Ecocolordoppler: cos’è e a cosa serve l’ecocolordoppler scrotale


Ecocolordoppler: cos’è e a cosa serve l’ecocolordoppler scrotale L’ecocolordoppler scrotale è un test diagnostico irrinunciabile per la salute dell’apparato genitale maschile; in linea di massima l’avvento di tutti gli esami per immagini (come ad esempio l’ecografia) hanno costituito una vera svolta nella possibilità di diagnosi precise e puntuali dei disturbi a carico dei testicoli e dell’epididimo. In particolare l’ ecocolordoppler scrotale è un esame che ci permette di osservare in maniera accurata e precisa le strutture vascolari scrotali ma di questo ci occuperemo meglio nei prossimi paragrafi, nei quali avremo modo di comprendere meglio cosa sia e in cosa consista l’ ecocolordoppler scrotale, se sia un esame doloroso oppure no e ancora molte altre informazioni utili per chi dovesse sottoporsi per la prima volta a questo tipo di esame

Che cos’è l’ecocolordoppler scrotale

L’ ecocolordoppler scrotale è sostanzialmente un esame di tipo ecografico che, come accennato nell’introduzione di questo post, permette di visionare in profondità le strutture vascolari all’interno dello scroto. Questo esame, inoltre, permette di valutare lo stato di salute dei testicoli coi relativi epididimi, dotti referenti e involucri scrotali; stiamo quindi parlando, come chiunque possieda un minimo di conoscenza sull’argomento saprà bene, di uno strumento fondamentale per la diagnosi del varicocele. Nel corso di questo post avremo modo di approfondire in maniera più accurata a cosa serva l’ ecocolordoppler scrotale, come viene realizzato questo esame, che genere di preparazione deve avere il paziente e ancora molto altro, per adesso, però, limitiamoci a questa definizione di cosa sia un ecocolordoppler scrotale, quindi sostanzialmente null’altro che un esame ecografico che permette di visionare e verificare lo stato di salute delle principali strutture anatomiche che compongono l’apparato uro-genitale maschile

Ecocolordoppler scrotale: informazioni generali

L’importanza dell’ ecocolordoppler scrotale risulta ancora più rilevante in considerazione della scarsa attenzione che gli uomini hanno nella nostra società relativamente alla prevenzione delle maggiori patologie a carico dell’apparato uro-genitale. Come abbiamo avuto di ribadire più volte in altri post in cui ci siamo occupati di argomenti simili, infatti, con la scomparsa della visita di leva obbligatoria è venuto a mancare un presidio medico fondamentale, a livello sociale, per la prevenzione precoce di alcune patologie dell’apparato genitale maschile; da quel momento, quindi, la maggior parte degli italiani s’è trovata nella condizione di non aver fatto mai una visita andrologica nell’arco della propria vita. Dato che normalmente le prime visite dall’urologo nel nostro paese vengono fatte intorno ai 50 anni ecco che alcune patologie possono cronicizzare tranquillamente divenendo sensibilmente più complicate da trattare nel momento in cui dovessero finire col produrre sintomi tali da convincere il paziente a rivolgersi al medico.

  1. A cosa serve l’ecocolordoppler scrotale

    L’ ecocolordoppler scrotale, come abbiamo avuto modo di accennare in diversi passaggi, serve al medico per osservare le strutture anatomiche che compongono l’apparato genitale maschile; in particolare con questa tecnica il medico può visionare il sistema linfatico a livello scrotale e prendere quindi visione dei flussi sanguigni attraverso immagine colorate (da qui quindi il nome di ecocolordoppler scrotale). Infine, se impiegato per lo studio dei vasi spermatici, questo esame rappresenta lo strumento principale per la diagnosi del varicocele
  2. Ecocolordoppler scrotale: in cosa consiste l’esame

    L’ ecocolordoppler scrotale è un esame molto semplice che si svolge in due fasi, nella prima il paziente è disteso sulla schiena (col ventre rivolto verso l’alto e il pene poggiato in regione sovrapubica), mentre la seconda fase dell’ ecocolordoppler scrotale avviene in ortostatismo (quindi col paziente in piedi). L’esame dura pochi minuti (una quindicina circa), non è invasivo e risulta completamente indolore per il paziente.
  3. Preparazione all’ecocolordoppler scrotale: cosa deve fare il paziente

    L’ ecocolordoppler scrotale non è un esame che richieda una preparazione specifica da parte il paziente; ci si potrà recare quindi tranquillamente presso lo studio del medico senza doversi preoccupare di seguire particolari direttive (alimentari, sessuali o di altra natura)
  4. Ecocolordoppler scrotale: dove farlo e come richiederlo

    L’ ecocolordoppler scrotale può essere eseguito presso le strutture pubbliche o private oltre che presso gli studi di numerosi urologi e andrologi; in genere è comunque il medico a suggerire questo tipo di esame nel momento in cui il paziente dovesse riferire determinati sintomi a livello urogenitale
  5. Differenza tra ecocolordoppler scrotale e testicolare

    Non c’è alcuna differenza tra ecocolordoppler scrotale e testicolare, si tratta sostanzialmente dello stesso esame che prende in considerazione le stesse strutture anatomiche.

Quanto costa l’ecocolordoppler scrotale

Mediamente il costo dell’ ecocolordoppler scrotale si aggira intorno alla cinquantina d’euro se svolto privatamente; nel pubblico ovviamente il costo del ticket varia in base a diversi fattori, per maggiori informazioni sulla possibile esenzione dell’ ecocolordoppler scrotale prova a chiedere consiglio al tuo medico o alla tua AUSL di riferimento

L’ecocolordoppler scrotale è doloroso

No, affatto, come ripetuto ampliamente fin qui l’ ecocolordoppler scrotale non è un esame ne doloroso ne invasivo; ti ci puoi sottoporre quindi senza alcuna preoccupazione o ansia.

Ecocolordoppler scrotale: conclusioni

L’ecocolordoppler scrotale è un esame che permette di prendere visione delle strutture anatomiche che compongono l’apparato uro-genitale maschile e rappresenta lo strumento principe nella diagnosi di alcuni disturbi come ad esempio il varicocele. Si tratta di un esame di tipo ecografico quindi l’ ecocolordoppler scrotale non è ne invasivo ne procura dolore per il paziente; anche in termini di preparazione prima dell’ ecocolordoppler scrotale non è richiesta al paziente alcun tipo di accortezza

Hai trovato utile questo post sull'ecocolordoppler scrotale?
Condividilo sui social network
Visita la nostra community dedicata alla salute
seguici su Twitter

SEGUICI SU TWITTER

seguici su facebook

SEGUICI SU FACEBOOK

Seguici su youtube

SEGUICI SU YOUTUBE

Seguici su Google Plus

SEGUICI SU GOOGLE PLUS

indice di massa corporea Vai

IL TUO INDICE DI MASSA CORPOREA

PESO IN KG
ALTEZZA IN CM
IMC (Indice di Massa Corporea)
rischio

< 18.5 SOTTOPESO

OK

TRA 18.5 E 24.9 NORMOPESO

pericolo

> 30 OBESO

rischio

TRA 25 E 29.9 SOVRAPPESO

La tua pubblicità su Unadieta.It
strumenti Vai

STRUMENTI E UTILITA'

torna su

TORNA IN CIMA ALLA PAGINA

info

INFORMAZIONI SU QUESTA PAGINA

Segnala un errore nel post

SEGNALA UN ERRORE IN QUESTA PAGINA

Indietro

TORNA ALLA PAGINA PRECEDENTE

Vai alla home

VISITA LA NOSTRA HOME PAGE