ALIMENTAZIONE
FITNESS
SALUTE
WELLNESS
FOOD

Infiammazione del trigemino: cause, sintomi e cura della nevralgia del trigemino


Infiammazione del trigemino: cause, sintomi e cura della nevralgia del trigeminoLa nevralgia del trigemino è un disturbo non particolarmente frequente, si stima infatti che colpisca una persona ogni diecimila, per quanto questo dato potrebbe essere facilmente falsato dall’elevato numero di diagnosi errate che caratterizzano questa patologia; la nevralgia del trigemino è un disturbo che colpisce tipicamente dopo i 50 anni di età e che presenta diverse difficoltà in termini diagnostici dato che non esiste un esame specifico per acclamarne la presenza. Nei prossimi paragrafi tenteremo di capire meglio che cos’è la nevralgia del trigemino, quali sono le cause e i sintomi di questo disturbo, oltre che, ovviamente, provare a definire come sia possibile curare e prevenire i processi infiammatori a carico del trigemino

Che cos’è la nevralgia del trigemino

Si definisce nevralgia del trigemino il processo infiammatorio a carico di questo nervo e che causa, come vedremo meglio nel paragrafo dedicato ai sintomi di questo disturbo, una sindrome dolorosa abbastanza caratteristica; il termine nevralgia identifica molto semplicemente appunto il dolore diffuso a causa di processi infiammatori che colpiscono i nervi mentre il trigemino altro non è che il quinto nervo cranico (il quale si divide in tre ramificazioni: nervo oftalmico, nervo mascellare e nervo mandibolare), che parte dall’orecchio e si distende attraverso tutto il volto consentendo così la sensibilità delle regioni superficiali del viso e all'innervazione dei muscoli masticatori

Nevralgia del trigemino: informazioni generali

Fin qui abbiamo provato a definire cosa sia la nevralgia del trigemino (cioè un’infiammazione del nervo trigemino con conseguente sindrome dolorosa) e abbiamo spiegato sommariamente che cosa sia il nervo del trigemino; abbiamo inoltre accennato di come questo disturbo colpisca tipicamente dopo i 50 anni di età e che presenta diverse difficoltà nell’essere diagnosticato. Nei prossimi paragrafi tenteremo di capire meglio quali sono le cause e i sintomi della nevralgia del trigemino, come si diagnostichi questo disturbo, come fare per prevenirlo e tenteremo di dare ancora molte informazioni utili per chi avesse avuto la sfortuna di doversi misurare con questa patologia

  1. Le cause della nevralgia del trigemino

    Le cause della nevralgia del trigemino non possono essere definite sempre in maniera accurata; normalmente la causa più comune è la pressione di un vaso sanguigno sul nervo, spesso dovuta a un naturale invecchiamento (per questo il disturbo tende a comparire in età avanzata), e danneggiando così il tessuto che avvolge i nervi proteggendoli (guaina mielinica). Tra le altre cause della nevralgia del trigemino ci sono anche altre patologie pregresse, ad esempio i malati di sclerosi multipla presentano frequentemente i sintomi della nevralgia del trigemino, ma anche alcune forme di tumore possono causare questo disturbo quando la massa tumorale preme sul trigemino. Per motivi ancora non chiari, inoltre, la nevralgia del trigemino tende a colpire prevalentemente le persone di sesso femminile e, almeno ad oggi, si crede che in ogni caso nella genesi di questo disturbo possano incidere in maniera rilevante fattori di carattere genetico e quindi ereditari.
  2. Nevralgia del trigemino: i sintomi principali

    Il principale sintomo della nevralgia del trigemino è certamente il dolore anche se può comparire con intensità e a intervalli differenti da paziente a paziente; una caratteristica di questo tipo di nevralgia è appunto il fatto che gli attacchi possono comparire e svanire diverse volte nell’arco della giornata, normalmente si presentano per un periodo prolungato di tempo (qualche mese) per poi svanire e ricomparire improvvisamente. Il dolore può essere causato sostanzialmente da qualunque movimento del viso, ma anche dal semplice contatto (ad esempio durante la masticazione, poggiando la testa su un cuscino o lavandosi i denti) e questo rappresenta un problema capace di ridurre sensibilmente la qualità della vita delle persone affette da nevralgia del trigemino; per quanto questo disturbo non sia particolarmente grave il dolore può essere così rilevante da risultare invalidante, non è raro che le persone con questo problema preferiscano sospendere qualsiasi attività pur di non correre il rischio di scatenare un attacco, basti pensare che in passato (prima che la medicina trovasse cure efficaci contro questo disturbo) non era raro che le persone con gravi problemi di nevralgia del trigemino potessero arrivare addirittura a suicidarsi tanto può arrivare ad essere intenso il dolore causato da questa patologia
  3. Come si diagnostica la nevralgia del trigemino

    Come accennato la diagnosi della nevralgia del trigemino può risultare decisamente complicata prima di tutto perché i sintomi con cui si manifesta questo disturbo possono essere correlati anche a numerose altre patologie; la storia clinica del paziente può aiutare il medico a pervenire a una diagnosi puntuale del disturbo, utili sono invece esami come la risonanza magnetica (usata più che altro per escludere altre patologie, come ad esempio un tumore, dalle possibili cause del dolore) e l’angiografia con risonanza magnetica che può aiutare a evidenziare un vaso sanguigno che prema sul trigemino. In ogni caso non sempre questi esami si rivelano sufficienti a pervenire ad una diagnosi di nevralgia del trigemino ecco perché, come accennato in apertura di questo post, diagnosticare questo disturbo può rivelarsi anche molto complicato per il tuo medico di fiducia
  4. Nevralgia del trigemino: quando rivolgersi al medico

    Come per qualunque altro sintomo anche nel caso dovesse comparire il dolore che tipicamente caratterizza una nevralgia del trigemino è fondamentale rivolgersi al proprio medico di fiducia il prima possibile; come detto infatti la sindrome dolorosa che caratterizza questo disturbo è potenzialmente riconducibile a patologie ben più gravi (come appunto alcune forme di tumore o la sclerosi multipla) è quindi fondamentale rivolgersi al proprio medico prima di tutto per scongiurare il rischio di malattie più gravi. Inoltre, come non manchiamo mai di dire, un rapporto continuativo e abituale col proprio medico è una di quelle abitudini che più contribuiscono alle diagnosi precoci (di qualunque tipo di disturbo) per cui rivolgersi al medico è un consiglio valido per qualunque tipo di sintomo dovesse presentarsi e non solo per quelli relativi alla nevralgia del trigemino
  5. Cura e trattamento della nevralgia del trigemino

    I due principali approcci nella cura della nevralgia del trigemino sono di tipo farmacologico e chirurgico; esistono anche dei trattamenti definiti complementari ma di questi ci occuperemo nel prossimo paragrafo relativo appunto ai rimedi naturali per trattare una nevralgia del trigemino. Per quanto riguarda il trattamento farmacologico si può procedere con la somministrazione di diverse classi di farmaci, in base alle specificità di ogni singolo paziente, quelli più adottati sono: alcuni anticonvulsivanti e alcuni antidepressivi, i farmaci antidolorifici e analgesici, invece, non sembrano portare grosso giovamento ai pazienti affetti da nevralgia del trigemino. Per risolvere il problema alla radice l’approccio chirurgico è ancora oggi il più indicato, i trattamenti più comunemente impiegati in questo senso sono tre: la rizotomia (in cui si distruggono alcune precise terminazioni nervose per inibire il dolore), la decompressione microvascolare (che punta a spostare i vasi sanguigni che comprimono il trigemino) ed infine la neurectomia (con la quale si recide una parte del nervo).

Nevralgia del trigemino: i rimedi naturali contro l’infiammazione

Come probabilmente avrai intuito le cure della nevralgia del trigemino che abbiamo visto nel paragrafo precedente prevedono tutte un certo livello di rischio e controindicazioni che possono essere anche rilevanti, per questo motivo i pazienti in cui la sindrome dolorosa non risulta particolarmente intensa preferiscono provare a trattare la nevralgia del trigemino con metodi complementari; l’agopuntura ad esempio rappresenta un metodo che ha portato giovamento a molte persone affette da questo disturbo ma ci sono anche altre strategie complementari che possono essere utilizzata. Anche le terapie vitaminiche o comunque nutrizionali possono portare un giovamento nel trattamento della nevralgia del trigemino (dipende però dal caso); infine un altro approccio che sta riscuotendo un certo successo tra le terapie complementari della nevralgia del trigemino è chiamato “biofeedback” una tecnica che consiste nell’imparare a riconoscere, correggere e prevenire quelle alterazioni che possono causare una determinata patologia

Nevralgia del trigemino: prevenire il dolore

Probabilmente la miglior strategia nel trattamento della nevralgia del trigemino è la prevenzione del dolore; su questo concetto si basa sia l’approccio farmacologico (indipendentemente dalla classe di farmaci somministrata) sia, come abbiamo visto, alcuni dei trattamenti complementari. In ogni caso per definire l’approccio migliore nel trattamento e nella prevenzione della nevralgia del trigemino è sempre meglio consultare il proprio medico di fiducia ed evitare di ricorrere a soluzioni fai da te

Rischi e complicazioni della nevralgia del trigemino

La nevralgia del trigemino non presenta particolari rischi di complicazioni, ovviamente però, come per qualunque altra sindrome dolorosa, esistono delle criticità che non vanno trascurate; per prima cosa non bisogna omettere l’aspetto psicologico che questa malattia ha sui pazienti, le sindromi dolorose oltre che essere debilitanti possono causare problemi psicologici come, giusto per fare un esempio, la depressione. Risulta infatti intuitivo come una persona che veda progressivamente ridotta la qualità della propria vita possa sentirsi sfiduciata, spossata e cadere così facilmente in una depressione che potrebbe aggravare il suo quadro clinico generale. Altro rischio che non deve essere sottovalutato riguarda eventuali svenimenti che potrebbero accompagnare un attacco particolarmente doloroso e che potrebbero causare alla persona traumi (dovuti alla caduta) anche importanti.

Nevralgia del trigemino: conclusioni

La nevralgia del trigemino è un disturbo che colpisce circa una persona ogni diecimila, colpisce prevalentemente le donne e tipicamente dopo il cinquantesimo anno d’età; si tratta di un disturbo che può rivelarsi anche piuttosto complicato da diagnosticare e che ha tra i suoi sintomi più caratteristici il dolore. La cura della nevralgia del trigemino può essere di tre tipi: farmacologica, chirurgica e complementare; mentre gli approcci complementari (spesso associati alla somministrazione di farmaci) come ad esempio l’agopuntura si rivelano mediamente efficaci nel trattamento dei casi meno rilevanti, per curare i casi di nevralgia del trigemino più importanti è spesso necessario ricorrere al trattamento chirurgico.

Hai trovato utile questo post sulla nevralgia del trigemino?
Condividilo sui social network
Unadieta.It © 2016 Tutti i diritti riservati | PIva 02992130738 | REA TA184606