ALIMENTAZIONE
FITNESS
SALUTE
WELLNESS
FOOD

Emicrania oftalmica: cause, sintomi e rimedi contro la cefalea oftalmica


Emicrania oftalmica: cause, sintomi e rimedi contro la cefalea oftalmicaL’emicrania oftalmica, come suggerisce anche il nome, è un mal di testa che trova la sua origine in alcuni problemi o disturbi della vista, ma di questo ci occuperemo meglio nel prossimo paragrafo in cui daremo appunto una definizione più adeguata di questo disturbo; in questo post avremo anche modo di vedere più da vicino cos’è un’emicrania oftalmica, quali sono le sue cause, i sintomi, come si diagnostica e ovviamente tenteremo anche di spiegare quali siano le cure e i trattamenti più efficaci contro l’emicrania oftalmica.

Che cos’è l’emicrania oftalmica

L’emicrania oftalmica è una cefalea causata da disturbi visivi tipicamente riconducibili alla vasocostrizione dei capillari che compongono l’apparato visivo; oltre questo a causare una emicrania oftalmica possono essere anche disturbi veri e propri della vista o un’infiammazione di un nervo (il trigemino) ma tutti questi aspetti avremo modo di vederli più nel dettaglio nel paragrafo dedicato alle cause dell’emicrania oftalmica

Emicrania oftalmica: informazioni generali

L’emicrania oftalmica è probabilmente tra i disturbi più trascurati dagli italiani e questo sia perché si tratta di un problema che si manifesta e si risolve in un arco ragionevolmente corto di tempo (e quindi viene per questo trascurato) ma anche perché si tende a imputare il mal di testa a cause differenti dai disturbi visivi. Nei prossimi paragrafi tenteremo anche di fornire indicazioni utili per aiutarti a definire meglio la natura dei tuoi mal di testa, senza con questo voler in alcun modo spronarti all’autodiagnosi, ma per fare in modo che tu possa rivolgerti al tuo medico di fiducia essendo perfettamente in grado di descrivergli i sintomi della tua emicrania oftalmica.

  1. Quali sono le cause dell’emicrania oftalmica

    Come accennato le cause dell’emicrania oftalmica sono tipicamente riconducibili a una restrizione dei condotti ematici (capillari) degli occhi; a questa, che è probabilmente la causa principale di questo disturbo, sono associate altre cause possibili, vediamo quindi quali sono:
    1. Affaticamento: l’affaticamento degli occhi può causare emicrania oftalmica proprio in virtù del meccanismo di vasocostrizione che subentra quando abbiamo la vista particolarmente stanca
    2. Ipermetropia: l’ipermetropia è un difetto visivo causato da un difetto di rifrazione dell’occhio
    3. Miopia: anche questo disturbo (che è un altro difetto di rifrazione), nemmeno così raro come sappiamo, può essere causa di emicrania oftalmica
    4. Astigmatismo: i soggetti astigmatici, che quindi non riescono a vedere correttamente gli oggetti puntiformi, possono essere soggetti a emicrania oftalmica
    5. Trigemino: si tratta del V nervo cranico, parte praticamente in corrispondenza dell’orecchio e si distende attraverso tutto il volto, un’infiammazione del trigemino può, tra le altre cose, causare emicrania oftalmica
  2. Emicrania oftalmica: i sintomi più comuni

    Adesso che abbiamo capito meglio che cos’è l’emicrania oftalmica e quali sono le sue cause tentiamo anche di definire, grosso modo, quali siano i sintomi che tipicamente accompagnano questo disturbo:
    1. Mal di testa: ovviamente, trattandosi di un’emicrania (oftalmica in questo caso) il mal di testa è il primo e più riconoscibile dei sintomi che accompagnano questo disturbo
    2. Vertigini: come per qualunque altro tipo di emicranie anche in quella oftalmica tra i sintomi più comunemente riferiti da chi soffre di questo disturbo abbiamo le vertigini
    3. Nausea: anche la nausea è un sintomo che contraddistingue spesso l’emicrania, sia oftalmica che di differente origine
    4. Lacrimazione: l’eccessiva lacrimazione è tra i sintomi che, se correttamente riferiti al proprio medico, possono aiutarlo a distinguere un’emicrania oftalmica da altre forme di mal di testa
    5. Fotofobia: con questo termine si identifica la sensazione di dolore che viene provata quando gli occhi vengono sottoposti ad un impulso di tipo luminoso
    6. Scotomi: gli scotomi, in fine, sono semplicemente dei flash o comunque dei lampi luminosi che sottostanno a numerosi disturbi della vista
    A questi sintomi dell’emicrania oftalmica se ne accompagnano altri più prettamente dovute a fattori di carattere ambientale come ad esempio stress, cattiva alimentazione, disturbi del sonno, abuso di farmaci, etc
  3. Come si diagnostica l’emicrania oftalmica

    La diagnosi di emicrania oftalmica viene tipicamente fatta sulla base dell’osservazione dei sintomi; in altre parole il medico, in presenza della tipica sintomatologia, una volta accertata la presenza di uno dei disturbi che abbiamo visto prima (miopia, astigmatismo, ipermetropia, etc) si limita a constatare la natura oftalmica della tua emicrania
  4. Emicrania oftalmica: quando rivolgersi al medico

    E’ sempre opportuno rivolgersi al proprio medico di fiducia qualora si riscontrino i sintomi di una possibile emicrania oftalmica sia per evitare che eventuali disturbi della vista possano peggiorare sia perché, come abbiamo visto, fra i sintomi di questo disturbo ci sono anche le vertigini e queste costituiscono un rischio imprevedibile per chiunque; in seguito ad un attacco di emicrania oftalmica, ad esempio, accompagnato da vertigini potrebbe capitare di cadere o svenire, e questo può portare a conseguenze seriamente imprevedibili. E’ bene quindi rivolgersi al più presto al proprio medico per porre riparo quanto prima alla situazione
  5. Come curare l’emicrania oftalmica

    Oltre ai normali rimedi per tentare di attenuare i sintomi (farmaci antidolorifici o rimedi naturali per ridurre il mal di testa) normalmente la cura più efficace contro l’emicrania oftalmica è sempre quella di trattare il disturbo che l’ha causata. Lo specialista quindi procede col mettere in campo tutte le varie soluzioni possibili per ridurre il problema (l’astigmatismo, la miopia, l’infiammazione del trigemino, etc) al fine di eliminare alla radice la causa della tua emicrania oftalmica

Complicazioni possibili dell’emicrania oftalmica

Oltre al rischio di cadute, di cui abbiamo accennato in precedenza, il maggiori rischio di complicazioni dell’emicrania oftalmica riguarda il fatto di trascurare il disturbo della vista che, normalmente, ha generato il mal di testa. Nel caso delle retinopatie miopiche, ad esempio, questo disturbo se trascurato può comportare danni alla retina, di varia entità, che, se pure correggibili, sarebbe comunque opportuno tentare di evitare; ciò vale in linea generale ed è per questo che, come già ripetuto, è sempre bene rivolgersi al proprio medico di fiducia appena si dovessero riscontrare i sintomi di un’emicrania oftalmica o di qualsiasi altro tipo di disturbo

Rimedi naturali contro l’emicrania oftalmica

I rimedi naturali contro l’emicrania oftalmica si basano sostanzialmente sull’azione lenitiva di molti ritrovati omeopatici; in questo senso non si tratta quindi di rimedi risolutivi del disturbo ma possono essere d’aiuto per attenuare il tuo mal di testa se non hai avuto ancora modo di rivolgerti al tuo medico. Bene quindi le tisane rilassanti e i vari rimedi contro lo stress (il quale come abbiamo visto può costituire una delle cause dell’emicrania oftalmica legate a fattori di tipo ambientale); resta comunque opportuno rivolgersi quanto prima al proprio medico di fiducia anche perché se non si sarà preventivamente trovata la causa della tua emicrania oftalmica è improbabile che si riesca a trattare questo tipo di disturbo in maniera efficace

Prevenzione dell’emicrania oftalmica

La prevenzione è sostanzialmente la prima e la migliore arma che abbiamo contro l’emicrania oftalmica; l’uso di occhiali per correggere eventuali disturbi o comunque scongiurare l’affaticamento degli occhi è sicuramente una delle strategie più vincenti nel trattamento di questo disturbo. Anche agire su tutti quelli che possono essere i fattori ambientali (primo fra tutti lo stress) è sicuramente un modo efficace per prevenire l’emicrania oftalmica; via libera quindi ad una sana alimentazione e allo sport che ti aiuteranno a tenere lontano questo e tanti altri disturbi. Come non manchiamo mai di dire fondamentali sono poi le visite di controllo periodiche, in questo caso presso un oculista di fiducia, proprio per evitare che la mancata consapevolezza di un dato disturbo (miopia, astigmatismo, ipermetropia, etc) possano causare un’emicrania oftalmica o qualsiasi altro tipo di problema

Emicrania oftalmica: come comportarsi

Qualora si riscontrassero i sintomi di un’emicrania oftalmica è necessario rivolgersi al più presto al proprio medico di fiducia; ovviamente si può tentare di arginare il mal di testa (fin tanto che non si prende appuntamento con il proprio medico) anche semplicemente con un banale antidolorifico da banco (ovviamente senza abusarne). Qualora si tratti effettivamente di un’emicrania oftalmica è necessario poi un consulto con uno specialista (oculista) il quale si assicurerà di effettuare tutti quei test diagnostici necessari ad evidenziare un eventuale disturbo della vista che, come abbiamo accennato, potrebbe essere la causa scatenante della tua emicrania oftalmica.

Hai trovato utile questo post sull'emicrania oftalmica?
Condividilo sui social network
Unadieta.It © 2016 Tutti i diritti riservati | PIva 02992130738 | REA TA184606