ALIMENTAZIONE
FITNESS
SALUTE
WELLNESS
FOOD

Maculopatia degenerativa: cause sintomi e cura


Enuresi notturna: cause sintomi e cura La maculopatia degenerativa è una patologia legata prevalentemente all’invecchiamento, si stima che almeno un milione di italiani superati i 50 anni di età manifesti le prime problematiche legate a questa patologia e circa il 20% delle persone colpite arriverebbe a sviluppare una parziale cecità negli anni successivi.
In questo post tenteremo di capire meglio cos’è la maculopatia degenerativa, quali sono le sue cause, come viene diagnosticata questa patologia e tenteremo di capire quali sono le cure e i trattamenti migliori oltre che provare ad identificare dei comportamenti atti a prevenire la maculopatia degenerativa

Che cos’è la maculopatia degenerativa

La maculopatia degenerativa è una patologia che colpisce la parte centrale della retina (denominata macula, da cui il termine maculopatia); come si può leggere su wikipedia (e su numerose altre fonti) la maculopatia degenerativa può avere, tra le sue complicazioni più importanti, la perdita completa ed irreversibile della visione centrale. Ovviamente è sufficiente questo singolo passaggio per scatenare panico e terrore in quelle persone che abbiano avuto una prima diagnosi di maculopatia degenerativa, occorre tuttavia precisare che quando si parla di completa cecità in termini di visione centrale questo non vuol dire che si diventerà completamente cechi, ma che si dovrà imparare a convivere, nella peggiore delle ipotesi, con una ridottissima capacità visiva.

Maculopatia degenerativa: Informazioni generali

Le persone affette da questa patologia hanno una visione molto sfocata, la visione centrale, come detto, può risultare completamente compromessa ma il paziente può comunque mantenere una buona visione perifierica; in ogni caso l'autonomia dei soggetti colpiti da maculopatia degenerativa risulta comunque compromessa. Tuttavia va segnalato che ill progresso tecnologico sembra offrire nuove prospettive per la cura di questa patologia e che la possibilità di “intravedere” gli oggetti consente frequentemente una buona autonomia soprattutto nei luoghi frequentati abitualmente. Vero, le persone con questo genere di problemi dovranno sicuramente rinunciare a una parte della loro autonomia (impensabile guidare un'auto ad esempio), ma d’altro canto la possibilità di mantenere una discreta autonomia, soprattuto negli ambienti più familiari (nel caso delle complicazioni più gravi), speriamo possa rasserenare un pochino quei lettori con problemi di maculopatia degenerativa

  1. Cause della maculopatia degenerativa

    Le cause della maculopatia degenerativa non sono ad oggi perfettamente note per quanto, a differenza di altre patologie, è abbastanza sicuro che uno dei fattori incidentali più rilevanti riguardi la predisposizione di carattere genetico. Ovviamente anche l’età gioca un ruolo non marginale nell’insorgenza di questa patologia (che come detto colpisce prevalentemente dopo i primi 50 anni di età).
  2. Maculopatia degenerativa: i sintomi più comuni

    Dal punto di vista dei pazienti il sintomo più rilevante è la ridotta capacità visiva che varia ovviamente in maniera rilevante in base al livello di compromissione della retina;
    nel 90% dei casi la maculopatia degenerativa consente comunque ai pazienti di conservare comunque una discreta capacità di visione centrale. Occorre infatti considerare che la patologia si manifesta in due diverse forme, la maculopatia degenerativa secca (che è quella più comune, riguarda il 90% dei casi ed è la forma meno violenta di questa patologia) e la maculopatia degenerativa umida (che invece rappresenta la forma più aggressiva con un maggior rischio di complicazioni).
  3. Come si diagnostica la maculopatia degenerativa

    La diagnosi della maculopatia degenerativa non presenta grosse difficoltà anche perché, particolare che abbiamo omesso di descrivere nel paragrafo precedente dedicato ai sintomi, questa patologia presenta delle sintomatiche macchie gialle sulla retina che, a meno che non siano particolarmente piccole (meno di 25 micron), sono facilmente rilevabili attraverso una visita oculistica.
    Esistono poi dei test più empirici che, sulla base della “distorsione” visiva riferita dal paziente, permettono di definire fino a che punto la retina risulti compromessa semplicemente sottoponendo al paziente alcune immagini da osservare; in ogni caso, per una diagnosi definitiva, si tende a ricorrere ad esami specifici come ad esempio la tomografia ottica a coerenza e l’angiografia con fluorescina
  4. Maculopatia degenerativa: quando rivolgersi al medico

    La vista è parte centrale di numerose attività umane, a partire dal lavoro, ma è un senso fondamentale anche per camminare o guidare un’auto; dovrebbe quindi risultare intuitiva l’importanza di rivolgersi immediatamente al proprio medico qualora si riscontri una riduzione della capacità visiva anche perché continuare a fare la solita vita anche a scapito del fatto che non si è più in grado di vedere come una volta potrebbe mettere considerevolmente a rischio l’incolumità delle persone che ci stanno intorno (ad esempio quando si guida una macchina).
  5. Come si cura la maculopatia degenerativa

    La maculopatia degenerativa è ancora oggi una patologia particolarmente complicata da trattare, per quanto la medicina abbia negli ultimi anni sviluppato diversi trattamenti per questa particolare patologia ancora non ne esiste uno che possa considerarsi, se non perfettamente risolutivo, particolarmente incisivo nel decorso di questa malattia. Le terapie che hanno dimostrato di essere più valide nel trattamento della maculopatia degenerativa sono ad oggi considerate il terapia fotodinamica (un trattamento mutuato dall’oncologia che consiste nell’irradiare la retina) o le iniezioni intravitreali.

Maculopatia degenerativa: complicazioni possibili

Le maggiori complicazioni relative alla maculopatia degenerativa riguardano appunto il progressivo deterioramento della retina, così come nella naturale evoluzione della malattia, ma non presenta rischi di insorgenza per altre patologie correlate.

Rimedi naturali contro la maculopatia degenerativa

La maculopatia degenerativa non è una patologia che possa essere trattata con rimedi omeopatici o comunque naturali, del resto la natura degenerativa della malattia, cioè la sua capacità di compromettere in maniera progressiva il corretto funzionamento della retina, dovrebbe rendere alquanto intuitiva l’impossibilità di trattare questa patologia con rimedi naturali

Prevenzione della maculopatia degenerativa

Come per tutte le patologie che trovano in fattori di tipo genetico le principali cause di insorgenza anche nel caso della maculopatia degenerativa non è possibile stabilire dei comportamenti adeguati a prevenire l’insorgenza di questa malattia, se non per i normali screening oculistici che sempre andrebbero fatti e che permetterebbero quanto meno una diagnosi tempestiva della patologia.
La speranza è che, in un prossimo futuro, una migliore comprensione della genetica umana permetta di prevenire adeguatamente questo genere di malattie.

Cosa fare in caso di maculopatia degenerativa

In caso di maculopatia degenerativa occorre rivolgersi quanto prima al proprio medico di fiducia perché si possa stabilire il modo migliore per tentare di rallentare quanto più possibile il decorso della malattia e conservare per più tempo possibile una buona capacità di visione centrale.

Hai trovato utile questo post sulla maculopatia degenerativa?
Condividilo sui social network
Unadieta.It © 2016 Tutti i diritti riservati | PIva 02992130738 | REA TA184606