ALIMENTAZIONE
FITNESS
SALUTE
WELLNESS
FOOD

Bronchite asmatica: cause, sintomi e rimedi


Bronchite asmatica: cause, sintomi e rimediLa bronchite asmatica è un disturbo che riguarda un numero sempre maggiore di persone e si stima che, nel nostro paese, sempre più bambini si ritrovino a convivere con questo problema; la bronchite asmatica è una patologia abbastanza complicata da trattare in un post, quindi questo sarà senz’altro un articolo lungo. Per renderti più facile la comprensione e la lettura di questo post sulla bronchite asmatica l’abbiamo diviso in più paragrafi ognuno dei quali affronterà questo disturbo approfondendo cause, sintomi, cure e prevenzione della bronchite asmatica.

Che cos’è la bronchite asmatica

La bronchite asmatica è un disturbo che colpisce i bronchi (cioè le ramificazioni terminali della trachea); ciò che distingue questo disturbo da una normale bronchite è appunto la presenza di asma (cioè dell’impossibilità ad espellere l’aria). La bronchite è una condizione in cui, a causa di un’infezione virale o batterica, i bronchi si riempiono di catarro, con tutto ciò che ne consegue; in particolari condizioni, che vedremo meglio più avanti, alla normale bronchite si assomma la condizione asmatica che rende ancora più complicato, sia da trattare che da sopportare, questo tipo di disturbo.

Bronchite asmatica: informazioni generali

La bronchite asmatica è una condizione che riguarda circa il 10% dei bambini italiani e che sembra essere in un trend crescente visto che questo disturbo, una volta molto più raro, inizia a coinvolgere sempre più persone proprio a partire dall’età pediatrica. Normalmente la bronchite asmatica è correlata a una reazione allergica (e questo è certo almeno nel 25% dei casi) ma esistono altre cause che possono favorire l’insorgenza di una bronchite asmatica, avremo modo di vederle meglio nei prossimi paragrafi. Per adesso limitiamoci a dire che sempre più bambini soffrono di bronchite asmatica in misura così rilevante che l’aumento di allergie cui stiamo assistendo negli ultimi anni probabilmente non è, da solo, in grado di giustificare un aumento così rilevante dell’incidenza di bronchite asmatica sul complessivo della popolazione.

  1. Quali sono le cause della bronchite asmatica

    Le cause della bronchite asmatica che stiamo per presentare sono quelle che, ad oggi, vengono normalmente considerate come i principali fattori di rischio per questa patologia; occorre rimarcare però che, essendo come detto un disturbo che inizia a riguardare un numero sempre maggiore di persone, è presumibile che col passare degli anni altre cause possano aggiungersi a quelle che tipicamente sottostanno ad una bronchite asmatica. Detto questo passiamo a vedere insieme quali sono le cause più comuni di una bronchite asmatica:
    1. Allergie e ipersensibilità: come accennato una delle principali cause della bronchite asmatica sono proprio le reazioni allergiche o comunque un’ipersensibilità a determinate sostanze (ad esempio i pollini ma non solo, anche l’ipersensibilità ad alcuni farmaci potrebbe causare episodi di bronchite asmatica); tuttavia in presenza di una reazione allergica è più opportuno parlare di asma bronchiale e non di bronchite asmatica, che sono due condizioni abbastanza differenti tra loro per quanto sostanzialmente piuttosto simili
    2. Genetica: la bronchite asmatica può essere anche di carattere ereditario qualora uno dei genitori presenti già una conclamata predisposizione all’infiammazione delle vie respiratorie; ne approfittiamo per dire che la bronchite asmatica non è una malattia contagiosa, a scanso di equivoci e per evitare che qualcuno possa pensare che il concetto di ereditarietà della bronchite asmatica possa essere assimilabile a quello di contagiosità.
    3. Fattori ambientali: quando poco fa abbiamo scritto che probabilmente l’aumento dei soggetti allergici non è sufficiente a giustificare l’aumento delle persone (e soprattutto dei bambini) con problemi di bronchite asmatica alludevamo già a questo passaggio; fattori ambientali ben specifici come l’inquinamento, la presenza di muffe negli ambienti domestici, il fumo di sigaretta, sono tutte cause ambientali che costituiscono un rischio elevato di insorgenza di bronchite asmatica per i bambini ed è probabilmente l’aumento vertiginoso dell’inquinamento nelle nostre città a rendere più comprensibile l’aumento (altrettanto importante) di bambini affetti da questa patologia
  2. Bronchite asmatica: i sintomi più comuni

    L’asma è un disturbo che è assolutamente riconoscibile quando si manifesta, purtroppo non si accompagna ad alcuna sintomatologia specifica quindi non è possibile comprendere che si sta per avere un attacco di asma se non negli istanti subito prima dell’attacco stesso; questo lo diciamo soprattutto a beneficio dei genitori i quali purtroppo difficilmente possono prevedere questo tipo di problema se il loro bimbo ne soffre.
    Le difficoltà respiratorie cui le persone affette da bronchite asmatica sono costrette si palesano spesso attraverso il facile affaticamento; frequentemente infatti le persone, o i bambini, con questo tipo di problema presentano “affanno” al minimo sforzo e questo è probabilmente uno dei campanelli d’allarme più facili da interpretare. Ovviamente la presenza di tosse consistente e persistente accompagnata da catarro è un segnale che non deve essere in alcun modo trascurato anche perché una semplice bronchite (non una bronchite asmatica che è di per se più complicata da trattare) potrebbe facilmente diventare cronica se non curata tempestivamente. Spesso episodi di bronchite asmatica possono accompagnarsi a sintomi tipicamente associati a una banale sindrome influenzale (tosse, febbre, mal di gola, congestione delle mucose nasali) per questo dovrebbe risultare intuitivo come (a maggior ragione se si tratta di bambini) certi sintomi non debbano mai essere presi sotto gamba e si dovrebbe immediatamente contattare il medico di fiducia qualora si dovessero palesare.
  3. Come si diagnostica la bronchite asmatica

    La bronchite asmatica si diagnostica attraverso uno strumento specifico, lo spinometro; si tratta di un test di natura assolutamente non invasiva, ci si limita a soffiare in un tubo, quindi nessuna paura per i vostri bambini, è un esame assolutamente innocuo ed indolore. Il medico, o il pediatra, di fiducia, una volta raccolti i dati del test effettuerà la diagnosi sulla base del colloquio coi genitori, delle condizioni generali del bambino e dell’osservazione dei sintomi.
  4. Bronchite asmatica: quando rivolgersi al medico

    In caso si riscontrassero i sintomi di una bronchite asmatica occorre rivolgersi immediatamente al medico di fiducia, non solo per quanto riguarda i bambini ma anche per gli adulti; soprattutto non si deve mai sottostimare sintomi come l’affanno frequente o addirittura un piccolo attacco d’asma attribuendoli erroneamente a una sindrome influenzale in corso. La bronchite asmatica, per quanto possa decorrere da sola in determinati casi, se trascurata può anche diventare cronica, motivo in più per muoversi tempestivamente visto anche le tante difficoltà quotidiane che questo tipo di disturbo causa.
  5. Come curare una bronchite asmatica

    La cura più opportuna contro la bronchite asmatica può variare da paziente a paziente, in alcuni casi la situazione può migliorare da sola, in altri casi si procede semplicemente a prescrivere al paziente del banale aerosol per permettergli di liberarsi del catarro. E’ possibile però che, in determinate condizioni, l’approccio debba essere più incisivo, in questi casi si procede col prescrivere un trattamento (farmacologico) ad hoc per contrastare gli attacchi d’asma e, più raramente, può rivelarsi utile la terapia a base di antibiotici in caso alla bronchite asmatica sia associata un’infezione. Questo ci porta a rimarcare ancora una volta come l’intervento del medico sia fondamentale per curare in maniera efficace la bronchite asmatica, solo un medico competente può, infatti, sulla base della sua esperienza e della conoscenza del singolo paziente procedere nel modo più opportuno per trattare questa patologia

Complicazioni possibili della bronchite asmatica

La principale complicazione della bronchite asmatica risiede nella possibilità che il disturbo diventi cronico e, in tal caso, ancora più difficile da trattare; i disturbi dell’apparato respiratorio quando divengono cronici espongono il paziente a diversi altri rischi, la debolezza e lo stress, ad esempio, che ne conseguono favoriscono l’abbassamento delle difese immunitarie e questa è una condizione sufficiente a far aumentare il rischio di insorgenza di un gran numero di patologie. Senza con questo voler fare del terrorismo rimarchiamo ancora una volta l’importanza di rivolgersi ad un medico di fiducia sin dalla prima comparsa dei sintomi affinché si possa trattare la bronchite asmatica in maniera tempestiva, efficace e risolutiva.

Rimedi naturali contro la bronchite asmatica

I rimedi naturali, o omeopatici che dir si voglia, possono essere utilizzati per lenire i sintomi della bronchite asmatica come ad esempio la tosse, il catarro e la congestione delle mucose nasali; è opportuno però ricordare come tutti questi rimedi possano entrare in contrasto con un eventuale trattamento farmacologico, per cui andrebbero sempre somministrati, specie nel caso di bambini, previa consulto col medico di fiducia. I genitori che volessero evitare un ricorso eccessivo ai farmaci per il loro bambino possono senza timore parlarne col medico il quale saprà certamente indirizzarli nella maniera opportuna verso le strategie migliori per il bambino; ovviamente qualora il medico reputi opportuno il ricorso agli antibiotici è ancora più urgente chiedergli consiglio nel momento in cui si stiano giù usando rimedi omeopatici (ad esempio contro il catarro) in quanto potrebbero interagire in maniera imprevedibile con i farmaci prescritti per trattare la bronchite asmatica.

Prevenzione della bronchite asmatica

Come abbiamo accennato nel paragrafo dedicato alle cause della bronchite asmatica l’inquinamento ed altri fattori ambientali (fumo di sigaretta, muffe negli ambienti domestici, etc) sono tra i fattori di rischio più importanti che sottostanno all’insorgenza della bronchite asmatica. Se ne deduce quindi che, soprattutto per quelle famiglie in cui ci siano bambini che soffrono in maniera ricorrente di questo disturbo, è importante costruire un ambiente domestico che sia il più libero possibile da inquinanti di alcun tipo; i genitori fumatori, ad esempio, dovrebbero evitare di fumare in casa (meglio andare sul balcone specie se avete bimbi piccoli). In caso si dovesse notare la presenza di muffe nell’appartamento è fondamentale trattarle con prodotti ad hoc e liberarsene quanto prima, per non parlare del fatto che, se si vive in centri soggetti ad elevato inquinamento, può essere opportuno valutare la possibilità di un trasloco verso comuni limitrofi con condizioni ambientali migliori in cui far crescere il proprio bambino. Quest’ultimo particolare soprattutto sembra essere abbastanza chiaro per le famiglie italiane le quali stanno negli ultimi anni abbandonando i grandi centri abitati e ripopolando le aree rurali delle periferie proprio perché consapevoli dell’elevato rischio che l’inquinamento atmosferico (come ad esempio lo smog) costituiscono per tutti e per i più piccoli in particolare.

Bronchite asmatica: come comportarsi

Qualora si dovessero riscontrare i sintomi di una possibile bronchite asmatica è opportuno rivolgersi al proprio medico senza nemmeno provare minimamente una diagnosi “fai da te” del tipo “magari è solo l’influenza” perché si tratta di un disturbo che se non trattato opportunamente può diventare cronico. Per il resto la bronchite asmatica è una patologia assolutamente guaribile, che in alcuni casi può regredire anche da sola, ma ciò non deve mai e in nessun caso portare a sottostimare questo tipo di disturbo. Qualora si stessero assumendo rimedi omeopatici o farmaci da banco per trattare i sintomi della bronchite asmatica è necessario comunicarlo al medico di fiducia affinché possa valutarne l’eventuale interazione coi farmaci che andrà a prescrivere.

Hai trovato utile questo post sulla bronchite asmatica?
Condividilo sui social network
Unadieta.It © 2016 Tutti i diritti riservati | PIva 02992130738 | REA TA184606