Flitteni: cause, sintomi e rimedi contro i vari tipi di flittene


Cause, sintomi e rimedi contro i vari tipi di flitteneLe flittene sono un tipo di bolla molto comune, che può insorgere in diverse circostanze e che, anche se è comunemente percepite come un problema di poco conto, presentano comunque delle criticità per alcune tipologie di persone; nel corso di questo post proveremo insieme a capire non solo cosa sono le flittene ma anche da cosa possono essere provocate, cosa possiamo fare per prevenirle, per lenirne i sintomi (che possono essere abbastanza fastidiosi), quali sono le criticità che questo tipo di lesioni nascondono e, ovviamente, come curarle e trattarle in maniera adeguata.

Qual è la definizione di flittene

Definiamo flittene, molto semplicemente, delle bolle o vescicole piene di liquido sieroso (pus, ma non solo, in determinati casi anche sangue); per intenderci (e farla semplice) si tratta delle classiche bolle piene di liquido che quasi tutti abbiamo avuto almeno una volta nella vita quando abbiamo comprato un paio di scarpe sbagliate. Anche se le flittene propriamente dette sono quelle che derivano dalle ustioni (almeno di secondo grado) in realtà si utilizza questo termine anche per riferirsi ad altri tipi di bolle, ma di questo e molto altro ancora avremo modo di occuparci in maniera più accurata nel corso dei prossimi paragrafi nei quali proveremo appunto a definire, tra le altre cose, i vari casi in cui si può parlare di flittene

Flittene: informazioni generali

Anche se come abbiamo fin qui detto le flittene altro non sono che banalissime bolle subepidermiche con raccolta sottocutanea di liquido è opportuno ricordare come questo genere di lesioni presentino delle criticità particolari per alcuni soggetti; basti pensare ad esempio ai diabetici i quali dovrebbero prendere con assoluta serietà la cura di queste lesioni rivolgendosi a un podologo preparato e competente. Detto questo, com’era doveroso, entriamo finalmente nel vivo di questo post e proviamo a definire quali sono le cause, i sintomi e migliori rimedi per curare e prevenire le flittene

  1. Principali cause di flittene: sfregamento, ustione e ingessatura

    Le flittene possono avere diverse cause anche se, come accennato, le flittene propriamente dette sono quelle che insorgono a seguito di ustioni dal secondo grado in su; un’altra causa molto comune di flittene sono gli sfregamenti e gli attriti che tipicamente possono produrre questo tipo di bolle sui piedi. In questo caso il rischio è che si possano produrre infezioni di varia entità proprio perché parliamo di una zona del corpo particolarmente delicata; particolare attenzione, come abbiamo avuto già modo di accennare, a questo tipo di flittene dovrebbero fare i soggetti diabetici e in linea di massima tutti coloro che, per un motivo o per l’altro, fossero particolarmente esposti al rischio di infezioni. Attenzione a non scambiare le piaghe da decubito per flittene da attrito, le piaghe da decubito infatti sono delle lesioni che insorgono nei pazienti allettati o comunque costretti da condizioni patologiche a trascorrere gran parte della giornata sempre nella stessa posizione (a letto, oppure anche su una sedia a rotelle). Vi sono poi tutti quei casi in cui queste bolle, le flittene appunto, compaiono secondariamente a determinate patologie, è questo il caso dei soggetti affetti da impetigine, dal fuoco di sant’antonio, dal pemfigo e altre forme di dermatosi bollose
  2. Flittene: i sintomi principali

    Per essere precisi occorre evidenziare come le flittene siano esse stesse sintomi, dal momento che insorgono in conseguenza ad altre condizioni (ustioni, traumi, attriti, etc).
  3. Come si riconosce una flittene

    Riconoscere una flittene è abbastanza semplice, si tratta infatti della classica bolla piena di liquido che tutti abbiamo visto almeno una volta nella vita; una volta che l’abbiamo riconosciuta (e come abbiamo visto è abbastanza facile) c’è un’altra cosa molto semplice che possiamo fare se siamo alle prese con una flittene: andare a farci dare un’occhiata dal medico.
  4. Flittene: quando rivolgersi al medico

    Normalmente in ogni post ricordiamo sempre quanto sia fondamentale rivolgersi sempre al medico di fiducia sin dall’esordio dei primissimi sintomi di una malattia; a ben vedere qualcosa di simile l’abbiamo appena scritta nel paragrafo precedente. In questo caso, però, occorre fare delle doverose considerazioni; non sempre alla comparsa di queste bolle è necessario recarsi dal medico, posto in ogni caso che i soggetti particolarmente esposti al rischio di infezioni (in precedenza abbiamo citato a titolo di esempio i diabetici) dovrebbero sempre sottoporre questo genere di lesioni alle cure del medico, così come in tutti quei casi in cui le flittene fossero imputabili ad ustioni o a determinate patologie; vi sono però dei casi in cui tutto questo non è necessario. Se questo genere di bolle insorgono ad esempio per attrito, magari perché abbiamo comprato delle scarpe sbagliate, in questi casi (per i soggetti sani e senza problemi di salute pregressi) recarsi dal medico può essere anche superfluo, basterà evitare di indossare quelle determinate scarpe e coprire la bolla con una garza.
  5. Cura e trattamento delle flittene

    Le flittene non andrebbero mai incise o svuotate, o meglio, questa procedura andrebbe fatta solo dal medico laddove lo reputasse necessario; in realtà è cosa molto comune bucare la bolla quando se ne ha una, ma questa è una procedura che potrebbe provocare un’infezione. Evitiamo di descrivere la procedura corretta per non incentivare un ricorso al fai da te che troviamo sbagliato, qualora la bolla fosse provocata da sfregamento basterà coprirla con una garza, se non dovesse guarire in pochi giorni potremo farla vedere al medico; chi avesse problemi di salute pregressi, lo ribadiamo, farebbe invece bene a fare comunque un salto dal medico. E’ possibilissimo che il medico decida di incidere la bolla, svuotandola e disinfettandola, intendiamoci, non è nemmeno una procedura complicata, ma il rischio del fai da te è di usare forbicine, taglia unghie, aghi trovati in casa o altri aggeggi tutt’altro che sterili, per cui il rischio di infezione in questo modo sarebbe veramente dietro l’angolo.

Come prevenire il rischio di flittene

Prevenire il rischio di flittene dovrebbe essere banale, a meno di essere autolesionisti difficilmente qualcuno potrebbe procurarsi volontariamente questo tipo di bolle ustionandosi o procurandosele per sfregamento; basterebbe essere meno leggeri in certe valutazioni per evitarsi queste fastidiosi problemi. Quando compri delle scarpe se le senti scomode, ad esempio, o se avverti un attrito innaturale evita di comprarle (anche se ti piacciono tantissimo) perché è facile che quelle scarpe possano provocarti un flittene. Dato che queste lesioni possono essere provocate da ustioni, ancora, non credo ci sia bisogno di ricordarti di fare attenzione quando cucini o quando maneggi degli oggetti bollenti (tegami, padelle, etc). Sono tutte cose banali, perché ci facciamo già tutti attenzione, ma è con queste piccole accortezze che possiamo prevenire questo genere di problemi

Rimedi naturali contro le flittene

Si possono adoperare diversi rimedi naturali per trattare le flittene, esistono in commercio numerose pomate emolienti adatte a questo scopo, puoi tranquillamente chiedere consiglio in erboristeria, in farmacia e anche al tuo medico, senza alcun tipo di problema. Del resto quando parliamo della salute della pelle ormai sappiamo bene che i prodotti naturali sono sempre i migliori; la regola, lo ricordiamo, è che puoi mettere sulla pelle solo quello che potresti anche mangiare, per cui se non puoi mangiarlo non spalmartelo addosso. Ovviamente, precisiamo, nei casi di ustioni importanti esistono dei farmaci, pomate, che magari non saranno esattamente naturali ma che sono il rimedio migliore da usare; le flittene però sono delle semplici bolle, che normalmente non procurano particolari problemi, e che quindi possono essere curate tranquillamente anche con una pomata naturale a base di erbe officinali.

Flittene: conclusioni

Le flittene sono delle bolle piene di liquido sieroso che si formano tipicamente in seguito ad ustioni, traumi di varia natura ed entità e sfregamenti; questo genere di bolle può anche insorgere secondariamente ad alcune malattie, ma si tratta di una circostanza più rara, il più delle volte queste bolle sono dovute proprio ad ustioni e sfregamenti. In particolare tutti abbiamo avuto la sfortuna di prenderci una flittene indossando un paio di scarpe sbagliate, e proprio le calzature inadeguate sono una delle prime e più comuni cause di questo genere di bolle. Posto che le persone in salute e senza problemi pregressi possono tranquillamente coprire le flittene con una garza ed aspettare che guariscano, i soggetti con patologie pregresse (come nel caso dei diabetici) o comunque quelli particolarmente esposti al rischio di infezioni farebbero bene a consultare comunque sempre il medico di fiducia in caso di flittene

Hai trovato utile questo post sulle flittene?
Condividilo sui social network

EFFETTUA LA TUA RICERCA

Sei qui
CATEGORIA SALUTE
Condividi sui social Condividi su facebook Condividi su google plus
Feed Rss categoria salute
RSS CATEGORIA SALUTE
Segnala un errore Diventa partner unadieta.it
indice di massa corporea Vai

IL TUO INDICE DI MASSA CORPOREA

IL TUO PESO ESPRESSO IN KG
LA TUA ALTEZZA ESPRESSA IN CM
IMC (Indice di Massa Corporea)
rischio

< 18.5 SOTTOPESO

OK

TRA 18.5 E 24.9 NORMOPESO

pericolo

> 30 OBESO

rischio

TRA 25 E 29.9 SOVRAPPESO

Visita la nostra community dedicata alla salute Torna in home Stampa Torna indietro Contatti Informazioni Torna su