ALIMENTAZIONE
FITNESS
SALUTE
WELLNESS
FOOD

Assicurazione sanitaria: informazioni e consigli utili per scegliere un’assicurazione sulla salute

Assicurazione sanitaria: informazioni e consigli utili per scegliere un’assicurazione sulla saluteUn’assicurazione sanitaria può essere una scelta oculata da fare, ovviamente per chi può permettersi di sottoscriverne una, tuttavia nel nostro paese non c’è ancora una cultura consolidata in merito per cui il rischio di incappare in avventure poco piacevoli non può essere sottovalutato. Abbiamo quindi deciso di scrivere questo post nel tentativo di dare quante più informazioni e consigli utili possibili per chi volesse iniziare a capire come funziona il mondo delle assicurazioni sanitarie private, difficilmente potremo essere completamente esaustivi sull’argomento, il mondo delle assicurazioni sanitarie è veramente immenso, ma speriamo in ogni caso di essere utili per chi fosse prossimo alla firma di una polizza assicurativa sulla salute.

Perché scegliere un’assicurazione sanitaria privata

I motivi che possono spingere qualcuno a sottoscrivere un’assicurazione sanitaria privata sono molti e possono variare di persona in persona, alcuni dei casi più comuni avremo modo di vederli più nel dettaglio nei paragrafi conclusivi, qui ci limitiamo ad elencarne alcuni; in caso di viaggio all’estero, ad esempio, sottoscrivere un’assicurazione sanitaria è assolutamente consigliato anche perché nella maggior parte dei paesi al mondo non esiste una sanità pubblica degna di questo nome o comunque l’accesso gratuito alle strutture sanitarie è garantito solo per i cittadini residenti (e quindi non per i turisti o gli stranieri). Oltre questo cao occorre considerare che alcune prestazioni sanitarie, ad esempio, hanno cifre importanti, pensiamo alle cure odontoiatriche, e se da un lato è vero che il nostro SSN ci permette di accedere comunque anche gratuitamente (ovviamente in base al nostro reddito) a queste prestazioni, la qualità del servizio erogato non è sempre delle più invidiabili. Tra le motivazioni che più comunemente portano qualcuno a sottoscrivere un’assicurazione sanitaria in Italia ci sono infatti proprio le cure odontoiatriche. Ci sono ovviamente molti altri casi in cui può essere utile valutare di sottoscrivere un’assicurazione sanitaria privata, ma avremo modo di parlarne più dettagliatamente nel corso del nostro post

Assicurazione sanitaria: informazioni generali

Dato che nel nostro paese la diffusione delle assicurazioni sanitarie è decisamente scarsa (non che questo sia un male a priori, vuol dire che il nostro sistema sanitario funziona ancora discretamente bene) può rivelarsi complicato per chi fosse completamente a digiuno in fatto di assicurazioni scegliere quella più adatta alle proprie esigenze. Nei prossimi paragrafi tenteremo quindi di capire quali sono le valutazioni da fare per scegliere una buona assicurazione sanitaria e a cosa in particolare occorre prestare attenzione per evitare brutte sorprese.

  1. Quanto costa un’assicurazione sanitaria privata

    Il costo di un’assicurazione sanitaria privata può dipendere da diversi fattori, principalmente dipende dalla quantità e dalla tipologia di eventi coperti, ma di questi aspetti ci occuperemo più nel dettaglio nei prossimi paragrafi. Quando sottoscriviamo un’assicurazione sanitaria il costo in se dovrebbe essere l’ultima delle nostre preoccupazioni, ciò di cui dovremmo invece preoccuparci è se quella determinata assicurazione ci offre realmente le garanzie di cui abbiamo bisogno. Iniziamo a fare degli esempi per capirci meglio, se sono un libero professionista che ama sciare potrei decidere di sottoscrivere un’assicurazione sanitaria che copra il rischio di inattività dovuta in seguito ad un’eventuale frattura che mi costringerebbe non solo ad assentarmi da lavoro ma anche a sostenere costi per un’eventuale intervento, i farmaci, la degenza in ospedale e la successiva riabilitazione; sottoscrivendo un’assicurazione sanitaria intendo quindi garantirmi contro questo tipo di rischio e avere contemporaneamente la certezza di potermi rivolgere alle migliori strutture presenti sul territorio. Dovrò quindi assicurarmi principalmente che (in primo luogo) l’assicurazione copra gli eventi che mi interessano (nel nostro caso ipotizziamo la frattura) ma anche che copra i servizi di cui potrei aver bisogno (come ad esempio nel caso della riabilitazione) e verificare i limiti di copertura (perché rischio di trovarmi con una copertura a rimborso della fisioterapia, per esempio, che non ne copre interamente il costo). Come probabilmente starai iniziando a capire scegliere un’assicurazione sanitaria adatta alle proprie esigenze non è sempre una cosa facile, ma continua a leggere e speriamo di poterti essere utili il più possibile.
  2. Come scegliere un’assicurazione sanitaria

    La scelta di un’assicurazione sanitaria deve iniziare per prima cosa da una valutazione attenta delle proprie necessità; non ridurti ad accettare i prospetti che i vari venditori ti proporranno così come sono ma definisci prima in maniera accurata quali sono le tue necessità di modo da avere altri criteri per valutare la bontà di una polizza sulla salute che non semplicemente il suo costo. In secondo luogo verifica tutti gli aspetti della polizza, quali sono gli eventi coperti (non tutte le assicurazioni ad esempio includono le cure odontoiatriche per cui se la sottoscrivi per soddisfare quest’esigenza e poi ti rendi conto al momento del bisogno che non sei coperto non lamentarti, dovevi assicurartene prima di firmare). Alcune persone, che magari fanno lavori potenzialmente pericolosi (come ad esempio gli autotrasportatori o i falegnami) potrebbero desiderare assicurarsi contro il rischio di invalidità ma non è scontato che l’assicurazione sanitaria che il venditore ti sta proponendo includa anche questo servizio (non lo è nemmeno se il venditore giura che è così); a questo punto quindi dovresti aver capito l’importanza di stabilire a priori quali sono le tue esigenze e soprattutto di verificare sul contratto che l’assicurazione sanitaria scelta ci corrisponda pienamente a prescindere da quello che dice il venditore (quindi leggi il contratto e non firmare sulla fiducia). Altro particolare a cui devi prestare attenzione è il massimale, in pratica così come per un’auto anche nel caso di un’assicurazione sanitaria esiste un tetto massimo che la polizza arriva a coprire, ciò che devi verificare è che il massimale sia congruo rispetto al premio che paghi mensilmente (che senso ha pagare 300€ al mese di premio, per esempio, per avere un massimale che ti rimborsa solo fino a 1000€, capisci bene che non conviene per nulla). In linea di massima il miglior consiglio che ti possiamo dare per scegliere in maniera oculata la tua assicurazione sanitaria privata è di leggere accuratamente tutto il contratto, senza saltare alcuna parte, e magari aiutandoti con internet per interpretare i passaggi che non ti sono chiari.
  3. Risparmia sulla tua polizza con l’assicurazione sanitaria online

    Come per qualunque altra assicurazione anche nel caso dell’assicurazione sanitaria è possibile risparmiare qualcosa sul costo della polizza sottoscrivendo un’assicurazione su internet; i rischi però sono anche qui sempre gli stessi, capita che la qualità delle assicurazioni che erogano questi tipi di servizi sia molto bassa, con cavilli di vario tipo nei contratti che pregiudicano il pagamento del premio assicurativo che credevamo ci spettasse di diritto. Attenti quindi perché se da un lato è vero che è possibile risparmiare sull’assicurazione sanitaria sottoscrivendo una polizza on line d’altro canto il rischio di truffe e raggiri aumenta sensibilmente. Per evitare pericoli di qualunque tipo puoi cercare sui vari forum le opinioni degli utenti su una determinata compagni assicurativa o su una certa polizza, quasi sempre infatti le società che lavorano in maniera poco seria godono di pessima pubblicità su internet.
  4. Fiscalità delle assicurazioni sanitarie private

    Quando parliamo di fisco e assicurazioni sanitarie dobbiamo partire dal presupposto che le condizioni di detraibilità e deducibilità dei premi possono variare di anno in anno in base alle leggi in vigore; è quindi sempre bene verificare, quando si cercano informazioni in merito su internet, le eventuali nuove norme che potrebbero aver cambiato il quadro normativo che regola la fiscalità dei prodotti assicurativi per la salute. L’eventuale detraibilità o deducibilità delle assicurazioni sanitarie varia inoltre al variare del tipo di assicurazione (antinfortunistica, vita, etc) all’ammontare complessivo dei premi versati, all’eventuale possibilità di riscatto delle somme versate e in base ad ancora numerosi altri fattori. Posto che normalmente è quasi sempre possibile scaricare una parte delle spese sostenute per l’assicurazione sanitaria, in merito a queste tematiche è sempre meglio avvalersi del supporto di un fiscalista, in ogni caso chi volesse approfondire ulteriormente questo argomento e conoscere più nel dettaglio la normativa vigente in termini di fiscalità applicata alle assicurazioni sanitarie private potrà dare un’occhiata a questo documento che è particolarmente completo
  5. Quali sono le migliori assicurazioni sanitarie in Italia

    Se hai ben compreso quanto fin qui scritto capisci bene come non sia possibile definire quali siano le migliori assicurazioni sanitarie in Italia, dal momento che quella che potrebbe essere un’ottima assicurazione per qualcuno potrebbe non rispondere adeguatamente alle esigenze di un altro individuo. Come abbiamo scritto in apertura di questo post se sei interessato a sottoscrivere una polizza assicurativa sulla salute ti consigliamo prima di mettere a fuoco quelle che sono le tue esigenze, potrai poi successivamente avvalerti di uno dei tanti comparatori presenti su internet per verificare quale compagnia assicurativa ti offra la polizza di cui hai bisogno al minor prezzo, fatto ciò potrai prendere visione dei vari contratti e siglare quello che ti offre il miglior rapporto qualità prezzo. Parti inoltre dal presupposto che scegliere la tua assicurazione sanitaria richiederà un po’ di tempo, un po’ di studio e tante riflessioni da parte tua, prenditi tutto il tempo che ti serve per decidere, solo così potrai essere sicuro di evitare spiacevoli sorprese

Assicurazione sanitaria internazionale in caso di viaggio all’estero

In caso di viaggio all’estero sottoscrivere un’assicurazione sanitaria è fondamentale per viaggiare tranquilli e mettersi al riparo da ogni rischio; indipendentemente o meno dal fatto che il paese che intendi visitare offra la possibilità di accedere a servizi sanitari gratuiti, sottoscrivere un’assicurazione sulla salute ad hoc ti permetterà (sperando comunque che tu non ne abbia bisogno) di accedere ai migliori servizi disponibili in quel determinato paese. Ovviamente le accortezze che devi avere sono sempre le stesse, verificare gli eventi per cui la tua polizza ti garantisce copertura, il massimale assicurativo, la presenza di clausole particolari che potrebbero bloccare un’eventuale rimborso a cui avresti diritto; appurato che tutto è in ordine potrai quindi firmare senza timore la tua assicurazione sanitaria viaggi e partire senza alcuna preoccupazione.

Assicurazione sanitaria privata per le cure odontoiatriche

Uno dei motivi più comuni per cui gli italiani, che pure sono piuttosto restii in proposito, decidono di sottoscrivere un’assicurazione sanitaria privata è la possibilità di tutelarsi contro eventuali esborsi esosi in fatto di spese e cure odontoiatriche. I contratti assicuratavi che tutelano questo tipo di esigenza sono spesso meno rigidi rispetto a quelle delle normali assicurazioni sanitarie, coprono quindi anche casistiche che normalmente rimangono fuori dalle tutele assicurative come ad esempio malattie pregresse o il danno subito in seguito a propria responsabilità. Anche in termini di costi un'assicurazione sanitaria che copra le cure odontoiatriche risulta più accessibili e normalmente il premio da versare non supera le 300/500€ l’anno.

Assicurazione sanitaria privata: come tutelare la tua famiglia

Decidere di regalare a tutta la tua famiglia un’assicurazione sanitaria privata può rivelarsi senza dubbio una scelta oculata anche a fronte del fatto che, come abbiamo accennato, una parte di questa spesa potrai certamente recuperarla in sede di dichiarazione dei redditi; inoltre potrai sicuramente risparmiare qualcosa rispetto al costo di un’assicurazione sanitaria individuale. Spesso i genitori che decidono di sottoscrivere un’assicurazione sanitaria per tutta la famiglia decidono di assicurarsi anche contro il rischio di decesso, decisione che risulta tanto più sensata in caso di debiti contratti (come ad esempio mutui e finanziamenti) i cui oneri di pagamento ricadrebbero sugli eredi e che possono invece essere sgravati sull’assicurazione sottoscrivendo una polizza vita (ovviamente che preveda anche questo tipo di tutela). Come inizi a capire l’assicurazione sanitaria privata è utile per tutelarsi relativamente ad un gran numero di rischi e va ben oltre il semplice rimborso delle spese sanitarie sostenute (indipendentemente che si tratti dell’acquisto di farmaci, della fisioterapia o di qualunque altra cosa), può infatti coprire anche i rischi derivanti da invalidità o, toccando ferro, decesso.

Assicurazione sanitaria privata: conclusioni

Le assicurazioni sanitarie private non sono particolarmente diffuse nel nostro paese sia perché la nostra sanità pubblica risponde discretamente bene alle esigenze dei cittadini sia perché, oggettivamente, la crisi economica imperversante lascia poco margine alle famiglie per mettere a bilancio un ulteriore esborso mensile da destinare a una forma di assicurazione sanitaria complementare. Tuttavia i motivi per cui può essere intelligente sottoscrivere una polizza assicurativa sulla salute sono parecchi e vanno dall’eventualità in cui si debba viaggiare all’estero, passando per la copertura assicurativa sulle spese odontoiatriche (che sono mediamente particolarmente onerose) fino alla necessità di assicurarsi contro il rischio di invalidità per coloro che svolgono lavori particolarmente a rischio (citiamo ad esempio gli autotrasportatori che sono maggiormente a rischio di avere incidenti stradali). Per scegliere un’assicurazione sanitaria di buona qualità è necessario per prima cosa mettere a fuoco le proprie esigenze, si potrà quindi successivamente dedicarsi alla ricerca dell’assicurazione sanitaria con il miglior rapporto qualità/prezzo in base alle proprie personali esigenze. In fine prima di siglare il contratto è opportuno leggerlo attentamente e comprenderlo in ogni sua parte, evitando di prendere per buone le indicazioni del venditore e/o del consulente e avvalendosi del supporto di internet (o meglio ancora di un legale o di un’associazione di tutela dei consumatori) per comprendere meglio quei passaggi del contratto che dovessero risultare maggiormente oscuri.

Hai trovato utile questo post su come scegliere un'assicurazione sanitaria?
Condividilo sui social network
Unadieta.It © 2016 Tutti i diritti riservati | PIva 02992130738 | REA TA184606