Ultrasuonoterapia: tutto quello che devi sapere sull’ultrasuonoterapia


Ultrasuonoterapia: tutto quello che devi sapere sull’ultrasuonoterapiaL’ultrasuonoterapia è un trattamento “meccanico” che sfrutta determinate capacità terapeutiche degli ultrasuoni (vibrazioni acustiche che non riusciamo a percepire perché a una frequenza troppo alta per il nostro udito); ovviamente che cosa siano gli ultrasuoni lo sappiamo tutti, più oscuro, invece, è il meccanismo attraverso cui queste vibrazioni sonore sono capaci di genere degli effetti benefici per il nostro organismo. Nei prossimi paragrafi, quindi, oltre a definire più accuratamente che cosa sia l’ultrasuonoterapia tenteremo anche di capire a cosa serve, come funziona, quando e perché questo trattamento venga effettuato anche in acqua e ancora numerose e speriamo utili informazioni per chi avesse la necessità di sottoporsi per la prima volta a un ciclo di ultrasuonoterapia

Che cos’è l’ ultrasuonoterapia

L’ ultrasuonoterapia è una terapia impiegata in fisioterapia per trattare alcuni disturbi a carico dei muscoli e delle articolazioni (vedremo nel dettaglio quali in uno dei prossimi paragrafi); entrando più nel dettaglio di cosa sia l’ ultrasuonoterapia e di come vengano prodotti gli ultrasuoni possiamo dire che questa tecnica sfrutta la capacità di comprimersi, chiamata piezoelettrica, di determinati materiali (principalmente il quarzo fino a qualche tempo fa, ma oggi vengono maggiormente impiegate ceramiche policristalline come ad esempio titaniato di bario) quando vengono percorsi da una corrente alternata. Gli ultrasuoni così prodotti vengono quindi indirizzati sulla parte del corpo da trattare e impiegati, con frequenza costante o pulsata, nel trattamento di svariate patologie.

Ultrasuonoterapia: informazioni generali

Fin qui ci siamo limitati a spiegare che l’ultrasuonoterapia è un trattamento ampliamente utilizzato in ambito fisioterapico per trattare alcuni comuni disturbi a carico dei muscoli e delle articolazioni e che sfrutta la capacità di stimolare i tessuti da parte degli ultrasuoni; abbiamo anche avuto modo di spiegare, in maniera superficiale ma speriamo comprensibile per chiunque, come vengano prodotti gli ultrasuoni impiegati nei vari trattamenti medici. Nei prossimi paragrafi, quindi, entreremo più nel vivo di questo nostro post e proveremo a capire insieme a cosa serva l’ultrasuonoterapia, perché e quando viene eseguita in acqua, che vantaggi e benefici offra oltre a illustrare i principali rischi e controindicazioni dell’ultrasuonoterapia

  1. A cosa serve l’ ultrasuonoterapia

    L’ultrasuonoterapia, come accennato, trova applicazione nel trattamento di alcuni disturbi che coinvolgono i muscoli, i tendini o comunque più in generale determinate strutture muscolo-scheletriche che compongono il nostro organismo; più precisamente l’ultrasuonoterapia è indicata nel trattamento della tendinite, della dorsite, della coccigodinia e per trattare le contratture muscolari (anche croniche) e tessuti cicatriziali
  2. Cos’è e come funziona l’ ultrasuonoterapia in acqua

    Nei casi in cui la zona da trattare sia molto piccola, irregolare o, più comunemente, in tutti quei casi in cui la sindrome dolorosa sia di tale rilevanza da impedire un contatto diretto dell’apparecchio con la parte da trattare allora ci si orienta all’ultrasuono terapia in acqua (o in immersione). Questa tecnica ha il vantaggio di consentire un trattamento più efficace di quelle parti del corpo che altrimenti sarebbe difficile raggiungere normalmente e soprattutto permette di effettuare il trattamento senza appoggiare direttamente la testina che emette gli ultrasuoni sulla parte da trattare (cosa che come abbiamo detto potrebbe essere dolorosa per alcuni pazienti) ma mantenendo una distanza di almeno un paio di centimetri.
  3. Principali vantaggi e benefici dell’ ultrasuonoterapia

    L’ultrasuonoterapia produce precisi vantaggi, differenziabili in quattro categorie, i benefici meccanici, quelli termici e i benefici chimici. Prima di addentrarci oltre, quindi, proviamo a spiegare meglio in cosa consistano questi benefici dell’ultrasuonoterapia; dal punto di vista meccanico questo tipo di trattamento produce una sorta di micro-massaggio con numerosi benefici per i tessuti anche a livello cellulare. Il risultato dell’azione meccanica, come prodotto diretto dell’attrito generato dal micro-massaggio, ci porta al secondo dei benefici dell’ultrasuonoterapia, quello termico; la produzione di calore, come tutti sappiamo bene, è di grande beneficio nel trattamento di alcuni disturbi muscolari come, ad esempio, nel caso delle contratture. Da un punto di vista chimico, per quanto strano possa sembrare, tra le varie proprietà degli ultrasuoni c’è quella di distruggere i batteri, per cui l’ultrasuonoterapia ha anche la capacità di contrastare e prevenire alcune infezioni.
  4. Rischi e controindicazioni dell’ ultrasuonoterapia

    A differenza di altri trattamenti l’ultrasuonoterapia presenta numerose controindicazioni, che vanno rispettate onde evitare qualunque tipo di rischio; per prima cosa è sconsigliabile ricorrere all’ultrasuonoterapia in caso di infiammazioni acute in corso, tumori, in presenza di lesioni a livello cutaneo, nei pazienti che indossano protesi, nei portatori di pacemaker. A livello anatomico, poi, l’applicazione andrebbe evitata in corrispondenza dell’aia cardiaca, degli occhi, dell’utero (durante la gravidanza) e (nei pazienti operati di laminectomia) in corrispondenza del midollo spinale.
  5. Ultrasuonoterapia: esenzioni e sistema sanitario nazionale

    L’ultrasuonoterapia rientra fra le prestazioni erogate dal nostro SSN; ovviamente sulle modalità di accesso, sugli eventuali costi e sulle strutture (pubbliche o in convenzione) presso cui sottoporsi all’ultrasuonoterapia ti consigliamo di chiedere informazioni presso il tuo medico di famiglia o alla tua AUSL di riferimento.

Ultrasuonoterapia: dove farla

L’ultrasuonoterapia può essere eseguita presso strutture pubbliche o convenzionate e, in linea di massima, è possibile sottoporsi a questo trattamento presso tutti i maggiori centri fisioterapici del nostro paese. Per informazioni su come accedere al servizio attraverso il SSN e gli eventuali costi, come detto nel paragrafo precedente, ti consigliamo di chiedere consiglio al tuo medico o presso l’AUSL di riferimento dal momento che sarebbe impossibile per noi fornire questo tipo di informazioni ai nostri utenti fuori dalla valutazione geografia (relativamente alle strutture presso cui rivolgersi) e sullo stato economico della persona (per quanto riguarda le possibilità di esenzione garantite dal SSN)

Quanto costa una seduta di ultrasuonoterapia

Orientativamente il costo di una singola seduta di ultrasuonoterapia (privatamente) si aggira intorno alla quindicina d’euro; sebbene questa possa in prima istanza non apparire come una cifra esorbitante bisogna considerare però che mediamente un ciclo di ultrasuonoterapia richiede diverse sedute, per cui complessivamente il costo può essere anche molto rilevante. Ovviamente quello indicato è il costo mediamente preventivabile per chi si sottoponesse privatamente all’ultrasuonoterapia, per quanto riguarda i costi col SSN, lo ripetiamo, prova a chiedere maggiori informazioni al medico o alla AUSL

Ultrasuonoterapia:conclusioni

Si ricorre all’ultrasuonoterapia per trattare disturbi come le tendiniti, la coccigodinia e per trattare le contratture muscolari; questo trattamento presenta numerosi benefici (stimola i tessuti attraverso un micro-massaggio, apporta calore e svolge un’azione antibatterica) ma non è adatto a tutti e presenta numerose controindicazioni per alcune categorie di persone. Il costo di una singola seduta di ultrasuonoterapia è, orientativamente, di una quindicina d’euro, ma considerando che un ciclo completo può richiedere anche decine di sedute sottoporsi privatamente all’ultrasuonoterapia potrebbe essere proibitivo per parecchie persone; fortunatamente il nostro sistema sanitario ci offre la possibilità di sottoporci comunque all’ultrasuonoterapia indipendentemente dalle nostre condizioni economiche, per maggiori informazioni in merito rivolgiti al tuo medico o alla tua AUSL di riferimento.

Hai trovato utile questo post sull'ultrasuonoterapia?
Condividilo sui social network
Visita la nostra community dedicata alla salute
seguici su Twitter

SEGUICI SU TWITTER

seguici su facebook

SEGUICI SU FACEBOOK

Seguici su youtube

SEGUICI SU YOUTUBE

Seguici su Google Plus

SEGUICI SU GOOGLE PLUS

indice di massa corporea Vai

IL TUO INDICE DI MASSA CORPOREA

PESO IN KG
ALTEZZA IN CM
IMC (Indice di Massa Corporea)
rischio

< 18.5 SOTTOPESO

OK

TRA 18.5 E 24.9 NORMOPESO

pericolo

> 30 OBESO

rischio

TRA 25 E 29.9 SOVRAPPESO

La tua pubblicità su Unadieta.It
strumenti Vai

STRUMENTI E UTILITA'

torna su

TORNA IN CIMA ALLA PAGINA

info

INFORMAZIONI SU QUESTA PAGINA

Segnala un errore nel post

SEGNALA UN ERRORE IN QUESTA PAGINA

Indietro

TORNA ALLA PAGINA PRECEDENTE

Vai alla home

VISITA LA NOSTRA HOME PAGE