Neuropatie: cause, sintomi e rimedi contro la neuropatia diabetica


Neuropatie: cause, sintomi e rimedi contro la neuropatia diabeticaUna neuropatia è un disturbo caratterizzato da un danno ai nervi, che può avere ovviamente varia natura; le neuropatie sono una tipologia di disturbi molto complicata con cui convivere perché allo stato attuale delle cose i danni ai nervi sono ancora considerati irreversibili. In altre parole, quindi, quando un nervo subisce un danno di qualunque tipo toccherà imparare a convivere con questa nuova situazione; ovviamente ci sono dei trattamenti e dei consigli utili per le persone con problemi di neuropatia diabetica, che possono aiutarle a convivere meglio con questa patologia, resta però il fatto che non esiste ancora oggi una concreta possibilità di guarigione da una neuropatia diabetica

Che cos’è la neuropatia diabetica

La neuropatia diabetica è la complicazione più comune del diabete, si stima infatti che, soprattutto tra i malati di diabete di tipo 2, l’incidenza delle neuropatie sia decisamente alta; in particolare il diabete è tra le prime cause delle neuropatie periferiche, tanto che si stima che in almeno il 20% dei pazienti questa condizione sia insorta proprio a seguito del diabete. Ovviamente la tempestività e l’adeguatezza delle terapie messe in campo per contrastare il diabete giocano un ruolo importante nell’insorgenza della neuropatia diabetica; più tardi si interverrà, quindi, più sarà facile che la malattia produca un danno di qualche tipo ai nervi e lo stesso può avvenire anche qualora la terapia prescelta per trattare il diabete si rivelasse insufficiente o comunque inefficace.

Neuropatia diabetica: informazioni generali

Nei pazienti affetti da diabete due sono le complicazioni più comuni in termini di neuropatie:

  1. La neuropatia periferica: caratterizzati da danni o processi infiammatori a carico di uno o più nervi periferici
  2. La neuropatia autonomica: colpisce i nervi così detti autonomi del corpo, quindi quelli che regolano meccanismi come la respirazione, il battito cardiaco, etc

Come chiunque può capire se una neuropatia periferica produce, come vedremo nei prossimi paragrafi, sintomi anche importanti che possono peggiorare in maniera rilevante la qualità della vita del paziente (soprattutto a causa del dolore che caratterizza questo genere di patologie) nel caso della neuropatia autonomica può essere messa a repentaglio la sopravvivenza stessa del paziente perché ad essere danneggiate sono le terminazioni nervose che regolano alcune funzioni fondamentali del nostro organismo come appunto la respirazione, la digestione, il battito cardiaco.

  1. Quali sono le cause della neuropatia diabetica

    Per quanto ridondante possa sembrare la causa di una neuropatia diabetica è appunto il diabete (lo dice il nome stesso); attenzione, questo non vuol dire che una neuropatia non possa insorgere per cause completamente differenti dal diabete, anche in soggetti non affetti da questo disturbo, ma vuol solo dire che il diabete è una malattia che presenta, tra le varie conseguenze, anche la possibilità di sviluppare una neuropatia. Possibilità che, come accennato, è tutt’altro che trascurabile dal momento che come abbiamo visto le neuropatie sono tra le primissime complicazioni del diabete soprattutto quando questo non viene trattato adeguatamente e tempestivamente
  2. Neuropatia diabetica: i sintomi principali

    I sintomi di una neuropatia diabetica possono essere molteplici e dipendono sostanzialmente sia dal tipo di neuropatia che ha colpito la persona (se periferica o autonomica) sia ovviamente dall’entità del disturbo stesso (e quindi in definitiva dal danno prodotto al nervo o ai nervi coinvolti). Nel caso di neuropatia periferica i sintomi tenderanno a coinvolgere gli arti, prevalentemente quelli inferiori; tra i vari sintomi i più comuni sono formicolii, pelle d’oca, sensazioni sgradevoli come torpore, prurito, ma anche bruciore, debolezza muscolare, dolore e fitte di entità anche importante. Per quanto riguarda invece la neuropatia autonomica in questo caso i sintomi più tipici sono svenimenti, capogiri, disfunzioni urinarie e della sfera riproduttiva, anomalie nella sudorazione e nella frequenza cardiaca, problemi intestinali ricorrenti come diarrea, vomito, nausea, stitichezza e perdita d’appetito. Come abbiamo visto, quindi, parliamo di sintomi che possono essere comuni e sovrapponibili a un gran numero diverso di patologie. Se riscontri uno o più tra i sintomi appena elencati, quindi, evita di impazzire tentando di capire da solo di cosa si tratti e rivolgiti quanto prima al tuo medico di fiducia.
  3. Come si diagnostica la neuropatia diabetica

    La neuropatia diabetica è un disturbo che il medico riesce spesso a intuire facilmente sulla base della semplice raccolta dei sintomi riferiti dal paziente nei pazienti che, ovviamente, dovessero essere già affetti da diabete conclamato. Ma può anche capitare che una persona non sia consapevole di avere il diabete e che ne venga a conoscenza proprio dopo essersi rivolta al medico in seguito alla comparsa di tutti quei sintomi attraverso cui si manifesta una neuropatia diabetica. In linea di massima, in ogni caso, anche se al medico può essere sufficiente una semplice visita per intuire che si trova di fronte a una neuropatia diabetica esistono strumenti diagnostici precisi per pervenire a una diagnosi certa di questo genere di disturbi; oltre ai vari test standardizzati pensati per raccogliere le informazioni cliniche necessarie (come ad esempio la natura, l’intensità e la localizzazione del dolore), esistono strumenti come l’elettromiografia che permettono di misurare l’effettiva capacità del nervo di condurre il segnale elettrico, laddove quindi questa capacità risultasse ridotta o compromessa saremo tipicamente di fronte a una neuropatia
  4. Neuropatia diabetica: quando rivolgersi al medico

    Sarebbe importante rivolgersi al medico ben prima che insorga una neuropatia diabetica, l’ideale sarebbe infatti trattare il diabete tempestivamente sin dai suoi esordi proprio per evitare che possa generare complicazioni di qualche tipo come appunto una neuropatia. Purtroppo molte persone malate di diabete sono completamente all’oscuro del fatto, questo deve quindi servire a comprendere più profondamente quanto importante sia sottoporsi abitualmente alle visite di routine del proprio medico di fiducia; tutti siamo abituati a pensare che il diabete non sia poi una malattia così grave, che ci si può convivere tranquillamente, e per quanto questo sia vero lo è fino a un certo punto. Si può convivere col diabete a patto di curarlo in maniera adeguata e tempestiva, se però questo non avviene ecco che il diabete rimane sostanzialmente libero di fare danni al nostro organismo ed ecco che, tra le varie complicazioni dovute a questa malattia, compaiono anche le neuropatie.
  5. Cura e terapia della neuropatia diabetica

    Come abbiamo già avuto modo di accennare le neuropatie sono disturbi difficili da trattare e se in alcuni casi si può fare in modo di ridurre in maniera importante la sintomatologia per salvaguardare la qualità della vita del paziente quando il danno a un nervo è di una certa importanza i margini sono veramente pochi. Attualmente l’approccio alle neuropatie è prevalentemente di tipo farmacologico, il medico potrà valutare quindi di somministrare farmaci antinfiammatori non steroidei, ma anche antidepressivi e antidolorifici. Ovviamente il trattamento prescelto dipenderà sempre dal tipo di nervo o di nervi coinvolti, nei casi di neuropatia autonomica, ad esempio, il medico valuterà la somministrazione di farmaci ancora differenti; in realtà il vero e primo approccio contro questo genere di neuropatie è tenere sotto controllo il diabete, è questa la prima cosa da fare si vuole prevenire la comparsa di un’eventuale neuropatia

Come prevenire il rischio di neuropatia diabetica

Prevenire la neuropatia diabetica significa prevenire il diabete e prevenire il diabete significa adottare una serie di piccole accortezze sin da giovanissimi; una sana alimentazione, un’attività fisica abituale, il sottoporsi agli screening periodici previsti dalle linee guida per la salute sono tutti comportamenti che ci permettono di prevenire in maniera efficace non solo alcune neuropatie ma soprattutto il diabete che, come abbiamo visto, è il responsabile dell’insorgenza delle neuropatie in almeno il 20% dei casi.

Rimedi naturali contro la neuropatia diabetica

Un rimedio naturale che di recente ha suscitato una certa attenzione nel mondo dei pazienti affetti da neuropatia è l’acetil carnitina; si tratta di una molecola che ha numerose proprietà che trovano differenti applicazioni, usata da molto tempo dagli sportivi più di recente inizia ad essere impiegata anche per trattare alcune forme di neuropatia diabetica. Precisiamo che in commercio sono disponibili numerosi prodotti venduti come integratori alimentari che contengono acetil carnitina, noi però in ogni caso ti sconsigliamo la strada del fai da te e ti suggeriamo di provare a parlarne col tuo medico di fiducia. Un altro rimedio che possiamo considerare assolutamente naturale è l’ acido alfa lipoico che viene pure spesso impiegato proprio in associazione all’acetil carnitina; anche l’acido alfa lipoico (o acido tiottico) è disponibile in commercio anche sotto forma di integratore alimentare per cui può essere acquistato senza ricetta. E’ importante conoscere l’azione di queste molecole perché la ricerca solo da poco ha dato prova della loro capacità di rappresentare un aiuto concreto nel trattamento delle neuropatie soprattutto in virtù del fatto che i farmaci fin qui impiegati (antidepressivi, antinfiammatori, analgesici) nel trattamento di questi disturbi hanno essi stessi un impatto negativo sull’organismo. Attraverso il ricorso all’acetil carnitina e all’acido tiottico, quindi, sembrerebbe possibile ottenere benefici concreti per le persone affette da neuropatia in assenza di effetti collaterali o avversi di qualunque tipo. Nonostante quanto fin qui detto, lo ribadiamo, e nonostante il fatto entrambe queste molecole possano essere acquistate senza ricetta sotto forma di integratori alimentari, se soffri di diabete ed hai un problema di neuropatia evita le soluzioni fai da te e chiedi consiglio al tuo medico di fiducia.

Rischi e complicazioni della neuropatia diabetica

Il diabete è una malattia che può dare origine a complicazioni anche importanti, così rilevanti da mettere a repentaglio la sopravvivenza stessa della persona; tra queste complicazioni le neuropatie risultano essere tra le più comuni. Come abbiamo già avuto modo di spiegare nel caso di neuropatie periferiche queste possono peggiorare in maniera rilevante la qualità di vita del paziente e nei casi più gravi, quando il dolore diventa molto elevato, possono addirittura diventare invalidanti. Più delicato il discorso per le neuropatie autonomiche che, colpendo i nervi che regolano alcune delle funzioni fondamentali del nostro organismo, possono avere conseguenze ancora più importanti e condurre persino alla morte del paziente nei casi più gravi. Tutto questo non lo diciamo ovviamente per fare terrorismo, ma solo perché vogliamo che tutti capiscano quanto è importante tenere sotto controllo il diabete e, quando possibile, diagnosticare questo disturbo al più presto; se diagnosticato per tempo e trattato adeguatamente, infatti, potremo facilmente convivere col nostro diabete senza grossi problemi.

Neuropatia diabetica: conclusioni

La neuropatia diabetica è un disturbo caratterizzato da un danno o una compromissione di uno o più nervi insorti appunto in conseguenza del diabete; si tratta di condizioni difficili da trattare, perché quando un nervo è stato danneggiato il danno rimane sostanzialmente irreversibile, e che possono avere un impatto violento sulla vita di una persona. Se le neuropatie periferiche colpiscono prevalentemente gli arti e producono sintomi come formicolii, torpore, parestesia, debolezza muscolare e dolore, che sono certamente fastidiosi e possono diventarlo a tal punto da diventare persino invalidanti, nel caso delle neuropatie autonomiche i nervi coinvolti sono quelli che regolano funzioni fondamentali del nostro organismo come la respirazione, la digestione, il battito cardiaco e questo può mettere addirittura a repentaglio la sopravvivenza stessa del paziente. Come abbiamo visto, quindi, anche se nel nostro paese ci sono milioni di italiani che convivono col diabete senza problemi è fondamentale che questa malattia venga diagnosticata e trattata tempestivamente, in caso contrario, infatti, può produrre conseguenze anche di una certa gravità come appunto nel caso della neuropatia diabetica.

Hai trovato utile questo post sulla neuropatia diabetica?
Condividilo sui social network

EFFETTUA LA TUA RICERCA

Sei qui
CATEGORIA SALUTE
Condividi sui social Condividi su facebook Condividi su google plus
Feed Rss categoria salute
RSS CATEGORIA SALUTE
Segnala un errore Diventa partner unadieta.it
indice di massa corporea Vai

IL TUO INDICE DI MASSA CORPOREA

IL TUO PESO ESPRESSO IN KG
LA TUA ALTEZZA ESPRESSA IN CM
IMC (Indice di Massa Corporea)
rischio

< 18.5 SOTTOPESO

OK

TRA 18.5 E 24.9 NORMOPESO

pericolo

> 30 OBESO

rischio

TRA 25 E 29.9 SOVRAPPESO

Visita la nostra community dedicata alla salute Torna in home Stampa Torna indietro Contatti Informazioni Torna su