ALIMENTAZIONE
FITNESS
SALUTE
WELLNESS
FOOD

Sinusiti: cause, sintomi e rimedi contro la sinusite mascellare


Sinusiti: cause, sintomi e rimedi contro la sinusite mascellareLa sinusite mascellare è una forma di sinusite che presenta delle difficoltà particolari in termini sia di diagnosi che di prognosi ed anche per questo abbiamo deciso di occuparcene in un post ad hoc; normalmente quando parliamo di sinusite siamo portati a considerare solo i processi infiammatori a carico dei seni frontali, in realtà, come vedremo nel corso di questo post, i seni paranasali sono quattro diverse paia di cavità per cui non necessariamente la sinusite deve colpire i seni frontali, può anche colpire quelli mascellari originando così il disturbo di cui ci occuperemo in questo post. Nei prossimi paragrafi ci impegneremo a fornire maggiori dettagli di tipo anatomico che ci aiutino a comprende meglio questa patologia, oltre che indagare le cause, i sintomi e le possibili cure per contrastare la sinusite mascellare

Che cosa è una sinusite mascellare

Prima di spiegare cos’è la sinusite mascellare, ovviamente nella maniera più semplice e accessibile possibile, prendiamoci un attimo di tempo per acquisire quel minimo di conoscenze anatomiche fondamentali per comprendere la natura di questo disturbo. Partiamo dal concetto di seni paranasali, quattro coppie di cavità che solcano le ossa del viso e la cui utilità è quella di fungere da cassa di risonanza per i suoni e la voce, attutire eventuali urti contro il viso (dato che queste cavità sono piene d’aria) e aumentare la percezione degli odori;  in particolare nell’anatomia umana possiamo distinguere i seni frontali (situati subito sopra le orbite), i seni mascellari (situati subito sotto l’orbita), i seni etmoidali (situati nelle masse laterali dell'etmoide) e quelli sfenoidali (scavati nel corpo dell'osso sfenoide). Col termine sinusite mascellare, quindi, si identificano molto semplicemente tutti i processi infiammatori (acuti o cronici che siano) ai danni dei seni mascellari; il motivo per cui, come accennato in apertura di questo post, la sinusite mascellare presenta criticità maggiori rispetto alle altre forme di sinusite è che i seni mascellari sono anche quelli più ampli (da un punto di vista volumetrico) e questo finisce con l’incidere in maniera rilevante sulla prognosi.

Sinusite mascellare: informazioni generali

Fin qui ci siamo limitati a dare qualche piccola nozione in termini anatomici di cosa siano i seni paranasali e abbiamo spiegato che, molto semplicemente, col termine sinusite mascellare si definiscono tutti quei processi infiammatori che colpiscono appunto i seni mascellari. Possiamo quindi adesso entrare nel vivo di questo nostro post e illustrare in maniera più dettagliata quali sono i sintomi, le cause ed ovviamente le cure maggiormente usate per contrastare la sinusite mascellare

  1. Quali sono le cause della sinusite mascellare

    A causare la sinusite mascellare sono le infezioni a carico dei seni mascellari che possono avere, a loro volta, cause di natura virale, batterica o fungina; a queste, che sono le cause più comuni del disturbo, si aggiungono anche, se bene più raramente, i processi infiammatori a carico dell’arcata dentale superiore. Quando la sinusite mascellare si rivelasse correlata a problemi a carico dell’arcata dentale si parlerà, più specificatamente, di sinusite odontogena (per identificare quindi in maniera più precisa da dove il disturbo sia scaturito).
  2. Sinusite mascellare: i sintomi principali

    I sintomi della sinusite mascellare sono abbastanza simili a quelli di una normale sinusite; il disturbo si manifesta quindi attraverso senso di pesantezza e mal di testa, mentre per quanto riguarda il mal di denti e il dolore sono invece manifestazioni più specifiche della sinusite mascellare. Tra i sintomi di questo disturbo abbiamo ancora la febbre (che compare però in maniera più sporadica) e la rinorrea (termine medico con cui si identifica semplicemente la congestione nasale).
  3. Come si diagnostica un caso di sinusite mascellare

    Diagnosticare un problema di sinusite mascellare può rivelarsi complicato anche per un medico esperto; oltre all’osservazione dei sintomi alcuni esami specifici come quello endoscopico dei meati medi e la tomodensitometria possono rivelarsi certamente utili in sede di diagnosi; tuttavia, come accennato in precedenza, la sinusite mascellare può essere anche causata da infezioni a carico dell’arcata dentale superiore, motivo per cui, come dovrebbe essere intuitivo, una valutazione sullo stato di salute della dentatura si rende praticamente quasi sempre necessaria.
  4. Sinusite mascellare: quando rivolgersi al medico

    E’ importante rivolgersi al proprio medico di fiducia non appena si riscontrassero i sintomi di una sinusite mascellare; abbiamo del resto già ribadito come questo disturbo possa presentare diverse criticità sia in termini di diagnosi che di prognosi persino per i medici esperti, figuriamoci quindi se possiamo avere mai delle chance di contrastare in maniera efficace questo disturbo da soli. Fin qui non abbiamo avuto modo di spiegare che, come del resto tante altre patologie, anche la sinusite mascellare si distingue in acuta, sub-acuta, acuta recidivante e cronica; queste diverse definizioni indicano proprio il grado di evoluzione del disturbo, motivo per cui, anche in questo caso come per molte altre patologie, meglio evitare il fai da te e rivolgersi tempestivamente al proprio medico di fiducia onde evitare di correre il rischio che il disturbo evolva diventando cronico
  5. Cura e trattamento della sinusite mascellare

    Normalmente la sinusite mascellare viene trattata attraverso la somministrazione di farmaci (antibiotici principalmente, cui possono essere associati anche antinfiammatori); non sempre però l’approccio farmacologico offre i risultati sperati per cui, in questi casi, si può decidere di procedere chirurgicamente per ripulire (meatotomia in endoscopia) i seni mascellari dall’accumulo di muchi che causano questo disturbo. Diverso ancora, invece, il discorso per quanto riguarda le sinusiti mascellari odontogene (quelle cioè provocate da un’infezione a carico dei denti), in questi casi è spesso necessario estrarre il dente che ha generato il processo infettivo prima di valutare come procedere.

Rimedi naturali contro la sinusite mascellare

E’ senza dubbio possibile trattare (anche in maniera efficace) un problema di sinusite mascellare attraverso il ricorso a rimedi naturali, tuttavia non ci sentiamo di caldeggiare questo approccio in alcun modo; ovviamente, qualora ad esempio il disturbo sia causata da un banale raffreddore, è certamente possibile intervenire con rimedi naturali, tuttavia, come ampliamente ripetuto nel corso di questo post, la sinusite mascellare può essere causata anche da altri fattori che non un semplice raffreddore. Uno degli errori più comuni che si possa fare, quindi, è di mal interpretare le reali cause che hanno fatto insorgere la tua sinusite mascellare finendo per favorire il cronicizzarsi del disturbo adottando tutti quei rimedi fai da te che possiamo trovare on line e che sarebbero anche efficaci se solo applicati nei giusti casi; quello che devi fare, quindi, è rivolgerti per prima cosa al tuo medico di fiducia e, una volta appurate con certezza le cause della sinusite mascellare, allora potrai chiedere direttamente a lui se sia o meno possibile trattare il disturbo senza il ricorso ai farmaci (cosa che ti anticipiamo è piuttosto rara dal momento che di solito il ricorso agli antibiotici, come detto, è assolutamente consigliato). In ogni caso se ci sarà la possibilità di trattare il disturbo senza somministrare farmaci il tuo medico di fiducia cercherà senza dubbio di venire in contro alla tua richiesta consigliandoti i migliori rimedi naturali contro la sinusite, in caso contrario avrai comunque evitato di perdere tempo e aggravare il tuo disturbo.

Come prevenire la sinusite mascellare

Definire delle linee guida utili per prevenire la sinusite mascellare non è esattamente un compito facile dal momento che, come abbiamo avuto modo di verificare nel corso di questo post, le cause che possono generare questo disturbo sono molteplici. Iniziamo però subito col dire che visto che tra le cause della sinusite mascellare abbiamo anche le infezioni a carico dei denti, una corretta igiene orale è senza dubbio utile per prevenire questo tipo di disturbo. Per il resto non possiamo che consigliare di seguire tutte le normali linee guida per la salute, una corretta alimentazione, per prima cosa, ed evitare tutti quei comportamenti (come per esempio toccarsi gli occhi o mettersi le mani in bocca) che possono favorire il contagio da parte di virus.

Rischi e complicazioni della sinusite mascellare

Le forme di sinusite mascellare più critiche sono senza dubbio quelle che si generano a seguito di infezioni che colpiscono il cavo orale. In particolare segnaliamo il rischio correlato all’intervento di rialzo del seno mascellare (una procedura chirurgica usata per aumentare la superficie di osso utile su cui poter innestare le viti negli interventi di implantologia dentale); il rischio correlato a questo tipo di intervento (per motivi che non ci dilunghiamo a spiegare) è che si origini un focolaio infettivo che provochi un disturbo particolare che viene definito sinusite antrale a base odontogena e che è senza dubbio la forma di sinusite mascellare in assoluto più complicata da trattare.

Sinusite mascellare: conclusioni

La sinusite mascellare è una forma di sinusite causata da processi infiammatori (a loro volta imputabili a infezioni di carattere batterico, virale o fungino) a carico dei seni mascellari (delle cavità situate subito sotto l’orbita oculare); i sintomi della sinusite a cui siamo più comunemente abituati (quella cioè che colpisce i seni frontali) possono facilmente coincidere con questo disturbo in particolare per quanto riguarda problemi come mal di testa, senso di pesantezza, rinorrea. Oltre questo la sinusite mascellare può provocare anche sintomi più specifici come nel caso del mal di denti o del dolore localizzato. La sinusite mascellare presenta diverse criticità sia in termini di diagnosi sia nella scelta del trattamento più efficace a cui far ricorso, per questo motivo è sempre meglio evitare il fai da te e rivolgersi al proprio medico di fiducia anche perché stiamo parlando di una patologia che, se non opportunamente e tempestivamente trattata, può facilmente diventare cronica.

Hai trovato utile questo post sulla sinusite mascellare?
Condividilo sui social network
Unadieta.It © 2016 Tutti i diritti riservati | PIva 02992130738 | REA TA184606