ALIMENTAZIONE
FITNESS
SALUTE
WELLNESS
FOOD

Artrosi: cause, sintomi e rimedi contro i noduli di heberden


Artrosi: cause, sintomi e rimedi contro i noduli di heberdenI noduli di heberden sono una delle principali manifestazioni dell’artrosi quando coinvolge le mani; ultimamente ci stiamo occupando spesso di artrosi e dei processi cronico degenerativi che coinvolgono le varie articolazioni del corpo, continuiamo quindi il nostro excursus con questo post tentando di capire per quale motivo questo sintomo compare proprio nei soggetti con problemi di artrosi alle mani. Nei prossimi paragrafi, quindi, proveremo a capire insieme che cosa sono i noduli di heberden, quali sono le cause e i sintomi di questa manifestazione, come viene diagnosticata, perché si chiama così e forniremo ancora molte altre informazioni utili per chi avesse la sfortuna di avere un problema di noduli di heberden.

Che cosa sono i noduli di heberden

I noduli di heberden sono dei rigonfiamenti ossei che compaiono tipicamente dopo i primi quaranta anni di età e che possono essere osservati a livello delle articolazioni interfalangee distali delle mani; questo tipo di manifestazione insorge a seguito di artrosi delle mani e rappresenta un segnale inequivocabile di quanto l’articolazione risulti ormai danneggiata. Vedremo nei prossimi paragrafi quali sono le cause, i sintomi e le possibili cure contro questo disturbo, per adesso accontentiamoci di questa prima definizione dei noduli di heberden che ci dice appunto che siamo di fronte a dei rigonfiamenti ossei che colpiscono le articolazioni interfalangee distali delle mani in seguito all’artrosi delle stesse.

Noduli di heberden: informazioni generali

Fino adesso ci siamo limitati a fornire una semplice definizione di cosa siano i noduli di heberden, adesso proviamo a dare qualche informazione di carattere più generale prima di entrare nel vivo di questo nostro post; iniziamo quindi col dire che questi noduli prendono il nome da un medico inglese (William Heberden) che per primo descrisse questo sintomo e seppe ricondurlo all’artrosi. Questo tipo di manifestazioni non deve essere confuso con altre simili come ad esempio nel caso dei noduli di Bouchard che si distinguono dai noduli di heberden perché, pur coinvolgendo le articolazioni interfalangee delle mani, si localizzano a livello prossimale e non a livello distale come invece avviene nel caso dei noduli di heberden

  1. Quali sono le cause dei noduli di heberden

    I noduli di heberden sono, come ampliamente ripetuto, causati dall’artrosi; ovviamente esistono varie forme di artrosi, in linea di massima possiamo dire che queste manifestazioni, in larga parte, sono correlate a forme di artrosi e artriti come quella reumatoide e la gotta. A questo punto sarà opportuno, onde evitare di fare confusione, fermarci un attimo ad illustrare che differenza ci sia tra artrite e artrosi; comunemente siamo abituati ad usare questi due termini come sinonimi, in realtà le due parole identificano due patologie abbastanza differenti tra loro. Tanto l’artrite quanto l’artrosi, quindi, danneggiano le nostre articolazioni ma mentre la prima è una malattia autoimmune che può comparire a qualunque età, l’artrosi identifica un processo cronico degenerativo che si manifesta tipicamente dopo i 50 anni d’età; l’artrite è sostanzialmente un processo infiammatorio, mentre l’artrosi insorge a causa dell’usura cui le articolazioni sono soggette col trascorrere del tempo.
  2. Noduli di heberden: i sintomi principali

    I noduli di heberden provocano i classici sintomi che accompagnano anche altri disturbi simili, dolore quindi per prima cosa e impossibilità di muovere normalmente l’articolazione; altre manifestazioni che caratterizzano i noduli di heberden sono il gonfiore e la rigidità. Questo oltre a compromettere l’indipendenza dell’individuo (che può avere difficoltà a fare azioni molto semplici come ad esempio anche solo tenere una penna in mano) si ripercuotono negativamente anche a livello psicologico sull’individuo, peggiorandone la qualità della vita come purtroppo avviene a tantissime delle persone che presentano problemi di questo tipo.
  3. Come si diagnosticano i noduli di heberden

    Sostanzialmente i noduli di heberden possono essere riconosciuti sulla base della semplice osservazione e del resoconto dei sintomi da parte del paziente; del resto il medico inglese che scoprì questi noduli lo fece in pieno settecento quando ancora sostanzialmente gli esami diagnostici praticamente non esistevano. Ciò non toglie, ovviamente, che il medico possa decidere di procedere comunque con precisi esami (come nel caso dei raggi X) se non altro per avere contezza dell’effettivo danno subito dalle articolazioni
  4. Noduli di heberden: quando rivolgersi al medico

    Come abbiamo già ripetuto in diverse occasioni, i noduli di heberden sono di per se un sintomo, per altro particolarmente rilevante, che ci mostra quanto ormai siano danneggiate le articolazioni; è difficile per tanto credere che una persona possa convivere con i suoi problemi di artrosi senza rivolgersi al medico e che decida di farlo solo alla comparsa dei noduli di heberden. In linea di massima chi arriva a sviluppare queste manifestazioni, in altre parole, con ogni probabilità è già in continuo contatto col proprio medico di fiducia
  5. Cura e trattamento dei noduli di heberden

    Come per altre patologie simili anche nel caso dei noduli di heberden il modo di procedere dipende direttamente dalla gravità della manifestazione; i casi meno rilevanti verranno trattati con approccio conservativo (fisioterapia principalmente e assunzione di farmaci antidolorifici) teso essenzialmente a contrastare l’aggravarsi del disturbo e ad alleviare i sintomi. Nei casi più gravi, invece, sarà necessario procedere in maniera chirurgica alla ricostruzione dell’articolazione e all’asportazione del tessuto in eccesso (osteofita)

Come prevenire il rischio di noduli di heberden

Più che prevenire i noduli di heberden possiamo tentare di prevenire le patologie che provocano questo tipo di manifestazioni; in linea di massima nemmeno questo è sempre possibile dal momento che nell’insorgenza di questi disturbi può capitare che fattori di carattere genetico o comunque ereditario giochino un ruolo preponderante. In ogni caso i consigli per prevenire queste patologie sono gli stessi comunemente riportati da tutte le linee guida per la salute, alimentazione sana ed equilibrata, esercizio fisico abituale, stop alle errate abitudini di vita, contrasto dell’obesità.

Rimedi naturali contro i noduli di heberden

Come detto in uno dei paragrafi precedenti l’approccio conservativo per il trattamento dei noduli di heberden (e delle patologie che provocano questo tipo di manifestazione) si basa essenzialmente sulla fisioterapia, che, guarda caso, può essere considerata un rimedio naturale assolutamente efficace per contrastare i noduli di heberden e recuperare una discreta mobilità delle articolazioni coinvolte.

Rischi e complicazioni dei noduli di heberden

I noduli di heberden non possono dare origine a complicazioni di sorta nell’accezione che più comunemente diamo al termine “complicazioni”; non si tratta, in altre parole, di un disturbo che se trascurato può evolvere in un problema più grave. Ovviamente però, trattandosi di malattie degenerative, man mano che il problema si aggrava aumenta anche la portata dei sintomi, cresce il dolore, quindi, e si riduce la capacità di muovere normalmente l’articolazione coinvolta; è proprio questo il principale rischio dei noduli di heberden, che possano arrivare a compromettere del tutto la mobilità dell’articolazione rendendo inderogabile il ricorso alla chirurgica onde evitare che la qualità di vita del paziente ne venga profondamente compromessa.

Noduli di heberden: conclusioni

I noduli di heberden sono dei rigonfiamenti ossei che, generalmente, compaiono dopo i primi quaranta o cinquanta anni di età e che coinvolgono le articolazioni interfalangee distali delle mani; più che un disturbo in se questi noduli possono essere considerati come un sintomo delle patologie degenerative delle articolazioni (artrite e artrosi) e rappresentano un segnale importante di quanto tali articolazioni siano ormai compromesse. I principali sintomi dei noduli di heberden sono gli stessi tipici dell’artrite e dell’artrosi, il dolore innanzitutto e l’incapacità di muovere normalmente l’articolazione coinvolta. L’approccio terapeutico nei casi meno gravi è di tipo conservativo, si basa quindi principalmente sulla fisioterapia e sul ricorso (nei casi che lo prevedono) alle infiltrazioni di acido ialuronico; nei casi più gravi, però, per correggere i noduli di heberden occorrerà ricorrere alla chirurgia

Hai trovato utile questo post sui noduli di heberden?
Condividilo sui social network
Unadieta.It © 2016 Tutti i diritti riservati | PIva 02992130738 | REA TA184606