ALIMENTAZIONE
FITNESS
SALUTE
WELLNESS
FOOD

Maledetta cellulite


Cellulite

Dietro il termine pannicolopatia edemo-fibrosclerotica, si nasconde la cosiddetta cellulite che colpisce la maggior parte delle donne.
Come e perché nasce la cellulite?
Le cause sono sia genetiche, legate a fattori come la maggiore attività ormonale, la fragilità capillare e la cattiva circolazione, sia legate alle abitudini di vita.
Cellulite letteralmente significa infiammazione della cellula, in realtà si tratta di un'alterazione del tessuto connettivale adiposo che ne modifica il metabolismo, con ipertrofia delle cellule e accumulo di liquidi e tossine negli spazi interstiziali; il processo infiammatorio è solo una conseguenza di un processo di degenerazione della microcircolazione e del tessuto adiposo. La cellulite conferisce alla pelle un aspetto spugnoso che viene chiamato a buccia d'arancia. Sono colpite soprattutto le donne sin dall'adolescenza, e non solo quelle in sovrappeso.


Esistono diverse tipologie di cellulite a seconda dell'età e dello stadio di avanzamento.
A differenza di quello che comunemente si pensa, i cuscinetti e la pelle “a buccia d’arancia” non sono semplici inestetismi, ma i segnali di una patologia vera e propria.
La cellulite è una malattia multifattoriale e per tale motivo deve essere curata nel suo insieme iniziando da una corretta alimentazione.

Cellulite ecco come combatterla

  1. È importantissimo assumere molti liquidi. Bisognerebbe bere almeno 1,5 l/2l di acqua al giorno.
  2. Bisogna scegliere con molta cura l’acqua minerale. E’ consigliabile assumere acque con un contenuto di sodio compreso tra i 20 e i 40 mg di sodio per litro e un contenuto di calcio non superiore ai 330-380 mg per litro.
  3. Assumere tanta frutta, in particolare quella più ricca di acqua come anguria, uva, ananas ecc. E consigliabile anche un’alimentazione ricca di verdure crude e fibre vegetali.
  4. Moderare l’uso di alcol, tabacco e zuccheri semplici e non bere bevande gassate.
  5. Per aiutare a rafforzare il tessuto connettivo, è consigliabile consumare cibi ricchi di vitamina C, E, silicio e zinco
  6. Modificare abbigliamento e postura.
  7. Massima attenzione ai condimenti. Eliminare burro o altri grassi di origine animale e sostituirli con olio d’oliva rigorosamente a crudo.
  8. Non superare un cucchiaino di sale (pari a 5 g) al giorno. Per dare sapore ai cibi si può ricorrere alle spezie: rosmarino, origano e soprattutto peperoncino (che favorisce la circolazione).
  9. Eliminare i cibi contenenti conservanti, perché aumentano nell’organismo la quantità di tossine da espellere.
  10. Fare movimento: Sarebbe opportuno e auspicabile eseguire un’ ora al giorno di esercizi, almeno tre volte a settimana. Le attività più indicate sono il tapis roulant e lo step, perché entrambe permettono un’attività aerobica di intensità elevata. Efficace è anche il nuoto o l’acquagym, che aiutano a recuperare il tono perduto su glutei e cosce. Se non si riesce ad andare in palestra fare delle lunghe camminate.
  11. Cercare di raggiungere il peso forma. Meno chili di troppo si hanno, minore è la probabilità che si formi la cellulite.
  12. Evitate di fare la doccia con l’acqua troppo calda, utilizzare l’acqua tiepida, con getti di acqua fredda su glutei e cosce, così da stimolare la circolazione.


Scritto dal Dottor Saverio Bruni: biologo nutrizionista a Cosenza

Unadieta.It © 2016 Tutti i diritti riservati | PIva 02992130738 | REA TA184606