Flemmoni: cause, sintomi e rimedi contro il flemmone


Flemmoni: cause, sintomi e rimedi contro il flemmoneIl flemmone è un disturbo poco noto al grande pubblico e contemporaneamente un argomento abbastanza vasto da trattare; iniziamo subito col dire, come vedremo meglio nei prossimi paragrafi, che normalmente il flemmone tende a colpire prevalentemente le persone che hanno già un quadro di salute alterato (e quindi un sistema immunitario non perfettamente funzionante). Per il resto si tratta di un disturbo abbastanza facile da comprendere, se non altro perché ha una forte somiglianza con gli ascessi; questo però non vuol dire, come avremo modo di capire insieme in questo post, che si tratti di un disturbo banale, il flemmone, infatti, può portare a conseguenze anche gravi se non curato tempestivamente, ma anche di questo avremo modo di occuparci meglio più avanti

Che cos’è un flemmone

Definiamo flemmone un processo infiammatorio a carico dei tessuti molli non circoscritto e caratterizzata dalla dispersione di pus; proviamo a spiegarci in maniera un poco più chiara. Quasi a tutti è capitato di avere un ascesso, ecco, un ascesso altro non è che una raccolta di pus che si forma all’interno di un tessuto; riconosciamo facilmente anche al tatto un ascesso perché lo avvertiamo distintamente come gonfio. Nel flemmone il processo flogistico non è circoscritto ma tende ad estendersi ai tessuti circostanti e questo avviene tanto più facilmente quanto più le difese immunitarie della persona risultino debilitate; nei prossimi paragrafi, in particolar modo in quello dedicato alle cause di questo disturbo, avremo modo di capire ancora meglio che cos’è un flemmone, per adesso accontentiamoci però di questa prima definizione che ci dice, appunto, che stiamo parlando di un processo infiammatorio che colpisce tipicamente i tessuti molli, non circoscritto e caratterizzato da dispersione di pus o essudato purulento

Flemmone: informazioni generali

Fino a questo punto ci siamo limitati a dare una prima definizione di cosa sia il flemmone è abbiamo capito che si tratta di un processo infiammatorio, simile all’ascesso ma non circoscritto, e caratterizzato dalla  dispersione di pus o essudato purulento. Dato che i processi di flogosi possono interessare tutti i tessuti celluloadiposi interposti tra i vari organi possiamo avere diversi tipi di flemmone (sottocutanei, profondi, peritendinei, paraosteali, perighiandolari, etc); dopo questa doverosa precisazione, quindi, possiamo entrare nel vivo del nostro post e scoprire insieme quali sono le principali cause, sintomi e rimedi per curare un flemmone

Quali sono le cause del flemmone

La principale causa di un flemmone sono le infezioni dovute a batteri tra cui stafilococchi e streptococchi; più specificatamente questo tipo di infezioni sono spesso banalmente provocate da ferite anche di piccolissima entità. Normalmente il nostro organismo dovrebbe riuscire a circoscrivere l’infezione, non sempre però questo succede alcune persone infatti hanno difese immunitarie debilitate; per questo motivo il flemmone risulta frequentemente associato ad altre patologie come ad esempio il piede diabetico, il patereccio, la diverticolite, ma anche la tonsillite e l’appendicite.

Flemmone: i sintomi principali

I sintomi del flemmone possono variare sensibilmente a seconda di dove il flemmone si manifesti e, ovviamente, in base all’entità dell’infezione; edema, dolore e arrossamento sono i primissimi sintomi cui se ne possono associare altri come cefalea, febbre e leucociti man mano che il processo infettivo si aggrava.

Flemmone: quando rivolgersi al medico

I soggetti maggiormente esposti, come ad esempio i diabetici, farebbero bene a consultare sempre il medico in caso si presentassero i primi sintomi di infezione; ovviamente si tratta di consigli superflui perché le persone che hanno questo genere di problemi vengono sempre correttamente informate dai propri medici relativamente ai principali rischi che corrono e sono quindi abituate ad avere tutta una serie di accortezze.

Cura e trattamento del flemmone

La cura del flemmone varia sia in base all’entità del processo infettivo eventualmente in corso sia in base alla zona colpita; il primo intervento che il medico può porre in atto per trattare un flemmone è quello di drenare il pus per favorirne lo svuotamento, mentre per quel che riguarda la prescrizione di antibiotici risulta praticamente sempre indicata.

Rischi e complicazioni del flemmone

Il principale rischio di complicazione di un flemmone, qualora non venga curato in maniera adeguata e tempestiva, è che possa finire col provocare la necrosi dei tessuti con conseguenze che potrebbero quindi facilmente rivelarsi letali.

Flemmone: conclusioni

Un flemmone è una dispersione di pus o essudato purulento non circoscritta cui risultano maggiormente esposti i soggetti che abbiano già un quadro di salute compromesso e quindi difese immunitarie indebolite; il flemmone, infatti, è un disturbo che risulta frequentemente correlato a determinate patologie, come ad esempio nel caso del piede diabetico del quale è appunto una tipica manifestazione.

Hai trovato utile questo post sul flemmone?
Condividilo sui social network

EFFETTUA LA TUA RICERCA

Sei qui
CATEGORIA SALUTE
Condividi sui social Condividi su facebook Condividi su google plus
Feed Rss categoria salute
RSS CATEGORIA SALUTE
Segnala un errore Diventa partner unadieta.it
indice di massa corporea Vai

IL TUO INDICE DI MASSA CORPOREA

IL TUO PESO ESPRESSO IN KG
LA TUA ALTEZZA ESPRESSA IN CM
IMC (Indice di Massa Corporea)
rischio

< 18.5 SOTTOPESO

OK

TRA 18.5 E 24.9 NORMOPESO

pericolo

> 30 OBESO

rischio

TRA 25 E 29.9 SOVRAPPESO

Visita la nostra community dedicata alla salute Torna in home Stampa Torna indietro Contatti Informazioni Torna su