problemi di emoftoe non si demoralizzino e corrano quanto prima ai ripari rivolgendosi al proprio medico di fiducia.

Emoftoe e reflusso

Sebbene alquanto raro anche una gastrite da reflusso potrebbe causare emoftoe specie durante il sonno in quanto i succhi gastrici, risalendo durante il sonno, possono finire nei polmoni causando lesioni che, sostanzialmente, sono la causa dell’emoftoe; come possiamo vedere questo sintomo è correlato a una quantità di patologie tale che è impossibile definirne la causa sulla base della semplice comparsa del sintomo. Solo il medico, dopo aver eseguito tutti gli esami necessari, può valutare in maniera opportuna il miglior modo di procedere.

Panico da emoftoe

Come abbiamo accennato la presenza di sangue nell’espettorato (emoftoe) è uno di quei sintomi che scatena il panico nelle persone che ne soffrono; soprattutto per le persone molto ansiose questo è un problema non da poco, più aumenta l’ansia, lo stress e il panico, infatti, più le nostre difese immunitarie si indeboliscono e questo non può che aggravare qualunque patologia sia alla base dell’emoftoe.
Anche se non è certamente una situazione piacevole, quella di sputare sangue, occorre mantenere un minimo di nervi saldi e, come detto, non fare l’errore di darsi per spacciati a prescindere. Anche qualora si trattasse di un tumore, infatti, non è detto che non si possa sconfiggerlo; questo è vero però solo a patto di rivolgersi immediatamente al proprio medico di fiducia, senza farsi travolgere dal panico e, soprattutto, senza arrivare a nascondere questo disturbo persino a se stessi.

Prevenzione dell'emoftoe

Per prevenire l’emoftoe è necessario avere tutte quelle accortezze che ci permettono di prevenire patologie a carico dei polmoni; è come al solito un problema di stili di vita, stop quindi al tabagismo e via libera all’attività sportiva, una sana alimentazione e la capacità di scaricare lo stress ci aiuteranno non solo a prevenire l’emaftoe ma qualunque altro sintomo correlato a qualunque tipo di patologia

Hai trovato utile questo post sull'emoftoe?
Condividilo sui social network
Unadieta.It © 2016 Tutti i diritti riservati | PIva 02992130738 | REA TA184606