ALIMENTAZIONE
FITNESS
SALUTE
WELLNESS
FOOD

Spirometria globale: ecco tutto quello che ti serve sapere


Spirometria globale: ecco tutto quello che ti serve sapereLa spirometria globale è un esame utile per diagnosticare alcune particolari patologie a carico dell’apparato respiratorio; le persone che avessero l’esigenza di sottoporsi a breve a questo tipo di esame possono stare assolutamente tranquille, la spirometria globale, infatti, è assolutamente non invasiva e indolore, per cui ci si può sottoporre a questo esame senza alcun tipo di apprensione. Nei prossimi paragrafi tenteremo di spiegare in maniera dettagliata cos’è la spirometria globale, a cosa serve, in cosa consiste l’esame e proveremo ancora a fornire molte altre informazioni utili per chi fosse prossimo a sottoporsi a una spirometria globale e volesse capire meglio di cosa si tratta o anche a beneficio di coloro che fossero semplicemente curiosi di conoscere meglio questo tipo di procedura diagnostica.

Che cos’è la spirometria globale

La spirometria globale è l’esame diagnostico più diffuso ed indicato per studiare la funzionalità respiratoria di un individuo; avremo modo di vedere nei prossimi paragrafi in cosa consiste l’esame, per adesso limitiamoci a evidenziare come attraverso la spirometria globale sia possibile conoscere valori fondamentali come ad esempio capacità e volumi polmonari e l’effettiva apertura dei bronchi. Avremo modo di descrivere più avanti quali patologie è possibile diagnosticare attraverso una spirometria globale, per adesso limitiamoci a dire che questo esame viene eseguito con un’apposita macchina (chiamata appunto spirometro) che si costituisce, molto semplicemente, di un sensore a cui è collegato un boccaglio; attraverso il boccaglio, quindi, il paziente provoca un “moto d’aria” respirando che viene misurato dal sensore di cui sopra. Grazie a questo tipo di analisi sarà quindi possibile conoscere una serie di valori il cui studio si rivela spesso fondamentale nella diagnosi di alcune patologie a carico dell’apparato respiratorio.

Spirometria globale: informazioni generali

Fin qui ci siamo limitati a spiegare che la spirometria globale serve a misurare una serie di valori relativi alla funzionalità polmonare attraverso un apposito strumento (spirometro) che consiste semplicemente di un sensore collegato ad un boccaglio (attraverso il quale il paziente viene invitato a respirare); ora che abbiamo le idee un po’ più chiare relativamente a cosa sia una spirometria globale possiamo iniziare ad addentrarci più nel vivo di questo post e provare a comprendere meglio a cosa serva questo tipo di esame diagnostico, in cosa consiste, come ci si deve preparare a una spirometria globale e ancora molte altre informazioni utili

  1. A cosa serve la spirometria globale

    Abbiamo già accennato a cosa serva la spirometria globale, in questo paragrafo più che altro vogliamo elencare quali sono le patologie che possono essere diagnosticate attraverso questo tipo di esame; si tratta ovviamente di patologie che colpiscono l’apparato respiratorio, parliamo quindi di disturbi come l’asma bronchiale, la fibrosi (cistica e polmonare) e la broncopneumopatia cronica ostruttiva. La spirometria globale può essere inoltre utile per identificare le reali cause di alcuni disturbi che potrebbero essere provocati sia da scompensi cardiaci che polmonari
  2. Spirometria globale: in cosa consiste l’esame

    La spirometria globale è un esame abbastanza facile da svolgere per il paziente; come abbiamo già avuto modo di spiegare lo spirometro altro non è che un sensore collegato a un boccaglio per cui al paziente viene chiesto semplicemente di respirare in questo boccaglio. Ovviamente il medico chiederà di compiere determinate azioni e ci farà eseguire diverse manovre respiratorie (sia lente che forzate) per ottenere tutti i dati di cui ha bisogno e ci farà ripetere più volte le stesse manovre per assicurarsi della bontà dei dati raccolti.
  3. Preparazione alla spirometria globale: cosa deve fare il paziente

    La spirometria globale non richiede, a differenza di altri esami, grandi preparazioni prima di sottoporsi all’esame; in linea di massima è sempre il medico di fiducia a fornire indicazioni ben precise relativamente a qualunque esame ci dovessimo sottoporre per cui la cosa migliore è sempre rivolgersi al proprio medico per sapere se dobbiamo seguire accortezze particolari, in linea di massima a seguire elencheremo quelle che sono le precauzioni più comuni prima di sottoporsi a una spirometria globale. Per prima cosa è consigliato di non utilizzare farmaci (ove possibile) che possano alterare i risultati del test; i pazienti con problemi d’asma, quindi, dovrebbero evitare, se possibile, di utilizzare broncodilatatori prima di sottoporsi alla spirometria globale o quantomeno dovrebbero segnalare all’operatore il fatto di aver avuto necessità di ricorrere al farmaco prima di iniziare l’esame. E’ inoltre preferibile evitare di fumare o compiere grossi sforzi nell’ora immediatamente precedente all’esame, è preferibile evitare di fare pasti abbondanti nelle due ore precedenti alla spirometria globale e di assumere alcool nelle quattro ore precedenti al test.
  4. Spirometria globale: dove farla e come richiederla

    La spirometria globale può essere prenotata attraverso le ASL e/o gli ospedali, è però necessaria una duplice impegnativa del medico di fiducia, uno per una visita specialistica pneumologica o allergologica e la seconda ovviamente relativa appunto alla spirometria globale. Per quanto riguarda invece costi ed eventuali esenzioni previste dal nostro sistema sanitario nazionale avremo modo di parlarne in maniera più accurata in uno dei prossimi paragrafi.
  5. Differenza tra spirometria globale e semplice

    Sostanzialmente la principale differenza tra spirometria globale e spirometria semplice riguarda la natura dell’indagine; se con la spirometria semplice ci occupiamo prevalentemente di indagare l’efficienza della funzionalità respiratoria con la spirometria globale otteniamo dati più precisi in merito ai volumi di gas che possiamo incamerare durante la respirazione.

Quanto costa la spirometria globale

Il costo di una spirometria globale varia ovviamente a seconda che decidiamo di sottoporci al test presso una struttura pubblica o privata e in base alla possibilità di godere o meno di esenzioni dal nostro SSN; mediamente il costo di una spirometria (associata a visita pneumologica specialistica) presso le strutture pubbliche per coloro che non godono di alcuna esenzione si aggira intorno all’ottantina d’euro che è anche, grosso modo, il costo per sottoporsi privatamente a questo tipo di esame

La spirometria globale è dolorosa

No, la spirometria globale non è dolorosa, non è invasiva e non comporta alcun fastidio o disturbo per il paziente; chi dovesse sottoporsi a questo tipo di esame, quindi, può farlo in assoluta tranquillità e senza alcuna apprensione.

Principali controindicazioni alla spirometria globale

Ci sono condizioni in cui prima di sottoporre una persona a spirometria globale è necessario assicurarsi che questa possa farlo senza correre alcun rischio e ve ne sono altre, invece, in cui è preferibile non sottoporsi affatto a questo esame. Tra le condizioni per le quali è richiesto un suppletivo parere di un pneumologo che autorizzi l’esame abbiamo disturbi come l’ipertensione, l’epilessia, gli stati post-operatori in generale e (per quanto non sia una condizione patologica) può essere necessario prestare qualche accortezza in più per le donne in gravidanza. E’ invece sconsigliato sottoporsi alla spirometria globale in caso di emottisi, qualora si avesse avuto un infarto o ictus nei due mesi precedenti al test, in caso di ostruzione carotidea e, per finire, in caso di deficit cognitivi che non consentano al paziente di comprendere adeguatamente la natura delle manovre che gli sarà chiesto di eseguire

Spirometria globale: conclusioni

La spirometria globale è un esame diagnostico utile per misurare la funzionalità polmonare e la sua efficienza; si tratta di un esame per nulla invasivo o doloroso per cui i pazienti che dovessero sottoporsi a breve (e per la prima volta) a questo tipo di test possono farlo senza alcuna apprensione. A differenza di altri esami la spirometria globale non richiede grosse preparazioni da parte del paziente occorre però fare attenzione nell’assunzione di alcuni farmaci (come ad esempio i broncodilatatori) che potrebbero alterare i risultati della spirometria globale, è preferibile evitare di fumare entro un’ora prima dell’esame, fare pranzi pesanti entro le due ore precedenti l’esame e assumere bevande alcoliche nelle quattro ore antecedenti alla spirometria globale

Hai trovato utile questo post sulla spirometria globale?
Condividilo sui social network
Unadieta.It © 2016 Tutti i diritti riservati | PIva 02992130738 | REA TA184606