ALIMENTAZIONE
FITNESS
SALUTE
WELLNESS
FOOD

Macchie bianche sui denti: cause, sintomi e rimedi contro la fluorosi


Macchie bianche sui denti: cause, sintomi e rimedi contro la fluorosiQuello delle macchie bianche sui denti è uno dei primi sintomi attraverso cui si manifesta la fluorosi, condizione che avremo modo di descrivere più accuratamente nel prossimo paragrafo; come vedremo nel corso di questo post quello delle macchie bianche sui denti non è un problema che si possa risolvere con una normale pulizia e questo perché non si tratta di vere e proprie macchie ma di una discromia “primitiva” cioè un’alterazione permanente della normale colorazione dello smalto dentale dovuta, appunto, alla fluorosi dello smalto

Che cos’è la fluorosi e perché causa macchie bianche sui denti

Prima di entrare nel dettaglio di cosa sia la fluorosi e del perché causi delle macchie bianche sui denti è importante fare una premessa iniziale; il fluoro è una sostanza fondamentale per il nostro organismo tanto che una sua eventuale carenza avrebbe effetti deleteri su diversi aspetti della nostra salute. Per questo motivo, sin dai primi anni ’50, si consolidò la convinzione che fosse utile somministrare integratori di fluoro ai bambini, visto che questa sostanza è presente in quantità limitate negli alimenti che consumiamo più abitualmente; questo tipo di abitudine portò però ad evidenziare come non solo la carenza di fluoro sia un problema ma anche l’assunzione di dosi eccessive di questa sostanza può portare a scompensi di vario tipo. In particolare l’assunzione eccessiva di fluoro in età pediatrica (tipicamente prima degli 8 anni) può causare un’alterazione permanente dello smalto dentale; dopo gli 8 anni di età, invece, lo smalto non risulta più modificabile e quindi il problema cessa di porsi (almeno per quanto riguarda i denti, diverso il discorso per i possibili danni sullo scheletro umano che però non sono l’argomento di questo post e che, per tanto, ometteremo di trattare).

Macchie bianche sui denti: informazioni generali

Come probabilmente avrai iniziato a intuire le macchie bianche sui denti attraverso cui un problema di fluorosi si manifesta sono permanenti; comunemente si riscontrano almeno 5 differenti classificazioni di fluorosi, che variano ovviamente al variare della gravità della condizione, più nel dettaglio parliamo di fluorosi leggera (lo smalto presenta piccole alterazioni nella translucidità), molto lieve (in cui compaiono piccole macchie bianche ma che non coprono mai più del 25% della superficie del dente), la fluorosi lieve (in cui le aree bianche coprono fino a un massimo del 50% della superficie dentale), quella moderata (in cui tutte le superfici dello smalto sono coinvolte e presentano pigmenti brunasti) ed in fine abbiamo la fluorosi grave (in cui pigmenti marroni sono presenti su tutta la superficie del dente che può risultare oggetto di alterazioni della forma e persino fratture).

  1. Le macchie bianche sui denti: cause della fluorosi

    La causa della fluorosi (e conseguentemente delle macchie bianche sui denti che caratterizzano questa condizione) è sempre l’eccessiva assunzione di fluoro in età pediatrica; tra le abitudini che possono favorire l’insorgenza della fluorosi segnaliamo come molti bambini, apprezzando particolarmente il sapore dei dentifrici al fluoro, tendano ad inghiottire (invece di sputare) il dentifricio quando si lavano i denti, comportamento che, alla lunga, può favorire l’insorgenza della fluorosi. Ovviamente sono assolutamente da evitare gli integratori (di qualsiasi tipo, non solo di fluoro) nei bambini a meno che non esista un bisogno effettivo e una precisa prescrizione medica in proposito. Altro atteggiamento che può favorire l’insorgenza della fluorosi, ma anche di altri disturbi, è proprio l’abitudine di alcuni genitori di somministrare abitualmente integratori alimentari ai bambini pensando così, erroneamente, di rispondere in maniera più adeguata alle loro esigenze nutrizionali.
  2. Sintomi della fluorosi

    Uno dei primi sintomi attraverso cui la fluorosi si manifesta è appunto la presenza di macchie bianche sui denti; come abbiamo visto nel paragrafo sulle informazioni generali relative alla fluorosi i sintomi, e quindi in definitiva l’alterazione nella colorazione dello smalto dentale, possono variare in maniera anche rilevante in base alla gravità del disturbo arrivando, nei casi più rilevanti, a presentare anche alterazioni nella forma stessa dei denti, macchie marroni estese e, addirittura, rischio di frattura dei denti.
  3. Macchie bianche sui denti: rischi e complicazioni della fluorosi

    I rischi e le complicazioni che una fluorosi può generare variano ovviamente in base all’entità della fluorosi stessa; in particolare l’assunzione esagerata di fluoro in età pediatrica può favorire una rigidità eccessiva delle strutture ossee (non solo i denti quindi, ma anche lo stesso scheletro) aumentando il rischio di fratture dal momento che queste strutture, private della loro capacità elastica, non sono più in grado di rispondere adeguatamente ad alcuni tipi di stimoli.
  4. Diffusione e incidenza della fluorosi sulla popolazione

    Purtroppo non siamo riusciti a trovare dati certi relativamente alla diffusione di fluorosi tra la popolazione italiana, quello che sappiamo con certezza è che si tratta di una condizione abbastanza diffusa tra la popolazione americana (colpisce infatti un americano su quattro); tipicamente però la fluorosi si manifesta quasi sempre nelle forme più lievi e solo l’1% dei casi totali presenta una fluorosi grave.
  5. Cura e trattamento della fluorosi

    Come accennato la fluorosi è una condizione che si ripercuote negativamente non solo sui denti ma anche sulle ossa del nostro organismo; per quanto riguarda i denti abbiamo già accennato di come le macchie bianche tipiche della fluorosi non siano rimuovibili attraverso una semplice pulizia dentale o tramite sbiancamento, sarà quindi necessario ricorrere a procedure di tipo estetico, come ad esempio le faccette dentali, se si vorrà risolvere questo tipo di problema che, pur non costituendo un reale rischio per la salute, è comunque fonte di imbarazzo per tutti coloro che vivono con disagio le tipiche macchie bianche sui denti che caratterizzano un problema di fluorosi

Macchie bianche sui denti: quando ricorrere al medico

E’ sempre opportuno segnalare al proprio medico di fiducia ogni anomalia o stranezza relativa al proprio stato di salute, anche cose che potrebbero apparirci banali; come detto quello della fluorosi e delle macchie bianche sui denti è più un problema psicologico che una vera e propria malattia. Tipicamente la fluorosi si manifesta nelle forme più lievi per cui sarà il medico stesso a rassicurarvi relativamente all’assenza di rischi e complicazioni, ma è comunque sempre meglio segnalare questo tipo di problemi onde evitare di rischiare di sottovalutare eventuali patologie differenti che potrebbero presentare sintomi simili.

Prevenire la formazione di macchie bianche sui denti

Per prevenire la formazione di macchie bianche sui denti causata dalla fluorosi è fondamentale adottare una corretta alimentazione sin da bambini; stop quindi ad integratori (a meno che non ci sia una precisa prescrizione del medico di fiducia in merito) e via libera ad un’alimentazione sana ed equilibrata. Tutti i nutrienti di cui abbiamo bisogno, infatti, sono presenti nei cibi che consumiamo e un bambino non necessità di alcun tipo di integratore alimentare posto ovviamente che sia in buona salute e che i genitori gli facciano seguire un’alimentazione varia ed equilibrata.

Bambini: macchie bianche sui denti da latte

Tipicamente la fluorosi si presenta soprattutto sui denti permanenti, è quindi piuttosto raro che possa colpire i denti da latte; in ogni caso il miglior consiglio è ovviamente quello di portare il bambino dal dentista qualora si dovessero notare delle macchie, anche piccole, di colore bianco o marrone sui denti da latte. Sarà ovviamente il dentista (o eventualmente il pediatra) a definire di cosa si tratti e quale debba essere il modo migliore di procedere; inutile farsi prendere dall’ansia qualora si notassero macchie bianche sui denti del proprio figlio, meglio fissare un appuntamento dal dentista ed ascoltare un parere professionale (e informato) senza cercare informazioni estemporanee sul web.

Fluorosi: conclusioni sulla formazione di macchie bianche sui denti

La fluorosi è una condizione che si manifesta in seguito all’eccessiva assunzione di fluoro in età pediatrica; uno dei primi sintomi attraverso cui la fluorosi si palesa è la formazione di macchie bianche (o brunastre) sui denti. Anche se la fluorosi non è una condizione esattamente patologica l’eccessiva assunzione di fluoro, soprattutto nei bambini, può provocare diversi tipi di scompensi, per cui meglio evitare ogni tipo di integratore alimentare (salvo nei casi in cui questo è richiesto dal medico) ed assicurarsi di far avere al bambino un’alimentazione sana ed equilibrata di modo da prevenire non solo il rischio di fluorosi ma anche di moltissime altre patologie.

Hai trovato utile questo post sulla fluorosi?
Condividilo sui social network
Unadieta.It © 2016 Tutti i diritti riservati | PIva 02992130738 | REA TA184606