ALIMENTAZIONE
FITNESS
SALUTE
WELLNESS
FOOD

Cheratosi seborroica: cause sintomi e rimedi contro le verruche seborroiche


Cheratosi seborroica: cause sintomi e rimedi alle verruche seborroicheLa cheratosi seborroica è un disturbo della pelle che si manifesta, tipicamente, sottoforma di verruche dette, appunto, seborroiche; abbiamo già avuto modo di parlare del problema delle verruche in un altro post ma, anche se stiamo parlando di verruche, in questo caso, si tratta sostanzialmente di un disturbo differente. Le normali verruche, infatti, sono causate dal virus dell’HPV (il famoso papilloma virus) mentre nel caso della cheratosi seborroica, come vedremo meglio in uno dei prossimi paragrafi, le cause della formazione di questo particolare tipo di verruche non sono ancora state perfettamente comprese.

Che cos’è una verruca seborroica

Si definisce verruca seborroica una formazione tumorale (benigna) che colpisce la pelle a seguito di una patologia ben precisa chiamata appunto cheratosi seborroica; precisiamo da subito che questa patologia, a differenza di quanto non accada per la forma atinnica di cheratosi, non può degenerare mai e in alcun caso in un tumore della pelle, quindi keep calm e niente panico, si tratta di una condizione che non deve destare alcun tipo di preoccupazione. Nei prossimi paragrafi avremo modo quindi di entrare più nel dettaglio relativamente alle cause, i sintomi e i possibili trattamenti della cheratosi seborroica.

Cheratosi seborroica: Informazioni generali

Le formazioni cutanee causate dalla cheratosi seborroica vengono definite verruche perché assomigliano moltissimo alle normali verruche pur non avendo niente a che vedere con queste (come abbiamo detto infatti le verruche sono causate dall’HPV mentre le cause delle verruche seborroiche non sono ancora note); nei prossimi paragrafi tenteremo quindi di capire le cause, i sintomi e soprattutto la cura alla cheratosi seborroica

  1. Cause della cheratosi seborroica

    Come accennato le cause della cheratosi seborroica non sono ancora completamente note; secondo la moda del secolo, quindi, l’idea che sta prendendo sempre più piede è quella di cause di carattere genetico. Questo punto di vista, pur non avendo prove scientifiche concrete a suo favore, rimane ad oggi quello più in voga per quanto che, com’è più che legittimo che sia, la sensazione è che sempre più, ogni qual volta non si riescano a identificare le cause di un determinato disturbo, si tenda ad attribuirne l’insorgenza immancabilmente a problemi di tipo genetico.
  2. Verruca seborroica: i sintomi più comuni

    I sintomi della cheratosi seborroica sono appunto le verruche, delle piccole formazioni tumorali (ribadiamo, assolutamente benigne) di colore bruno o comunque scuro che colpiscono tipicamente la cute del volto o del tronco; questo disturbo, fatte eccezione per le ovvie ricadute estetiche, è sostanzialmente, sotto ogni altro punto di vista, completamente asintomatico
  3. Come si diagnostica la cheratosi seborroica

    Dal momento che la cheratosi seborroica si manifesta con segni ben precisi, le verruche seborroiche, che possono assomigliare in tutto e per tutto a malattie della pelle ben più gravi (su tutte il melanoma, cioè il tumore della pelle) una diagnosi corretta di questo disturbo è fondamentale per evitare ogni genere di rischio; normalmente quindi si procede con una dermatoscopia, cioè un esame diagnostico che permette di valutare la tipologia delle lesioni.
  4. Verruca seborroica: quando rivolgersi al medico

    Come accennato, in caso di verruche seborroiche, è sempre fondamentale rivolgersi a un dermatologo di fiducia anche perché il rischio, nemmeno così raro, è quello di confondere malattie più gravi per una banale verruca seborroica; è quindi sempre necessario rivolgersi a un medico qualora si riscontrino questo tipo di lesioni proprio al fine di scongiurare il rischio che invece si tratti di tutt’altra patologia
  5. Come si cura una verruca seborroica

    Normalmente le verruche seborroiche non richiedono alcun trattamento, anche perché non costituiscono alcun tipo di rischio; frequentemente possono seccare e staccarsi da sole e solo nei casi di comprovato danno estetico (per esempio quando le verruche seborroiche attaccano la pelle del viso) si può decidere di procedere per asportarle (chirurgicamente, con laser o attraverso diatermocoagulazione) ma solo per ridare al paziente la propria serenità dal momento che, come ampliamente ripetuto, l’unico danno che questa patologia può apportare all’organismo è di natura estetica

Cheratosi seborroica: complicazioni possibili

Per quanto sgradevole sia la cheratosi seborroica (se non altro per la sua grossa somiglianza col melanoma) non genera mai e in alcun caso nessuna complicazione; frequentemente anzi non viene nemmeno trattata, a meno che, come accennato, la presenza di verruche seborroiche non alteri l’estetica del paziente in maniera così importante da suscitarne il malessere. In questi casi, quindi, si procede con l’asportazione delle verruche seborroiche non tanto perché la cheratosi seborroica possa presentare qualche tipo di rischio, quanto perché sarebbe inutile costringere un qualunque paziente a convivere con un inestetismo che ne potrebbe alterare sensibilmente la serenità

Rimedi naturali contro le verruche seborroiche

Esistono numerosi rimedi naturali contro le verruche seborroiche, tuttavia noi ti sconsigliamo di utilizzarli, anche perché il miglior trattamento possibile per liberarsi di questo tipo di verruche è la diatermocoagulazione, procedimento che consiste nel bruciare le verruche con una scarica elettrica e che è assolutamente rapido e indolore; per altro questo tipo di trattamento fa parte di quelli offerti dal servizio sanitario nazionale, quindi non avrebbe alcun senso provare terapie di tipo naturale quando in realtà il trattamento migliore per le verruche seborroiche è esso stesso naturale (dal momento che non prevede la somministrazione di farmaci) assolutamente indolore, come detto, e per di più gratuito

Prevenzione della cheratosi seborroiche

Dal momento che, come accennato nel paragrafo relativo alle cause della cheratosi seborroica, le motivazioni che causano l’insorgenza di questo disturbo non sono ancora note non è nemmeno possibile stabilire dei comportamenti che possano prevenire in maniera efficace questo tipo di disturbo.

Cosa fare in caso di verruca seborroica

Oltre ad evitare inutili preoccupazioni la prima cosa da fare è rivolgersi al proprio dermatologo di fiducia il quale, una volta appurato che si tratta effettivamente di verruche dovute a cheratosi seborroica, potrà decidere insieme a te il modo migliore di procedere, valutando quindi se sia più il caso di lasciare la situazione così com’è o se non sia invece il caso di intervenire asportando le varie verruche seborroiche qualora queste dovessero alterare in maniera rilevante l’estetica del tuo corpo

Hai trovato utile questo post sulla cheratosi e le verruche seborroiche?
Condividilo sui social network
Unadieta.It © 2016 Tutti i diritti riservati | PIva 02992130738 | REA TA184606