Neuropatia motoria: cause, sintomi e rimedi contro la neuropatia motoria multifocale


Neuropatia motoria: cause, sintomi e rimedi contro la neuropatia motoria multifocaleLa neuropatia motoria multifocale è una malattia rara molto grave e invalidante che però troppo spesso viene confusa con la SLA (malattia immensamente più grave) e che oggi, grazie alla ricerca, sembra offrire una speranza concreta di trattamento. Dato che la neuropatia motoria multifocale è un disturbo tanto raro quanto complicato da diagnosticare e riconoscere, al punto che, come abbiamo detto, viene spesso confusa con la SLA (soprattutto agli esordi della malattia) abbiamo deciso di scrivere questo post nella speranza di essere d’aiuto a tutti coloro che, per un motivo o per l’altro, avessero la necessità di comprendere meglio la natura di questa patologia. Nei prossimi paragrafi, quindi, proveremo a capire insieme quali sono le principali cause, i sintomi e le cure possibili per contrastare la neuropatia motoria multifocale

Che cos’è la neuropatia motoria multifocale

La neuropatia motoria multifocale è una di quelle malattie che vengono definite autoimmuni; significa (in parole povere) che la causa di questo disturbo è da imputare a un cattivo funzionamento del sistema immunitario che, invece di proteggerci come dovrebbe, finisce per danneggiare il nostro stesso organismo. In particolare, come il nome stesso suggerisce, la neuropatia multifocale colpisce i nervi motori, quelli cioè che trasmettono ai muscoli i segnali del sistema nervoso centrale; ecco perché, come vedremo nei prossimi paragrafi, i sintomi di questo disturbo provocano disabilità, perché nel soggetto che ne è affetto il segnale elettrico che dovrebbe ordinare ai muscoli di eseguire un determinato movimento non viene condotto nella maniera corretta. Di buono c'è però che, come vedremo nel paragrafo dedicato alle complicazioni di questa malattia, la neuropatia motoria non ha la capacità di coinvolgere anche i nervi che regolano funzioni biologiche fondamentali, come la respirazione e il battito cardiaco; questo, in pratica, significa che, per quanto impegnativo sia doversi misurare con questa malattia, la sopravvivenza della persona non viene minimamente messa a repentaglio.

Neuropatia motoria: informazioni generali

Fin qui ci siamo limitati a dare delle semplici informazioni di cosa sia la neuropatia motoria, tentando, magari anche semplificando un po’, di veicolare concetti che fossero comprensibili per chiunque; stiamo però parlando di una patologia molto complicata, che deve essere ancora approfonditamente compresa e che, ci rendiamo conto, non riusciremo a descrivere in maniera perfettamente esaustiva. Nei prossimi paragrafi, quindi, con lo stesso tipo di approccio, tenteremo di illustrare nella maniera più semplice possibile quali sono le principali cause, i sintomi e le cure possibili per trattare una neuropatia motoria multifocale

  1. Quali sono le cause della neuropatia motoria multifocale

    Le cause della neuropatia motoria sono da ricercare nella natura autoimmune di questa patologia; questa valutazione nasce però, più che da una reale comprensione delle dinamiche che provocano questo disturbo, dall’osservazione di alcune sue caratteristiche. La presenza di determinati anticorpi, unitamente alle buone risposte che diversi pazienti hanno, come vedremo più avanti, alle terapie a base di immunoglobuline sembrano suggerire con una certa sicurezza che questa malattia abbia una natura autoimmune. La verità però è che questo disturbo non è ancora perfettamente compreso e c’è ancora molto da studiare e da capire prima di mettere la parola fine al capitolo che riguarda la ricerca sulla neuropatia motoria multifocale
  2. Neuropatia motoria: i sintomi principali

    I sintomi della neuropatia motoria sono sovrapponibili a quelli della SLA ed è per questo che le due patologie possono facilmente essere confuse l’una con l’altra anche da un medico molto esperto; spasmi muscolari, crampi e debolezza sono alcuni dei sintomi che più facilmente possono indurre in errore nella diagnosi di questo disturbo. I sintomi tendono a peggiorare con l’invecchiamento e normalmente si palesano prevalentemente solo da un lato del corpo e non in entrambi.
  3. Come si diagnostica la neuropatia motoria multifocale

    Come accennato la diagnosi di una neuropatia multifocale non è esattamente semplice e nasconde delle insidie; la semplice osservazione dei sintomi, infatti, potrebbe facilmente indurre in inganno anche il medico più preparato. Per questo motivo esistono degli esami specifici che permettono al medico di orientarsi al meglio nella diagnosi di una neuropatia motoria multifocale. L’analisi del sangue, prima di tutto, è uno strumento utilissimo perché permette di verificare l’elevata presenza di anticorpi del tipo anti-GM1, ma anche esami come l’elettromiografia e l’elettroneurografia permettono di valutare la capacità dei nervi di condurre il segnale elettrico e di pervenire, di conseguenza, a una diagnosi corretta di questo genere di disturbo.
  4. Neuropatia motoria: quando rivolgersi al medico

    Come per qualunque altro tipo di disturbo anche nel caso di neuropatia motoria l’ideale sarebbe rivolgersi al medico di fiducia sin dalle prime manifestazioni dei sintomi; spesso però questo purtroppo non succede, anche perché quando si parla di sintomi tutto sommato lievi siamo un po’ tutti portati a pensare che sicuramente si tratterà di qualcosa di passeggero. Ma non sempre è così, ecco perché è importante sottoporsi abitualmente alle visite periodiche presso il medico di fiducia, perché alcuni piccoli particolari a cui noi non daremmo alcuna importanza potrebbero permettere al medico di pervenire precocemente alla diagnosi di un gran numero di disturbi.
  5. Cura e terapia della neuropatia motoria multifocale

    Nelle prime fasi della malattia o quando comunque la neuropatia motoria si presenta in forma molto lieve ci si limita a tenerla monitorata e si suggerisce il ricorso alla fisioterapia; non è detto che, col trascorrere del tempo, si riveli inutile ogni altro tipo di intervento. Nei casi in cui invece la malattia dovesse progredire o qualora comunque i sintomi avessero una certa rilevanza la terapia con immunoglobuline risulta quasi sempre perfettamente risolutiva; il limite è che si tratta di un trattamento che si dovrà eseguire più volte, per evitare che l’efficacia scemi nel tempo, ma normalmente i pazienti rispondono molto bene a questo trattamento. Solo nei casi più gravi, e per fortuna sono anche i più rari, si ricorre alla somministrazione di ciclofosfamide, un farmaco che permette di alleviare i sintomi e a cui si ricorre solo in casi estremi dal momento che non è esente da effetti collaterali.

Come prevenire il rischio di neuropatia motoria

Come per tantissime patologie che hanno natura autoimmune è difficile, per non dire impossibile, allo stato attuale definire delle adeguate strategie di prevenzione; per quanto sia comprensibile, soprattutto per un malato, voler comprendere se ci sono delle cause concrete che abbiano provocato la malattia e se si sarebbe potuto fare qualcosa per evitarlo, non sempre questo è possibile. Ad oggi, quindi, ancora non sappiamo dire bene ne come ne perché questo tipo di malattia insorga, proprio per questo è così difficile capire come prevenire una neuropatia motoria

Rimedi naturali contro la neuropatia motoria multifocale

La neuropatia motoria non è un disturbo che si possa curare con rimedi naturali; certamente il ricorso ad alcuni rimedi potrebbe aiutare ad alleviare alcuni sintomi, ma come abbiamo detto la miglior cura ad oggi possibile, e comunque risolutiva aldilà del numero di cicli cui bisogna sottoporsi, è il trattamento con immunoglobuline. Qualora desiderassi comunque assumere, per qualunque motivo, rimedi naturali come tisane, infusi o qualunque altro genere di rimedio, inclusi quelli omeopatici, ti consigliamo vivamente di discuterne preventivamente col tuo medico di fiducia; ricorda infatti che alcuni rimedi naturali potrebbero interagire con determinati farmaci limitandone l’efficacia o comunque con effetti abbastanza imprevedibili.

Rischi e complicazioni della neuropatia motoria

La neuropatia motoria multifocale non mette a rischio la sopravvivenza del paziente, ma la qualità della sua vita certamente si; fortunatamente questa neuropatia non può degenerare fino a coinvolgere i nervi che ricoprono un ruolo fondamentale nell’espletamento di alcune funzioni biologiche vitali (respirazione e battito cardiaco ad esempio). Nonostante questo la neuropatia motoria, quando non adeguatamente e tempestivamente trattata, può provocare conseguenze anche molto serie che possono pregiudicare in maniera importante la qualità della vita della persona.

Neuropatia motoria: conclusioni

La neuropatia motoria multifocale è una patologia rara che colpisce i nervi motori, quelli cioè che veicolano il segnale elettrico dal sistema nervoso centrale fino ai muscoli; anche se non è un disturbo capace di mettere concretamente a rischio la vita del paziente la neuropatia motoria può comunque pregiudicarne in maniera rilevante la qualità della vita di una persona. A rendere ancora più delicata questa patologia, soprattutto in termini di diagnosi, c’è il fatto che può facilmente essere confusa per la SLA; per fortuna, e a differenza della SLA, oggi esiste una cura molto valida contro la neuropatia motoria multifocale, il trattamento con immunoglobuline, infatti, permette nella maggior parte dei casi di contrastare in maniera assolutamente efficace questo disturbo

Hai trovato utile questo post sulla neuropatia motoria?
Condividilo sui social network

EFFETTUA LA TUA RICERCA

Sei qui
CATEGORIA SALUTE
Condividi sui social Condividi su facebook Condividi su google plus
Feed Rss categoria salute
RSS CATEGORIA SALUTE
Segnala un errore Diventa partner unadieta.it
indice di massa corporea Vai

IL TUO INDICE DI MASSA CORPOREA

IL TUO PESO ESPRESSO IN KG
LA TUA ALTEZZA ESPRESSA IN CM
IMC (Indice di Massa Corporea)
rischio

< 18.5 SOTTOPESO

OK

TRA 18.5 E 24.9 NORMOPESO

pericolo

> 30 OBESO

rischio

TRA 25 E 29.9 SOVRAPPESO

Visita la nostra community dedicata alla salute Torna in home Stampa Torna indietro Contatti Informazioni Torna su