ALIMENTAZIONE
FITNESS
SALUTE
WELLNESS
FOOD

Sublussazione mandibola: diagnosi sintomi e rimedi


Sublussazione mandibola: diagnosi sintomi e rimediLa sublussazione della mandibola, di tutti gli infortuni che potevano capitarti, è sicuramente uno dei più fastidiosi e tuttavia non così infrequente come si potrebbe credere; si tratta di un’infortunio abbastanza frequente in tutti quegli sport che prevedono il contatto fisico, non solo quindi gli sport di combattimento, ma anche una banale partita a calcetto con gli amici potrebbe causare una sublussazione alla mandibola (è sufficiente un colpo ben assestato infatti per compromettere la normale capacità articolare della mandibola).
In questo post tenteremo di capire più nello specifico cos’è una sublussazione della mandibola, quali sono le cause più frequenti, i sintomi per riconoscerla e i trattamenti più efficaci contro la sublussazione della mandibola

Cos’è una sublussazione della mandibola

La sublussazione della mandibola, così come qualunque altra sublussazione, altro non è che una condizione patologica in cui l’articolazione della mandibola (a seguito di un colpo o di un trauma) perde la sua naturale mobilità a causa di una perdita dei normali rapporti anatomici fra articolazioni;
nel caso della spalla, per fare un esempio semplice, quando la scapola fuoriesce dal suo spazio anatomico (lussazione) questo si traduce con l’impossibilità di muovere correttamente l’arto. La stessa cosa può avvenire non solo per la spalla ma per qualunque altro tipo di articolazione, inclusa la mandibola;
si definisce in conclusione sublussazione lo stato più lieve e meno grave della lussazione.

Sublussazione mandibola: Informazioni generali

La sublussazione della mandibola è un disturbo particolarmente fastidioso perché, a differenza di quanto non accada per qualunque altra articolazione, influisce in maniera rilevante su aspetti fondamentali della vita di ognuno come ad esempio la masticazione ma anche il semplice parlare.

  1. Cause frequenti delle sublussazioni della mandibola

    La sublussazione della mandibola è, sostanzialmente, un infortunio e come tutti gli infortuni trova la sua causa principale negli eventi traumatici; un contatto fisico durante una partita (una gomitata, una spallata, etc), oppure un incidente stradale, o domestico, insomma, qualunque colpo sufficientemente forte da provocare uno slittamento della mandibola oltre la sua naturale allocazione anatomica.
    Detto ciò fra le cause delle lussazioni e sublussazioni della mandibola abbiamo anche malattie degenerative, come per esempio nel caso dell’artrite.
  2. Sublussazione mandibola: i sintomi più comuni

    Oltre alle difficoltà a muovere l’articolazione (e quindi anche a masticare e a parlare, come abbiamo visto) il principale sintomo della sublussazione alla mandibola è ovviamente il dolore che si può manifestare non solo durante i movimenti articolari ma anche semplicemente al tatto;
    nei periodi subito successivi all’evento traumatico la sublussazione della mandibola può accompagnarsi a gonfiore e lividi (dovuti direttamente al colpo subito), se non tratta opportunamente, però, la sublussazione non rientrerà da sola e continuerà a provocare dolore e fastidio anche quando gli altri sintomi (gonfiore ed ecchimosi) saranno spariti.
  3. Come si diagnostica una sublussazione alla mandibola

    Una prima diagnosi di sublussazione della mandibola può essere fatta, da un medico competente, anche semplicemente attraverso una visita ambulatoriale e sulla base dei sintomi riferiti dal paziente; ovviamente esami più approfonditi (di carattere radiologico) possono consentire una più accurata definizione del trauma e possono rivelarsi necessari per scongiurare danni più importanti a carico dell’articolazione.
  4. Sublussazione mandibola: quando rivolgersi al medico

    Qualora in seguito ad un colpo si dovesse avere il dubbio di essersi procurati una sublussazione della mandibola occorre immediatamente rivolgersi al proprio medico di fiducia, più tempo si attende prima di fare questo più complicato sarà il recupero dall’infortunio
  5. Come si cura una sublussazione alla mandibola

    Il trattamento della sublussazione della mandibola dipende prima di tutto dalle cause, la cura più efficace da adottare può variare a seconda che la sublussazione sia causata da un trauma piuttosto che da una patologia come nel caso dell’artrite.
    Esiste una procedura (che non descriveremo onde evitare che possa essere messa in pratica erroneamente) che consente di riposizionare la mandibola nella sua naturale sede anatomica, un po’ come succede nel caso della spalla, laddove la clavicola viene riposizionata mediante un’apposita procedura nei casi di lussazione e sublussazione; oltre a questa tecnica (che potremmo definire di primo intervento) altri trattamenti efficaci per la sublussazione della mandibola riguardano la fisioterapia (utilissima nei casi più lievi) ma anche l’intervento chirurgico che si rende obbligatorio nei casi più gravi (che riguardano tipicamente più le lussazioni che le sublussazioni)

Sublussazione mandibola: complicazioni possibili

Come per molte altre condizioni simili la maggiore complicazione nel caso della sublussazione della mandibola riguarda il cronicizzarsi della situazione dovuta al fatto di aver sottostimato l’entità dell’infortunio; fortunatamente (per così dire) si tratta di una condizione abbastanza dolorosa e questo è sufficiente a prevenire il rischio connesso ad autodiagnosi o a trattamenti fai da te, oltre che ovviamente a ridurre sensibilmente il rischio che la persona decida di convivere con il dolore (come invece succede per altre patologie) preferendo non rivolgersi al proprio medico.

Rimedi naturali contro la sublussazione della mandibola

Potremmo considerare la fisioterapia, o la tecnica che permette di riposizionare correttamente la mandibola attraverso particolari movimenti, come rimedi naturali contro la sublussazione della mandibola, quanto meno nel senso che non prevedono l’uso di farmaci; tuttavia secondo questo punto di vista anche un intervento chirurgico potrebbe essere considerato un rimedio naturale, per tanto possiamo senz’altro dire senza timore di essere smentiti che non esistono soluzioni fai da te o rimedi naturali validi per trattare questa condizione, l’unica soluzione possibile è quella di rivolgersi a personale medico qualificato e competente

Prevenzione delle sublussazioni della mandibola

Quando parliamo di traumi articolari, come nel caso della sublussazione alla mandibola, non è possibile definire comportamenti capaci di prevenire il rischio di infortunio; certo, potresti smettere di fare sport, non uscire di casa, ricoprirti di gomma, eppure anche così il rischio di una sublussazione alla mandibola non sarebbe completamente risolto, per non parlare del fatto che sarebbe una vita sicuramente poco interessante da vivere.
Per questo genere di situazioni, quindi, la prevenzione ricade nel campo della superstizione, non resta altro da fare che toccare ferro, incrociare le dita o pregare la madonna (in base alle convinzioni personali di ognuno) e sperare che non capiti proprio a te. Per il resto non ha senso preoccuparsi di prevenire un infortunio che in alcun modo è possibile preventivare.

Cosa fare in caso di sublussazione della mandibola

In caso di sublussazione della mandibola è fondamentale rivolgersi al più presto al proprio medico di fiducia, il quale, valutata l’entità dell’infortunio, stabilirà l’eventuale necessità di esami diagnostici più accurati e definirà il modo più adeguato di procedere.

Hai trovato utile questo post sulla sublussazione della mandibola?
Condividilo sui social network
Unadieta.It © 2016 Tutti i diritti riservati | PIva 02992130738 | REA TA184606