Porro cutaneo: cause, sintomi e rimedi contro il fibroma pendulo


Porro cutaneo: cause, sintomi e rimedi contro il fibroma penduloParlare di porri cutanei è abbastanza complesso perché ognuno attribuisce al termine porro l’accezione che preferisce; per questo motivo difficilmente un dermatologo potrà usare questo termine se non (come nel nostro caso) con l’intento di rendere più semplice la comprensione di un determinato disturbo per il paziente. In questo post parleremo esclusivamente del fibroma pendulo (che è una delle “lesioni” che più comunemente vengono definita, volgarmente, porro cutaneo), posto che avremo comunque modo di approfondire le varie differenze che possiamo riscontrare fra le diverse forme di manifestazioni cutanee che comunemente vengono indiscriminatamente definite porri

Che cos’è un fibroma pendulo

Il fibroma pendulo altro non è che un’escrescenza cutanea che si viene a formare al livello del derma; fermiamoci quindi un attimo ad acquisire qualche nozione anatomica sulla nostra pelle. Quella che noi chiamiamo comunemente cute (o pelle) è in realtà l’unione di due differenti strati di tessuto, l’epidermide (che è la parte più superficiale, quella che riusciamo a vedere) e appunto il derma (che è lo strato di tessuto connettivo vascolarizzato e innervato su cui sostanzialmente si poggia l’epidermide);  a sua volta, poi, l’epidermide è formata da cinque differenti strati che qui riepiloghiamo sinteticamente a partire da quello più superficiale: corneo, lucido, granuloso, spinale e basale (che sarà quindi lo strato più profondo e quello oltre il quale comincia il derma). Il fibroma, come molti sapranno, altro non è una formazione tumorale assolutamente benigna che si forma a partire da fibre di tessuto connettivo; più specificatamente questo genere di fibromi si definiscono penduli perché quando raggiungono dimensioni considerevoli tendono appunto a penzolare a causa della forza di gravità. Oltre che porri cutanei i fibromi penduli, per la loro conformazione caratteristica, vengono anche spesso volgarmente chiamati “ciccetti di carne” (o di grasso), un termine che anche se molto colorito restituisce bene l’idea di cosa sia un fibroma pendulo

Fibroma pendulo: informazioni generali

Nell’introduzione di questo post abbiamo scritto che spesso la locuzione “porro cutaneo” viene usata per riferirsi in maniera indiscriminata a qualunque tipo di manifestazione cutanea; per questo motivo il termine porro andrebbe usato con una certa moderazione. Fin qui abbiamo capito cosa sono i fibromi penduli, adesso prendiamoci un attimo di tempo per iniziare a capire quali altre manifestazioni cutanee potrebbero indiscriminatamente venire definite come porri cutanei; anche le verruche, ad esempio, vengono spesso definite porri ed è una definizione assolutamente impropria. Le verruche, come i nostri lettori più assidui ormai dovrebbero sapere, sono causate dal virus HPV quindi, giusto per fare un esempio, sono infettive a differenza dei fibromi penduli che invece non lo sono nella maniera più assoluta; una persona che avesse delle verruche, quindi, dovrebbe adottare delle accortezze per assicurarsi di non infettare gli altri (soprattutto per le verruche genitali, o condilomi), mentre queste accortezze in caso di fibroma pendulo sono assolutamente superflue. Persino nel caso della cheratosi seborroica o di alcuni tipi di angioma può capitare di sentire usare la locuzione “porro cutaneo” ovviamente non dai medici, ma tra le persone comuni è ancora oggi una cosa abbastanza frequente. Non c’è bisogno di spiegare che in realtà si tratta di manifestazioni molto diverse tra loro se non altro perché vogliamo sperare che chiunque si ritrovi con manifestazioni cutanee di questo tipo si rivolga immediatamente al proprio medico di fiducia senza tentare improbabili diagnosi fai da te; detto questo torniamo ad occuparci del tema che riguarda questo post e cioè del fibroma pendulo

  1. Quali sono le cause dei porri cutanei

    Le cause del fibroma pendulo non sono ancora perfettamente note, quello che però sappiamo con certezza è che la natura di queste manifestazioni è assolutamente benigna; come detto i fibromi penduli non sono infettivi e non c’è alcuna possibilità che evolvano in formazioni di tipo maligno. Ecco perché, rispetto ad altre manifestazioni cutanee, ci sembra tollerabile che ci si riferisca al fibroma pendulo come a un porro cutaneo, perché essendo una condizione esente quasi completamente innocua non c’è il rischio di banalizzarla.
  2. Come riconoscere un porro cutaneo

    Spesso diciamo di evitare il fai da te e andare dal medico, ancora di più questa si rivela la cosa più intelligente da fare quando parliamo di manifestazioni cutanee; spesso persino per il dermatologo più preparato distinguere tra i vari tipi di lesione può essere complicato (per fortuna esistono appositi strumenti diagnostici che lo aiutano a capire di cosa si tratti), per cui figuriamoci quante possibilità possiamo avere noi di indovinare una diagnosi col solo aiuto di un collegamento internet. Noi di Unadieta.It siamo i primi a incentivare gli utenti ad utilizzare il web per informarsi e migliorare le proprie conoscenze sull’argomento salute, ma questo non vuol dire che possiamo avere la presunzione di poter fare a meno del medico; avere un buon bagaglio culturale relativo al tema salute è fondamentalmente un’ottima strategia preventiva, ma non significa che possiamo fare da soli. Senza dilungarci oltre ricordiamo che esistono lesioni della cute che possono essere facilmente sottovalutate da una persona comune ma delle quali un dermatologo riconoscerebbe immediatamente una potenziale criticità; rivolgerci a un dermatologo preparato e competente se abbiamo un dubbio su una manifestazione cutanea può realmente fare la differenza per alcune persone, e con questo non vogliamo fare terrorismo, stiamo solo dicendo come stanno realmente le cose.
  3. Come si diagnostica un fibroma pendulo

    I fibromi penduli hanno una conformazione caratteristica per cui normalmente il dermatologo riesce a riconoscerli alla semplice osservazione; dato che come abbiamo detto non presentano alcuna criticità il dermatologo suggerirà di lasciarli dove sono salvo che possa nutrire dubbi su fatto che si tratti effettivamente di un fibroma pendulo, in tal caso potrebbe decidere comunque di asportarlo a titolo preventivo. Ci sono anche casi in cui è il paziente a chiedere che il fibroma pendulo venga eliminato perché ha un impatto estetico negativo (può capitare che questi porri vengano sulle palpebre, sul collo o comunque su parti del corpo molto visibili) ed in tal caso si procederà quindi all’asportazione del fibroma scegliendo tra i vari approcci che vedremo più avanti
  4. Fibroma pendulo: quando rivolgersi al medico

    Il fibroma pendulo non è una manifestazione cutanea di cui dovremmo preoccuparci ma, come spiegato, è comunque meglio andare dal dermatologo perché sia lui a decidere che possiamo evitare di preoccuparci; un altro buon motivo per andare comunque del dermatologo è che durante visite banali come quelle per un fibroma pendulo può capitare che il medico si accorga per caso di altre lesioni ben più rilevanti. Soprattutto perché le occasioni di una visita dermatologica sono normalmente molto rare a maggior ragione quando si dovessero presentare occasioni di questo tipo vale sempre la pena di rivolgersi in ogni caso al medico specialista.
  5. Cura e trattamento del porro cutaneo

    Un fibroma pendulo può essere rimosso in molti modi diversi, ad oggi il medico chirurgico è andato abbastanza in disuso e risultano molto più diffuse le alternative fornite dal laser e dalla diatermocoagulazione (praticata col bisturi elettrico); esistono poi anche rimedi naturali e casalinghi per la rimozione di un porro che non devono essere mai tentati perché il rischio (molto concreto) è di provocare un’infezione finendo così per rendere potenzialmente molto pericoloso un disturbo che non aveva alcuna criticità. Per prevenire il rischio di infezione è fondamentale evitare il sanguinamento del fibroma, per cui se avete l’esigenza di asportarne uno andate dal medico e in pochi minuti otterrete il risultato ricercato senza rischiare inutili infezioni

Come prevenire il rischio di porri cutanei

I porri cutanei non si possono prevenire, come abbiamo detto nel paragrafo dedicato alle cause non conosciamo bene le dinamiche per cui queste manifestazioni cutanee insorgono per cui siamo ancora lontanissimi dal potere elaborare una strategia preventiva contro il fibroma pendulo (ammesso che ce ne sia davvero bisogno, considerando che parliamo di un disturbo abbastanza banale, come abbiamo visto)

Rimedi naturali contro i porri cutanei

Esistono moltissimi rimedi casalinghi contro i porri cutanei e sono tutti uno più deleterio dell’altro; mettendosi a cercare online se ne possono trovare decine, ognuno ha pronto un intruglio o un segreto della nonna per eliminare i porri cutanei senza problemi in casa tua ma probabilmente l’unica cosa che riuscirai ad ottenere seguendo uno di questi metodi è una bella infezione. Se stai cercando un modo per rimuovere un porro spegni il computer e prendi appuntamento dal dermatologo; è la soluzione più facile ed efficace che ci sia

Rischi e complicazioni del fibroma pendulo

Come ampliamente ripetuto il fibroma pendulo non è un disturbo che debba destare preoccupazioni di sorta, il rischio di complicazioni è pari a zero, il tuo porro rimarrà li a farti compagnia per il resto della tua vita, se lo vorrai, altrimenti potrai andare da un dermatologo per rimuoverlo. Il vero rischio correlato a questo genere di manifestazioni cutanee riguarda invece il fai da te; chi tentasse di rimuovere un porro cutaneo da solo, quindi, correrebbe il rischio concreto di provocarsi un’infezione.

Fibroma pendulo: conclusioni

Il fibroma pendulo è un’escrescenza della pelle frutto di una formazione benigna che si forma a livello del derma; questo tipo di manifestazioni cutanee sono anche chiamate porri, termine col quale però si tende ad indicare volgarmente anche manifestazioni meno banali come, ad esempio, le verruche. E’ tollerabile che venga definito porro il fibroma pendulo proprio perché si tratta a tutti gli effetti di un disturbo banale; in ogni caso spetterà al dermatologo definire se si tratta effettivamente di un fibroma pendulo oppure no. I porri cutanei, così come li abbiamo definiti in questo post, possono anche essere ignorati dal momento che come abbiamo visto non presentano rischi di sorta, quello che però non deve essere mai fatto quando parliamo di fibromi penduli è tentare di eliminarli da soli, il rischio infatti (vista la propensione al sanguinamento che i fibromi hanno se vengono stuzzicati) è di provocarci un’infezione.

Hai trovato utile questo post sul fibroma pendulo?
Condividilo sui social network

EFFETTUA LA TUA RICERCA

Sei qui
CATEGORIA SALUTE
Condividi sui social Condividi su facebook Condividi su google plus
Feed Rss categoria salute
RSS CATEGORIA SALUTE
Segnala un errore Diventa partner unadieta.it
indice di massa corporea Vai

IL TUO INDICE DI MASSA CORPOREA

IL TUO PESO ESPRESSO IN KG
LA TUA ALTEZZA ESPRESSA IN CM
IMC (Indice di Massa Corporea)
rischio

< 18.5 SOTTOPESO

OK

TRA 18.5 E 24.9 NORMOPESO

pericolo

> 30 OBESO

rischio

TRA 25 E 29.9 SOVRAPPESO

Visita la nostra community dedicata alla salute Torna in home Stampa Torna indietro Contatti Informazioni Torna su