ALIMENTAZIONE
FITNESS
SALUTE
WELLNESS
FOOD

Polimiosite: cause, sintomi e cura della polimiosite reumatica


Polimiosite: cause, sintomi e cura della polimiosite reumaticaLa polimiosite è una malattia che colpisce prevalentemente le persone di sesso femminile; può comparire sia in età pediatrica (tra i 5 e i 15 anni) sia in età adulta (tipicamente tra i 40 e i 60 anni). Quando la polimiosite insorge in età adulta è abbastanza tipico che a questo disturbo se ne associ un secondo, chiamato “dermatomiosite”; si tratta anche in questo caso di una malattia autoimmune che si manifesta sia a livello cutaneo (attraverso eritemi ed edemi) sia a livello muscolare (coinvolgendo esclusivamente i muscoli striati). Nei prossimi paragrafi proveremo a capire meglio che cos’è la polimiosite, quali sono le cause e i sintomi di questa malattia, le cure e i trattamenti maggiormente impiegati e tenteremo di fornire ancora altre informazioni utili per chi volesse conoscere meglio questo disturbo

Che cos’è la polimiosite reumatica

La polimiosite reumatica è una malattia caratterizzata da processi infiammatori a carico dei muscoli volontari; si tratta di una malattia degenerativa, cioè di un disturbo capace di danneggiare in maniera progressiva i muscoli e che può arrivare a coinvolgere anche il muscolo cardiaco e quelli intestinali con esiti che possono rivelarsi anche letali. Bisogna inoltre aggiungere che, per quanto raro, la polimiosite può presentarsi associata anche a malattia neoplastica (tumore). Tuttavia per quanto la polimiosite non debba in alcun modo essere sottovalutata si tratta comunque di un disturbo che può essere trattato in maniera efficace, sebbene questa patologia avesse in passato un tasso di mortalità decisamente alto (sino al 70%) con l’introduzione della terapia a base di cortisosteroidi questa è precipitata ad appena il 10%; in assenza di complicazioni cardiache o polmonari, quindi, normalmente la polimiosite è un disturbo che può essere trattato in maniera efficace.

Polimiosite: informazioni generali

Fin qui ci siamo soffermati a capire cosa sia la polimiosite, abbiamo capito che si tratta di una malattia caratterizzata da processi infiammatori a carico dei muscoli volontari e abbiamo anche spiegato che la prognosi per la polimiosite è normalmente positiva; il disturbo può quindi essere trattato in maniera efficace e non costituisce più quel pericolo che invece costituiva sino a non molti anni fa. Nei prossimi paragrafi tenteremo di capire meglio quali sono le cause e i sintomi della polimiosite, come si cura questa malattia e daremo ancora altre informazioni utili su questo disturbo

  1. Le cause della polimiosite reumatica

    Le cause della polimiosite non sono ancora note, si pensa che si possa trattare di una malattia autoimmune (causata cioè da un errato funzionamento del sistema immunitario che finisce quindi per reagire in maniera anomala in determinate circostanze) ma anche relativamente a questo sono probabilmente necessari ulteriori studi. Quel che c’è di buono è che, a differenza di altre patologie le cui cause devono ancora essere identificate, la polimiosite è una malattia che può essere trattata in maniera efficace, come abbiamo già ampliamente ripetuto; ovviamente però scoprire le cause che favoriscono l’insorgenza della polimiosite rimane comunque molto importante al fine di poter realizzare strategie terapeutiche ancora più efficaci nel trattamento di questa patologia
  2. Polimiosite: i sintomi più comuni

    Il principale sintomo della polimiosite è l’astenia (debolezza muscolare) ma la sintomatologia può cambiare anche sensibilmente a seconda del fatto che si associ anche dermatomiosite oppure no; altri fattori che possono cambiare radicalmente il quadro sintomatologico sono l’eventuale presenza di una neoplasia, o le eventuali complicazioni cardiache e/o polmonari che possono caratterizzare questa patologia negli stadi più avanzati. Il dolore, che pure è presente e può essere anche intenso, nelle fasi iniziali del disturbo risulta essere un sintomo meno rilevante della debolezza muscolare, che quindi rappresenta il primo sintomo che il paziente deve considerare (ed evitare di trascurare) per consentire una diagnosi precoce di questo disturbo
  3. Come si diagnostica la polimiosite

    La diagnosi della polimiosite è particolarmente complicata, il medico di fiducia, oltre che con la classica anamnesi, deve procedere con una serie di esami che risultano tutti utili per pervenire a una diagnosi puntuale; oltre all’elettromiografia, quindi, anche gli esami del sangue, la biopsia muscolare e la risonanza magnetica muscolare possono essere tutti esami utili per definire al meglio di quale tipo di disturbo si tratti. Il paziente non deve quindi scoraggiarsi se il percorso diagnostico dovesse risultare particolarmente lungo o complesso, si tratta di valutazioni che devono essere fatte per poter pervenire a una diagnosi corretta del disturbo.
  4. Polimiosite: quando rivolgersi al medico

    Come non manchiamo mai di rimarcare è fondamentale incontrare abitualmente il medico di fiducia, questo perché alcuni disturbi, ed è proprio il caso della polimiosite, possono presentarsi con sintomi che una persona comune tende a trascurare; la debolezza muscolare, ad esempio, soprattutto nel forme lievi, è un sintomo che può essere fondamentale per pervenire a una diagnosi precoce della polimiosite, tuttavia spesso viene trascurato dai pazienti che lo considerano un problema passeggero o che comunque è destinato a regredire da solo. Questo tipo di comportamento, ovviamente, contribuisce solo ad aggravare la situazione, per questo motivo è sempre fondamentale segnalare al proprio medico di fiducia anche sintomi che a noi non sembrano rilevanti, soprattutto se questi sintomi si ripresentano abitualmente nel tempo.
  5. Cura e trattamento della polimiosite

    Anche se non esiste un trattamento capace di curare definitivamente la polimiosite è possibile comunque trattare questo disturbo in maniera efficace, per ridurne i sintomi e fare in modo che il paziente abbia una buona qualità di vita. La cura della polimiosite si basa essenzialmente sulla somministrazione di farmaci corticosteroidi, ovviamente le dosi e i tipi di farmaci da impiegare saranno stabiliti dal medico di fiducia sulla base del quadro clinico generale del paziente.
Unadieta.It © 2016 Tutti i diritti riservati | PIva 02992130738 | REA TA184606