ALIMENTAZIONE
FITNESS
SALUTE
WELLNESS
FOOD

Orticaria colinergica: cause, sintomi e rimedi contro l’orticaria colinergica


Orticaria colinergica: cause, sintomi e rimedi contro l’orticaria colinergicaL’orticaria colinergica rientra tra quelle forme di orticaria scatenate da fattori ben precisi; come avremo modo di illustrare in uno dei prossimi paragrafi, quindi, questo disturbo si presenta a seguito di condizioni specifiche e ben definite, il che ci permette di elaborare strategie di prevenzione che possono essere estremamente utili per contrastare l'orticaria colinergica. Questo disturbo è decisamente fastidioso e tutt’altro che infrequente, come del resto sa bene chi ha la sfortuna di dover imparare a conviverci. In questo post, oltre a tentare di dare una definizione accessibile di orticaria colingergica, avremo modo di esplorare dettagliatamente quali siano le cause e i sintomi attraverso cui questo disturbo si manifesta, tenteremo poi di capire come sia possibile curare e soprattutto prevenire gli attacchi di orticaria colinergica e tenteremo di dare quante più informazioni utili a chi dovesse avere la necessità di comprendere meglio la natura di questo disturbo

Che cos’è l’orticaria colinergica

L’orticaria colinergica (frequentemente indicata con l’acronimo CHU) è una forma di orticaria in cui il tipico prurito che caratterizza questa famiglia di disturbi (le orticarie appunto) si manifesta in seguito a un innalzamento della temperatura corporea; come abbiamo accennato in apertura di questo post, quindi, a differenza di altre forme di orticaria i sintomi si manifestano solo in presenza di condizioni ben precise ed è esattamente per questo motivo che l’orticaria colinergica viene spesso anche definita come orticaria da riflesso di calore. Altra caratteristica di questo disturbo sono i tipici ponfi, cioè quegli sfoghi e quegli arrossamenti cutanei che originano il prurito, ma di questo avremo modo di occuparci meglio nel paragrafo dedicato ai sintomi dell’orticaria colinergica, per adesso limitiamoci appunto a dire che questo disturbo è semplicemente una forma di orticaria causata dall’innalzamento della temperatura corporea

Orticaria colinergica: informazioni generali

Adesso che abbiamo capito meglio cosa sia l’orticaria colinergica possiamo anche dire come questo tipo di disturbo sia una delle forme più comuni di orticaria, che colpisce indistintamente entrambi i sessi e prevalentemente in giovane età (tra i 15 e i 35 anni). L’orticaria colinergica è un disturbo che, fortunatamente, tende a regredire nel tempo fino a scomparire del tutto, tuttavia questo avviene in un arco di tempo mediamente molto lungo (tipicamente tra i 7 e i 10 anni). Nei prossimi paragrafi proveremo a descrivere quali siano le cause e i sintomi di questo disturbo, oltre che elencare le cure e i rimedi più efficaci per attenuare il fastidio provocato dall’orticaria colinergica e per curare questo tipo di patologia

  1. Le cause dell’ orticaria colinergica

    Mentre nella maggior parte delle forme di orticaria le eruzioni cutanee che caratterizzano questo genere di malattie si manifestano a seguito di una qualche forma di reazione allergica, nel caso dell’orticaria colinergica, invece, come abbiamo avuto modo di accennare in apertura di questo post le manifestazioni cutanee trovano delle precise cause scatenanti nell’aumento della temperatura corporea e questo rende anche più semplice (rispetto alle altre forme di orticaria) elaborare strategie di prevenzione efficaci per i pazienti affetti da questo disturbo (come avremo modo di vedere più nel dettaglio in uno dei prossimi paragrafi). Più nello specifico gli attacchi di orticaria colinergica si manifestano quando la temperatura corporea subisce un incremento pari o superiore a un grado centigrado, questo può avvenire per ragioni di carattere alimentare (come nel caso di consumo di spezie particolarmente importanti), ma anche a seguito di attività fisica, o per motivazioni di carattere emotivo. Chiudiamo questo paragrafo segnalando come recenti studi sembrano suggerire una maggior incidenza di questa patologia tra le persone con predisposizione ad alcune forme di allergia (come ad esempio nel caso del raffreddore da fieno)
  2. Orticaria colinergica: i sintomi principali

    Come accennato i principali sintomi dell’orticaria colinergica sono il prurito e i caratteristici ponfi che si presentano in un arco di tempo che va da i due ai venti minuti successivi all’evento che ha causato l’aumento della temperatura. I ponfi si presentano tipicamente di piccole dimensioni (con un diametro difficilmente superiore ai due centimetri); la pelle intorno al ponfo si presenta arrossata e provoca fastidio, irritazione e prurito. I sintomi, che come abbiamo detto compaiono in maniera piuttosto rapida scompaiono anche piuttosto velocemente quando la temperatura corporea ritorna alla normalità (entro un massimo di un paio d’ore)
  3. Come si diagnostica un caso di orticaria colinergica

    L’orticaria colinergica può essere facilmente confusa con altre forme di orticaria, è quindi necessario procedere con test diagnostici specifici capaci di definire correttamente la tipologia di orticaria con cui abbiamo a che fare. Esistono diversi esami che possono essere utilizzati per diagnosticare un’orticaria colinergica, quello più impiegato ad oggi e il test da sforzo che consiste nel provocare l’innalzamento della temperatura corporea attraverso l’attività fisica; questo tipo di test viene normalmente eseguito con l’ausilio di strumenti come le cyclette, i tapis roulant o gli step, occorre però che vengano eseguiti nella maniera corretta, il paziente deve per prima cosa avere un abbigliamento adeguato, i capi utilizzati devono essere spessi e favorire una sudorazione abbondante e costante, qualora l’abbigliamento utilizzato fosse troppo leggero, infatti, la sudorazione potrebbe impedire che la temperatura aumenti a sufficienza per poter causare la comparsa dei sintomi, qualora questo non dovesse accadere il test finirebbe col dare un esito falsamente negativo.
  4. Orticaria colinergica: quando rivolgersi al medico

    Anche se l’orticaria colinergica non presenta quasi mai rischi rilevanti per la salute umana è comunque opportuno rivolgersi al proprio medico di fiducia di fronte alla comparsa dei sintomi; come non manchiamo mai di ricordare, infatti, è opportuno che tutti acquisiamo l’abitudine di effettuare abitualmente visite di controllo non solo in presenza di sintomi ben precisi. Il fatto di instaurare un rapporto di continuativo e di fiducia col proprio medico curante è infatti il primo (e fondamentale) passo nella prevenzione e nella diagnosi precoce di un gran numero di disturbi. Per cui non siate timidi e non siate ansiosi, prendete appuntamento col vostro medico di fiducia.
  5. Cura e trattamento dell’ orticaria colinergica

    Purtroppo non esiste ad oggi una terapia efficace per la cura dell’orticaria colinergica, quel che è possibile fare è trattare i sintomi con cui questo disturbo si manifesta; ciò non deve rappresentare una sorta di condanna per le persone affette da orticaria colinergica dal momento che, come detto, questo disturbo tende a regredire col passare del tempo, per cui occorre solo armarsi di un po’ di pazienza. Tipicamente il trattamento dei sintomi viene effettuato attraverso la somministrazione di farmaci (normalmente antistaminici, ma ve ne sono anche di altro tipo) di modo da dare sollievo al paziente visto che stiamo parlando di una patologia comunque molto fastidiosa.

Rimedi naturali contro l’ orticaria colinergica

Tentare di curare un problema di orticaria colinergica attraverso l’uso di rimedi naturali è assolutamente inutile e potrebbe rivelarsi persino pericoloso nel caso in cui si stessero assumendo contemporaneamente dei farmaci. Quello che si può fare è tentare di trattare i sintomi, quindi il prurito e l’irritazione in sostanza, attraverso l’uso topico di rimedi naturali (come ad esempio nel caso di pomate emollienti); tuttavia prima di ricorrere a tentativi di questo tipo è sempre opportuno discuterne col medico di fiducia. Sappiamo bene come molte persone oggi siano contrarie all’uso di farmaci e certamente gli antistaminici non sono caramelle, noi stessi di Unadieta.It tendiamo a sconsigliare ai nostri lettori l’assunzione di farmaci ogni volta che questo sia possibile, ma ci corre l’obbligo di rimarcare come queste decisioni non possano e non debbano mai esser prese in maniera autonoma dal singolo paziente ma sempre e solo previa consultazione col proprio medico di fiducia.

Come prevenire l’ orticaria colinergica

Come probabilmente avrai già intuito il metodo più efficace per contrastare l’orticaria colinergica è la prevenzione; dal momento che gli attacchi si manifestano in seguito all’incremento di temperatura è possibile prevenire in maniera efficace che questo succeda. Da un punto di vista prevalentemente alimentare, quindi, evitare l’eccessivo consumo di spezie (in particolar modo di quelle più piccanti) è una scelta certamente intelligente. Come accennato gli attacchi di orticaria colinergica possono essere provocati anche da stati di forte emotività, motivo per cui imparare a migliorare le proprie capacità di autocontrollo potrebbe portare, in alcuni casi, un certo giovamento. Diverso invece il discorso per quanto riguarda l’attività fisica, sarebbe sciocco consigliare di evitarla, lo sport è importante per la nostra salute; in questi casi, quindi, l’abbigliamento gioca un ruolo fondamentale, occorre usare abiti leggeri e traspiranti per mantenere il corpo “fresco” e tentare di evitare che la temperatura corporea possa salire troppo, in questo il sudore è un prezioso alleato dal momento che ha proprio il ruolo di regolare la temperatura corporea.

Rischi e complicazioni dell’ orticaria colinergica

Anche se tipicamente l’orticaria colinergica non presenta grandi rischi di complicazioni occorre comunque rimarcare come, nei casi più gravi (che fortunatamente sono anche alquanto rari), questa forma di orticaria possa provocare problemi ben più rilevanti sia a livello respiratorio che circolatorio. Non è nostra intenzione ovviamente fare terrorismo, abbiamo del resto avuto modo di dire che le complicazioni correlate a questo tipo di disturbo sono decisamente rare, tuttavia il fatto che molti pazienti affetti da orticaria colinergica non si rivolgano al proprio medico di fiducia e tendano a gestire autonomamente questa patologia rappresenta una criticità che non possiamo (nemmeno per errore) rischiare di fomentare. E’ certamente vero che l’orticaria colinergica non presenta tipicamente particolari rischi per la salute ma questo non deve rappresentare una giustificazione per bypassare la visita dello specialista dal momento che, come detto, per quanto rari siano i casi di complicazione correlati a questa malattia rappresentano comunque un rischio che non vale la pena di correre; per cui chi dovesse soffrire di questo disturbo farebbe bene in ogni caso a rivolgersi al proprio medico di fiducia evitando di provare a gestire la situazione con metodi fai da te, magari sulla base di quanto letto su siti internet come il nostro. Ricordiamo infatti che lo scopo dei siti come Unadieta.It non è quello di mettere chiunque in condizione di operare come fosse un medico quanto piuttosto dare la possibilità ai pazienti (successivamente alla visita del medico) di comprendere meglio la natura dei loro disturbi.

Orticaria colinergica: conclusioni

L’orticaria colinergica, a differenza dalle altre forme di orticaria, compare a seguito di incrementi della temperatura corporea pari o superiori al grado centigrado; i sintomi con cui questo disturbo si manifesta sono i caratteristici ponfi che causano arrossamento, bruciore, irritazione e prurito. Raramente questo disturbo può provocare complicazioni di sorta, ciò però non esenta nessuno dal rivolgersi al proprio medico di fiducia qualora si dovessero riscontrare i sintomi di questa patologia. L’orticaria colinergica non è un disturbo curabile, tipicamente regredisce da solo nel giro di una decina d’anni, attualmente l’approccio terapeutico più comune consiste quindi nell’attenuare i sintomi attraverso la somministrazione di farmaci (tipicamente antistaminici).

Hai trovato utile questo post sull'orticaria colinergica?
Condividilo sui social network
Unadieta.It © 2016 Tutti i diritti riservati | PIva 02992130738 | REA TA184606