ALIMENTAZIONE
FITNESS
SALUTE
WELLNESS
FOOD

Respiro di Kussmaul: cause, sintomi e rimedi


Respiro di Kussmaul: cause sintomi e rimediIl respiro di Kussmaul è una forma di iperventilazione, spiegheremo più nel dettaglio di cosa si tratta nel prossimo paragrafo, e rientra nelle così dette forme di “respiro patologico” (formula che identifica tutti quei casi in cui la respirazione risulti alterata da cause appunto imputabili a fattori patologici);
comunemente questa patologia può essere correlata a diabete, ma anche questo lo vedremo meglio in uno dei prossimi paragrafi, quello dedicato alle cause del respiro di Kussmaul, per adesso ci limitiamo a dire quello che troveremo nel corso di questo post, quindi, oltre a una definizione della patologia, tenteremo anche di definire le cause, i sintomi più comuni e il trattamento più indicato per contrastare il respiro di Kussmaul

Che cos’è il respiro di Kussmaul

Il respiro di Kussmaul è una forma di respirazione patologica, definita anche come “respiro grosso”, ciò che succede, in pratica, è che il soggetto alterna fasi di inspirazione lenta e profonda a fasi di apnea;
in pratica chi soffre di respiro di Kussmaul respira in maniera diversa da quanto dovrebbe accadere e le fasi di inspirazione ed espirazione risultano alterate (avremo modo di vedere più nel dettaglio in uno dei prossimi paragrafi per quale motivo)

Respiro di Kussmaul: Informazioni generali

Il nome di respiro di Kussmaul deriva dal nome del medico (il tedesco Adolf Kussmaul) che per la prima volta osservò questa condizione in pazienti affetti da diabete mellito, descrivendo poi questa patologia in un successivo saggio del 1874.

  1. Cause del respiro di Kussmaul

    Il respiro di Kussmaul è correlato a una situazione di acidosi metabolica, per questo viene tipicamente riscontrato in pazienti affetti da diabete e con manifesta chetoacidosi diabetica oltre che, ovviamente, nei pazienti con problemi di insufficienza renale; tanto più avanzata risulterà l’acidosi metabolica tanto più il paziente andrà in iperventilazione e quindi, di conseguenza, diverrà anche più marcato il respiro di Kussmaul con un progressivo aumento delle pause fra la fase di inspirazione e quella di espirazione.
  2. Respiro di Kussmaul: i sintomi più comuni

    I principali sintomi del respiro di Kussmaul sono proprio l’iperventilazione e il respiro affannoso, ovviamente in base alla gravità delle cause che hanno provocato questo respiro patologico il respiro di Kussmaul potrà risultare più o meno percettibile.
  3. Come si diagnostica il respiro di Kussmaul

    La diagnosi del respiro di Kussmaul si effettua sulla base di test specifici per misurare gli atti respiratori;
    nei casi più gravi, quelli in cui l’acidosi metabolica risulta avanzata, è possibile riscontrare le anomalie rispetto alla normale respirazione anche attraverso la semplice osservazione del paziente, non per niente infatti il Dr. Kussmaul arrivò a definire questa condizione come “accessoria” al decesso dei pazienti in coma diabetico.
  4. Respiro di Kussmaul: quando rivolgersi al medico

    Qualora si noti un’alterazione nei normali ritmi respiratori è bene rivolgersi immediatamente al proprio medico di fiducia; questo perché alterazioni di questo tipo sono spesso associate a patologie anche gravi, nel caso del respiro di Kussmaul, come abbiamo visto, il disturbo è prevalentemente associato ad acidosi metabolica (spesso causata da diabete – chetoacidosi diabetica) ed è un sintomo piuttosto grave dell’evolversi della malattia.
  5. Come si cura il Respiro di Kussmaul

    Essendo il respiro di Kussmaul causato, come abbiamo visto, il più delle volte da diabete risulta ovvio come il miglio trattamento per questa condizione sia direttamente legato al trattamento del diabete;
    la chetoacidosi diabetica è un processo in cui l’organismo, a causa della mancata produzione di insulina, inizia a utilizzare i grassi per la produzione di energia e questo finisce per ridurre drasticamente il ph del flusso ematico.
    Il respiro di Kussmaul non è altro che una risposta fisiologica dell’organismo alla riduzione del ph sanguigno, se ne deduce quindi che, per trattare questo sintomo, occorra risolvere il processi di chetosi in corso ripristinando i normali valori di insulina nell’organismo e controllando il rilascio glicemico successivo ai pasti così come previsto dalla normale terapia per il trattamento del diabete

Respiro di Kussmaul: complicazioni possibili

Le complicazioni principali non riguardano tanto il respiro di Kussmaul, che come abbiamo visto pur essendo in se una condizione patologica è comunque correlata alla presenza di altre patologie, ma riguardano invece le complicazioni relative alla patologia iniziale che ha causato il disturbol.
In pratica, facendo un esempio, un soggetto affetto da diabete, con chetoacidosi diabetica in corso, sviluppa il respiro di Kussmaul la cui complicazione più comune, qualora non si provvedesse tempestivamente a trattare il diabete, sarebbe appunto il coma diabetico.
Le complicazioni non sono quindi dovute a quest’alterazione dei normali ritmi respiratori ma sono invece correlate alle varie patologie che possono aver causato questa condizione

Rimedi naturali contro il respiro di Kussmaul

Il respiro di Kussmaul non è una condizione che possa essere trattata con rimedi naturali, il medico curante, una volta identificate le cause di questa condizione (se diabete, insufficienza renale, etc) procede col trattamento più adatto per contrastare la patologia; una volta ristabilita una condizione di normalità i sintomi relativi al respiro patologico andranno via via attenuandosi

Prevenzione del respiro di Kussmaul

Essendo il respiro di Kussmaul causato prevalentemente da patologie come il diabete e l’insufficienza renale se ne deduce che il miglior modo per prevenire il rischio di insorgenza di questa patologia è quello di adottare un’alimentazione sana ed equilibrata.
Una dieta di qualità, infatti, permette di contrastare in maniera efficace patologie come il diabete e le stesse insufficienze renali, per cui una sana alimentazione rimane il modo migliore per prevenire anche quei disturbi correlati a queste malattie come appunto il respiro di Kussmaul

Cosa fare in caso di Respiro di Kussmaul

In caso di qualsiasi alterazione riscontrata nel normale ritmo respiratorio (non solo quindi nel caso del respiro di Kussmaul) è sempre bene rivolgersi al proprio medico di fiducia per un consulto; oltre a questa, infatti, esistono altre forme di respiro patologico correlate ad altrettante patologie non meno pericolose del diabete (ad esempio cardiopatia, ma anche trauma cranico).
Dal momento che per una persona comune riconoscere il respiro di Kussmaul può essere complicato, meglio evitare qualunque tentativo di autodiagnosi e rivolgersi al proprio medico qualora si riscontri qualsiasi anomalia nei normali ritmi respiratori.

Hai trovato utile questo post sul respiro di Kussmaul?
Condividilo sui social network
Unadieta.It © 2016 Tutti i diritti riservati | PIva 02992130738 | REA TA184606