ALIMENTAZIONE
FITNESS
SALUTE
WELLNESS
FOOD

Fibrolaringoscopia: ecco tutto quello che ti serve sapere


Fibrolaringoscopia: ecco tutto quello che ti serve sapereLa fibrolaringoscopia è un esame diagnostico usato per osservare eventuali lesioni presenti nella laringe; si tratta di un esame endoscopico, vuol dire quindi che consente un’osservazione accurata di alcune parti dell’anotomia umana (in questo caso la laringe come abbiamo detto) attraverso l’inserimento di sonde nel corpo. Anche la fibrolaringoscopia come tutti gli esami di questo tipo suscita un certo pregiudizio nei pazienti a cui viene prescritta, del resto l’ansia che queste persone provano è più che comprensibile dal momento che nessuno può trovare piacevole l’idea di una sonda che si muove attraverso il proprio corpo. La fibrolaringoscopia però, nonostante l’ansia e i pregiudizi, è un esame normalmente indolore, fastidioso magari ma che non comporta per il paziente alcuna sofferenza; nei prossimi paragrafi, quindi, oltre a spiegare cos’è e a cosa serve la fibrolaringoscopia proveremo anche a rassicurare chi dovesse leggere questo post relativamente al fatto che può sottoporsi a questo esame con la massima tranquillità.

Che cos’è la fibrolaringoscopia

La fibrolaringoscopia è un esame endoscopico che consente l’osservazione della laringe attraverso una sonda in fibra ottica; lo strumento impiegato per eseguire questo esame consiste molto semplicemente in un piccolo cavo (in fibra ottica) del diametro generalmente compreso tra i sei e i dieci millimetri ed una lunghezza compresa tra il metro e il metro e mezzo che, appositamente calato attraverso una delle narici, permette di osservare da un punto di osservazione ottimale strutture come le strutture nasali, la faringe, la laringe e la motilità delle corde vocali. Anche se siamo comunemente portati a pensare che questo esame possa risultare doloroso non è affatto così, basti pensare che viene eseguito tranquillamente senza anestesia, la fibrolaringoscopia è assolutamente indolore per il paziente.

Fibrolaringoscopia: informazioni generali

Fin qui ci siamo limitati a dare una definizione semplice di cosa sia una fibrolaringoscopia, abbiamo spiegato che è un esame diagnostico che consiste nel calare una sonda attraverso una narice per poter osservare strutture come la faringe o la laringe; abbiamo poi ampliamente ripetuto che si tratta di un esame assolutamente indolore e che non deve suscitare alcuna ansia nel paziente, nei prossimi paragrafi entreremo finalmente nel vivo di questo post e proveremo a capire meglio insieme a cosa serve una fibrolaringoscopia, in cosa consista l’esame, se ci sono rischi o accortezze da seguire e daremo ancora molte altre informazioni utili per chi dovesse sottoporsi per la prima volta a questo tipo di esame

  1. A cosa serve la fibrolaringoscopia

    La fibrolaringoscopia è un esame utile nella diagnosi di diversi disturbi che possono colpire la laringe, la faringe o nel caso delle patologie correlate all’ostruzione delle vie nasali; attraverso questo tipo di esame è possibile diagnosticare patologie come le disfonie (sia organiche che funzionali), l’iperplasia adenoidea, le roncopatie, alcune forme di tumore, e la rinosinusite
  2. Fibrolaringoscopia: in cosa consiste l’esame

    Come abbiamo già avuto modo di illustrare in diversi passaggi di questo post la fibrolaringoscopia consiste nel calare una sonda attraverso una narice al fine di osservare un determinato particolare anatomico; ovviamente il medico può posizionare la sonda in diversi punti per ottenere una visione migliore anche perché, come abbiamo detto, attraverso la fibrolaringoscopia è possibile diagnosticare un certo numero di patologie non solo a carico della laringe ma anche a carico della faringe e delle vie nasali
  3. Preparazione alla fibrolaringoscopia: cosa deve fare il paziente

    A differenza di altri esami nel caso della fibrolaringoscopia non sono richieste attenzioni particolari da parte del paziente; normalmente il medico sconsiglia di assumere cibo o bevande di qualunque tipo nelle tre o quattro ore che precedono l’intervento perché, come puoi facilmente capire da solo, mentre la sonda viene calata è possibile che si possa avvertire l’istinto del vomito. Segnaliamo infine che i pazienti che dovessero indossare una dentiera dovranno provvedere a rimuoverla prima di sottoporsi alla fibrolaringoscopia.
  4. Fibrolaringoscopia: dove farla e come richiederla

    La fibrolaringoscopia può essere fatta nelle strutture convenzionate con il SSN prenotando la visita presso il CUP di riferimento; ovviamente sarà necessario avere a portata di mano la tessera sanitaria e l’impegnativa del medico. Precisiamo che stiamo parlando di un esame assolutamente di routine per cui, a differenza di altri post in cui abbiamo elencato dei centri specializzati o comunque dei punti di riferimento relativamente a quella determinata procedura, per maggiori informazioni relativamente alle strutture presso cui sottoporsi a una fibrolaringoscopia ti consigliamo di rivolgerti al tuo medico di fiducia o alla tua AUSL di riferimento
  5. Differenza tra laringoscopia indiretta e fibrolaringoscopia

    Il termine laringoscopia indica molto semplicemente l’osservazione della laringe da parte del medico assume poi il nome rispettivamente di laringoscopia indiretta o di fibrolaringoscopia a seconda che l’osservazione avvenga attraverso uno specchietto posizionato sul fondo della bocca (laringoscopia indiretta) o attraverso l’uso di una sonda calata attraverso una narice (fibrolaringoscopia)

Quanto costa la fibrolaringoscopia

Mediamente il costo di una fibrolaringoscopia può variare in maniera anche importante a seconda della struttura e della città presso cui ci si sottopone all’esame; a titolo orientativo possiamo dire che la fibrolaringoscopia può avere un costo compresto tra un minimo di un centinaio d’euro e un massimo anche di duecento. Ovviamente questo tipo di esame è comunque incluso tra quelli a carico del SSN e per alcuni, coloro che hanno diritto all’esenzione dal ticket, anche completamente gratuito.

La fibrolaringoscopia è dolorosa

Come ampliamente ripetuto nel corso di questo post la fibrolaringoscopia non è assolutamente un esame doloroso; certamente non possiamo dire che sia piacevole, ecco, sarà fastidiosa senza dubbio ma dolorosa no. Chi dovesse sottoporsi per la prima volta a una fibrolaringoscopia, quindi, può stare assolutamente tranquillo e vivere questo “primo appuntamento” senza alcun tipo di ansia o preoccupazione.

Fibrolaringoscopia: conclusioni

La fibrolaringoscopia è un esame diagnostico di tipo endoscopico che consente l’osservazione accurata non solo della laringe ma anche della faringe e delle vie nasali; la fibrolaringoscopia viene eseguita calando una sonda (del diametro di pochi millimetri) attraverso una narice fino a raggiungere un punto di osservazione ideale. Anche se molte persone nutrono un certo pregiudizio verso questo tipo di esame e temono che possa provocare dolore o comunque una certa sofferenza, in realtà la fibrolaringoscopia è un esame assolutamente indolore tanto che viene eseguito senza nemmeno il minimo ricorso all’anestesia; in termini di costi, in fine, privatamente questo esame costa intorno ai centocinquanta euro ma è comunque tra quelli di cui attualmente si fa carico il sistema sanitario nazionale.

Hai trovato utile questo post sulla fibrolaringoscopia?
Condividilo sui social network
Unadieta.It © 2016 Tutti i diritti riservati | PIva 02992130738 | REA TA184606