ALIMENTAZIONE
FITNESS
SALUTE
WELLNESS
FOOD

Cataplessia: informazioni e rimedi contro la cataplessia


Cataplessia: informazioni e rimedi contro la cataplessiaLa cataplessia è un disturbo abbastanza raro che il più delle volte risulta correlato a narcolessia ma che può anche colpire da solo; in questo post tenteremo di capire meglio che cos’è la cataplessia, quali sono le cause di questa malattia, i sintomi più frequenti con cui si manifesta, oltre che tentare di dare quante più informazioni possibili a chi volesse conoscere meglio la cataplessia.

Che cos’è la cataplessia

La cataplessia è un disturbo che colpisce i muscoli del corpo umano, in pratica quello che succede è che viene a mancare, in maniera improvvisa ma temporanea, la tonicità muscolare;
la conseguenza è che la persona colpita da cataplessia cade a terra e vi rimane per qualche tempo, impossibilitata non solo a rialzarsi ma anche a compiere il più piccolo movimento, fosse anche pronunciare una parola, proprio perché la perdita improvvisa di tono muscolare inibisce qualsiasi tipo di movimento.

Cataplessia: ecco tutto quello che devi sapere

Adesso che abbiamo capito meglio cos’è la cataplessia possiamo entrare nel vivo del nostro post per vedere insieme quali siano le cause, i sintomi, la diagnosi e la possibile cura contro la cataplessia.

  1. Quali sono le cause della cataplessia

    Le cause della cataplessia non sono ancora perfettamente note, tuttavia sappiamo che questo disturbo si manifesta in una percentuale altissima (circa il 70%) dei casi di narcolessia, si presume quindi che proprio l’alterazione del normale equilibrio sonno/veglia possa essere una delle cause scatenanti della cataplessia
  2. Cataplessia: i sintomi più comuni

    La cataplessia non presenta quasi mai dei sintomi rilevabili, solo alcune persone riferiscono di piccoli eventi che sembrerebbero presagire la crisi di cataplessia come ad esempio formicolii nei piedi o comunque negli arti;
    tuttavia questi casi non sono sufficienti a definire una sintomatologia precisa della cataplessia che resta quindi una patologia assolutamente imprevedibile che può colpire senza alcun preavviso
  3. Come si diagnostica la cataplessia

    La diagnosi della cataplessia è estremamente complicata tanto che, nella maggior parte dei casi, solo un medico specializzato che ha già avuto amplia esperienza con questa malattia riesce a diagnosticarla;
    particolari esami di laboratorio (misurazione del liquido celebrospinale) sono utili per confermare la validità della diagnosi effettuata dallo specialista.
  4. Cataplessia: quando rivolgersi al medico

    Frequentemente le persone non sono consapevoli di avere un problema di cataplessia e si rivolgono al proprio medico dopo i primi attacchi per capire cosa stia succedendo; ovviamente questa patologia, così come l’abbiamo descritta, difficilmente potrebbe essere presa sotto gamba da qualcuno e questo è un bene visto che può rivelarsi estremamente pericolosa sia per le persone che ne sono affette ma anche per le persone che gli stanno intorno (si pensi a quanto pericolosa sia una crisi di cataplessia durante la guida)
  5. Come curare la cataplessia

    Il trattamento contro la cataplessia è sostanzialmente di tipo farmacologico e dipende dalla particolarità del caso;
    anche la riuscita del trattamento, quindi, è molto soggettiva, per quanto offra ottime possibilità nel trattamento della cataplessia associata a narcolessia e in numerosi altri casi, non sempre il trattamento farmacologico si rivela assolutamente risolutivo dei casi di cataplessia

Complicazioni possibili della cataplessia

Le complicazioni possibili della cataplessia riguardano, più che l’evoluzione della patologia in se, direttamente le crisi cui il paziente è soggetto e che possono facilmente condurre ad eventi traumatici dovuti alla caduta della persona; il pericolo, prima delle fratture o degli infortuni a livello articolare, è il rischio di procurarsi un trauma cranico anche importante per colpa della caduta.

Rimedi naturali contro la cataplessia

Purtroppo la cataplessia è una patologia abbastanza complicata da trattare quindi non solo non è possibile ricorrere a rimedi naturali per curare questo tipo di disturbo ma è anzi assolutamente sconsigliata l’assunzione di qualsiasi ritrovato omeopatico dal momento che potrebbe interagire in maniera negativa con l’assunzione dei farmaci che sono, almeno ad oggi, la terapia che presenta migliori possibilità per i malati di cataplessia

Prevenzione della cataplessia

Come per tante altre patologie di cui mal si comprendono le cause anche nel caso della cataplessia parlare di prevenzione è quanto meno fuori luogo; affinché si possano definire dei comportamenti a rischio per una determinata malattia occorre prima conoscerne le cause e questo, nel caso della cataplessia, come abbiamo avuto modo di capire fin qui, ancora non è possibile

Cataplessia: come comportarsi

I pazienti affetti da cataplessia dovrebbero seguire in maniera accurata le indicazioni dei medici che li hanno in cura, assumere quindi correttamente i farmaci così come gli vengono prescritti e soprattutto seguendo quelle piccole accortezze che gli verranno suggerite per limitare i rischi correlati alle cadute e la possibilità di un trauma cranico.

Hai trovato utile questo post sulla cataplessia?
Condividilo sui social network
Unadieta.It © 2016 Tutti i diritti riservati | PIva 02992130738 | REA TA184606